Facebook cerca di aggirare i paletti imposti da Pechino e lancia un’app per la condivisione di fotografie in Cina senza il suo nome. Per Mark Zuckerberg si tratta di una mossa senza precedenti, dopo aver tentato per anni la strada della diplomazia, passata per incontri con politici cinesi, lo studio del mandarino e interventi in pubblico. Tentativi che non hanno portato frutti e che hanno spinto Facebook, vietata dal 2009 in Cina, a provare quindi una nuova strada. Il social network ha autorizzato una nuova app che non porta il suo nome: si chiama – come ha scritto per primo il New York Times – Colorful Balloons e ha tutte le sembianze di Moments. A lanciarla è stata una società locale che, almeno all’apparenza, non è affiliata a Facebook.
L’iniziativa mostra la disperazione e la frustrazione di Facebook e dei colossi tecnologici della Silicon Valley, che non riescono nonostante gli sforzi a penetrare nel più grande mercato online al mondo. Ma mostra anche fino a dove i big sono disposti a spingersi per farsi accettare in Cina, dove vigono standard diversi dal resto del mondo e la censura è una realtà.
L’affondo di Facebook, che comunque con l’uscita della notizia sulla stampa Usa rischia ritorsioni da parte di Pechino, si contrappone alla “concessione” di Apple che, secondo indiscrezioni, ha teso la mano ai cinesi rimuovendo le app usate per la censura. Una mossa aspramente criticata da alcune delle società che si sono viste tagliate fuori dall’App Store perché offrivano software

Articoli correlati

  • Facebook e Instagram down per alcune ore in molti Paesi del mondoOctober 11, 2017 Facebook e Instagram down per alcune ore in molti Paesi del mondo Facebook e Instagram sono stati ‘down’ in diversi paesi del mondo nel pomeriggio, fino a circa le 18.30. Un disservizio lamentato da diversi utenti su Twitter, dove è salito tra i trend #facebookdown, che sembra a macchia di leopardo. Ci sono difficoltà ad aggiornare i ...
  • Ecco Facebook Watch, la tv di Mark ZuckerbergAugust 10, 2017 Ecco Facebook Watch, la tv di Mark Zuckerberg L’approdo di Facebook al mondo della tv tradizionale è ufficialmente entrato nella sua fase finale: la società di Mark Zuckerberg ha infatti annunciato nelle scorse ore il varo di Facebook Watch, una nuova piattaforma interna al social network accessibile da computer, tablet,...
  • Artifici intelligenti  per affari artificiali: le promesse dell’intelligenza artificialeOctober 9, 2017 Artifici intelligenti per affari artificiali: le promesse dell’intelligenza artificiale Sull’intelligenza artificiale bisogna essere ragionevoli. Sedersi composti e non farsi prendere troppo dall’agitazione. Negli ultimi cinque anni, i colossi corporate internazionali hanno dato il via a una corsa all’acquisizione di imprese innovative dell’Ai (artificial in...
  • Facebook: al via entro l’anno la sperimentazione delle news a pagamentoSeptember 27, 2017 Facebook: al via entro l’anno la sperimentazione delle news a pagamento La sperimentazione sarà avviata entro la fine dell’anno con dieci partner editoriali nel mondo (tra cui l’Italia). Poi se i test andranno bene Facebook consentirà agli editori di la possibilità di offire degli abbonamenti. Alex Hardiman, News Products Lead di Fac...
  • WhatsApp bloccato in CinaSeptember 26, 2017 WhatsApp bloccato in Cina Foto: Getty ImagesNelle ultime ore WhatsApp in Cina ha cominciato a subire disfunzioni e rallentamenti, fino a cessare di funzionare. Secondo il New York Times, Pechino si sta preparando al Congresso nazionale del Partito Comunista che inizierà il prossimo 18 ottobre. WhatsApp non ha ...
  • Facebook pronta a consegnare agli Usa 3mila annunci sponsorizzati dalla RussiaSeptember 22, 2017 Facebook pronta a consegnare agli Usa 3mila annunci sponsorizzati dalla Russia Totale apertura di Mark Zuckerberg nei confronti delle autorità americane che stanno indagando sulle possibili ingerenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016. Ha comunicato di essere pronto a consegnare al Congresso Usa 3mila annunci apparsi su Facebook e (probabilmente) pagati da o...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *