Facebook cerca di aggirare i paletti imposti da Pechino e lancia un’app per la condivisione di fotografie in Cina senza il suo nome. Per Mark Zuckerberg si tratta di una mossa senza precedenti, dopo aver tentato per anni la strada della diplomazia, passata per incontri con politici cinesi, lo studio del mandarino e interventi in pubblico. Tentativi che non hanno portato frutti e che hanno spinto Facebook, vietata dal 2009 in Cina, a provare quindi una nuova strada. Il social network ha autorizzato una nuova app che non porta il suo nome: si chiama – come ha scritto per primo il New York Times – Colorful Balloons e ha tutte le sembianze di Moments. A lanciarla è stata una società locale che, almeno all’apparenza, non è affiliata a Facebook.
L’iniziativa mostra la disperazione e la frustrazione di Facebook e dei colossi tecnologici della Silicon Valley, che non riescono nonostante gli sforzi a penetrare nel più grande mercato online al mondo. Ma mostra anche fino a dove i big sono disposti a spingersi per farsi accettare in Cina, dove vigono standard diversi dal resto del mondo e la censura è una realtà.
L’affondo di Facebook, che comunque con l’uscita della notizia sulla stampa Usa rischia ritorsioni da parte di Pechino, si contrappone alla “concessione” di Apple che, secondo indiscrezioni, ha teso la mano ai cinesi rimuovendo le app usate per la censura. Una mossa aspramente criticata da alcune delle società che si sono viste tagliate fuori dall’App Store perché offrivano software

Articoli correlati

  • Facebook fa rottaJanuary 22, 2018 Facebook fa rotta «Se non ci sei non esisti»: era il titolo di una commedia americana di una decina di anni fa; oggi è il motto delle piccole e medie imprese che si affacciano sui social network: scelta obbligata se si vuole “esistere” e crescere. Gli esperti di marketing insegnano ...
  • Come si esprime l’amore in gif? Dipende dalla linguaJanuary 2, 2018 Come si esprime l’amore in gif? Dipende dalla lingua Non c’è dubbio ormai che le gif, usate e apprezzate per decenni soltanto da webmaster e geek certificati, siano ormai diventate un fenomeno di massa: integrate profondamente all’interno di social network e app di messaggistica, vengono utilizzate quotidianamente per comuni...
  • La Germania contro Facebook: nel mirino la raccolta dei dati degli utentiJanuary 25, 2018 La Germania contro Facebook: nel mirino la raccolta dei dati degli utenti La Germania punta il dito contro Facebook: secondo Andreas Mundt, capo della principale agenzia antitrust tedesca, il social network potrebbe essere colpevole di un abuso nella raccolta di dati. «Stiamo osservando da vicino la connessione tra dati e dominio del mercato, dati e potere di m...
  • Il nuovo sistema di rilevazione di Audiweb (che conta anche gli utenti di Facebook)November 15, 2017 Il nuovo sistema di rilevazione di Audiweb (che conta anche gli utenti di Facebook) (Foto: Pexels)Audiweb e Nielsen si alleano con Facebook per calcolare l’audience dei contenuti che gli editori pubblicano su internet. Al social network di Mark Zuckerberg, d’altronde, sono iscritti almeno 31 milioni di italiani, calcola We are social, e l’84% degli intervistati...
  • Facebook, Apple, Google e le tasse per le piattaforme hi-techDecember 13, 2017 Facebook, Apple, Google e le tasse per le piattaforme hi-tech big Tanto tuonò che cominciò almeno a piovigginare. Dopo mesi di pressing internazionale – tra dossier di Bruxelles, scatti in avanti del G4 (Italia, Francia, Germania e Spagna) e proposte di web tax via Ocse, ma solo dal 2020 – ieri Facebook ha annunciato una svolta si...
  • Zuckerberg fa mea culpa: “Commettiamo ancora troppi errori”January 5, 2018 Zuckerberg fa mea culpa: “Commettiamo ancora troppi errori” (Foto: Rodrigo Buendia/Getty Images)La pressione degli ultimi mesi si è fatta sentire e Mark Zuckerberg, che dal 2009 ha preso l’abitudine di fissare obiettivi annuali da raggiungere, quest’anno ha deciso di concentrarsi sui problemi che hanno tormentato l’azienda ne...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *