(Foto: Getty Images/Digife)Un miliardo di utenti giornalieri – che arrivano a toccare quota 1 miliardo e 600 milioni su base mensile – con 55 miliardi di messaggi scambiati ogni giorno in tutto il mondo. Con questi numeri era inevitabile che, prima o poi, la grande domanda avrebbe portato a implementare nuovi servizi, come i pagamenti elettronici.
WhatsApp starebbe pensando infatti, di offrire ai propri utenti la possibilità di inviare (e ricevere), oltre ai messaggi, anche del denaro. La notizia è ghiotta e arriva dal noto leaker WABetaInfo che, analizzando l’ultima beta dell’app per Android, avrebbe scoperto una sezione nascosta per accedere a un sistema di pagamento interno, chiamato Payments.

WhatsApp beta for Android 2.17.295: what’s new? WhatsApp Payments!https://t.co/FanyvDamit via @WABetaInfo
— WABetaInfo (@WABetaInfo) 8 agosto 2017

Il sistema, integrato nell’app di messaggistica, consentirebbe agli utenti di trasferire denaro P2P sfruttando la piattaforma UPI (Unified Payments Interface), sviluppata dalla National Payments Corporation of India e utilizzato da diverse banche indiane.
Del resto, indiscrezioni sui pagamenti via WhatsApp erano già emerse ad aprile scorso proprio grazie a un sito indiano, The Ken, che aveva ipotizzato il lancio della funzione Payments, in via sperimentale, proprio in quel paese.
Quella di WABetaInfo potrebbe dunque essere la conferma del fatto che il roll out del servizio verrà scaglionato, a partire proprio dall’India. Secondo questa fonte, è probabile che entro la fine dell’anno l’azienda di Menlo Park possa poi estendere il servizio anche ad America ed Europa.
Certo, si parla di piccole somme di denaro per raccogliere, ad esempio, i soldi per un

Articoli correlati

  • WhatsApp, un’app per Android permette di leggere di nuovo i messaggi eliminatiNovember 16, 2017 WhatsApp, un’app per Android permette di leggere di nuovo i messaggi eliminati Foto: Getty ImageVale sempre la stessa regola: se non si vuole che qualcosa resti online, meglio non metterla online. Che poi, sarebbe la versione aggiornata dell’adagio delle zie “se non vuoi che una cosa non si sappia, non farla”. E così, ecco che arriva l’app (un...
  • Guarda queste opere: sono foto o disegni su carta?February 7, 2018 Guarda queste opere: sono foto o disegni su carta? C’è a chi piace l’arte realistica e a chi quella che nasconde significati e in cui provare a decifrare messaggi. A chi invece piace l’iperrealismo, e chiede a un’opera con una nitidezza di immagine da 3D, non potranno dispiacere i lavori dell’artista e il...
  • WhatsApp Business sbarca oggi in Italia: ecco cos’è e come funzionaJanuary 18, 2018 WhatsApp Business sbarca oggi in Italia: ecco cos’è e come funziona Le indiscrezioni circolavano da tempo. Adesso, però, è arrivata l’ufficialità. Da oggi in Italia (e contemporaneamente in Indonesia, Messico, Regno Unito e Stati Uniti) è disponibile la nuova piattaforma WhatsApp Business, sistema di messaggistica istantanea pen...
  • «Così controllano telefonate, foto e chat sugli smartphone Android in Italia»January 16, 2018 «Così controllano telefonate, foto e chat sugli smartphone Android in Italia» Un malware capace di registrare le telefonate dei telefoni infettati, attivo soprattutto in Italia e creato ad hoc per i dispositivi Android. È quello che hanno scoperto i ricercatori di Kaspersky Lab, portando a galla un’attività di cyber spionaggio mirato che fa vittime nel...
  • Come impedire che Instagram sveli quando sei onlineJanuary 19, 2018 Come impedire che Instagram sveli quando sei online “Attivo 11 minuti fa”, “Attivo 24 minuti fa”, “Attivo ora”: cos’è, Messenger? No, Instagram. Il nuovo aggiornamento dell’app, sia per iOS che per Android, si è portato appresso una funzione che fa tornare tutti indietro all’incub...
  • Google Pixel 2 XL migliora automaticamente le foto di Instagram e WhatsAppFebruary 5, 2018 Google Pixel 2 XL migliora automaticamente le foto di Instagram e WhatsApp Spesso la risoluzione delle foto catturate dalla fotocamera interna alle app subisce un peggioramento, costringendo l’utente ripetere l’operazione con la fotocamera dello smartphone prima di pubblicare o condividere. Anche a evitare questo servirà  Pixel Visual C...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *