I maiali geneticamente modificati e clonati (Foto: eGenesis)Una ricerca appena pubblicata sulla rivista Science racconta un passo avanti verso il possibile trapianto di organi di maiale nell’essere umano, grazie a una modifica genetica che rimuove dal dna suino i retrovirus potenzialmente pericolosi per la salute umana.
L’idea di utilizzare organi di maiale per sostituire quelli dell’uomo non è affatto nuova, perché fegato, cuore, polmone e altri organi hanno la stessa dimensione di quelli umani e analogo funzionamento. L’operazione cosiddetta di xenotrapianto dal maiale all’uomo, tuttavia, se da un lato è la più promettente rispetto a tutti gli altri animali, dall’altra presenta una serie di ostacoli biologici ed etici che complicano la sua effettiva applicabilità.
Uno di questi ostacoli, almeno secondo i ricercatori che hanno condotto lo studio coordinato dall’azienda eGenesis con sede a Cambridge, è ormai stato superato. Il timore di molti esperti era infatti che i retrovirus endogeni dei suini (i cosiddetti Perv, Porcine Endogenous RetroVirus) sparsi nel genoma del maiale-donatore potessero infettare la persona che riceve un cuore, un polmone o un rene come organo sostitutivo permanente o temporaneo, inducendo il cancro.
I dettagli della ricerca
Grazie alla tecnica di editing genomico Crispr-Cas9, in particolare, i ricercatori hanno letteralmente tagliato via dal dna suino le sequenze corrispondenti alle decine di potenziali fonti di infezione umana, identificate nella fase preliminare dello studio. I nuclei delle cellule modificate sono poi stati sostituiti a quelli delle cellule uovo di maiale, a partire dalle quali sono stati ricavati embrioni tramite le ormai assodate tecniche di clonazione. Una volta impiantati gli embrioni nell’utero di una scrofa, i maiali geneticamente

Articoli correlati

  • A volte non basta fare esercizio per dimagrireApril 13, 2018 A volte non basta fare esercizio per dimagrire (foto: Rene Schwietzke/Flickr)L’Oms raccomanda 150 minuti di attività fisica a settimana per assicurarsi di invecchiare in salute. L’esercizio d’altronde aiuta a contenere lo stress, diminuisce il rischio di soffrire di malattie come il diabete, l’Alzheimer, e diver...
  • Questo robot si muove grazie a muscoli veriJune 6, 2018 Questo robot si muove grazie a muscoli veri Una piccola impalcatura meccanica ricoperta da muscoli in materiale vivente: è così che si presenta il primo dito cyborg della storia, appena messo a punto da un team di ricercatori dell’ Università di Tokyo. Per realizzare il “bioibrido”, così l...
  • Ecco come riconoscere se una risata è sincera o noJuly 2, 2018 Ecco come riconoscere se una risata è sincera o no Alcune risate si accendono per una sincera ilarità, sono più genuine di altre. Ci sono poi quelle impostate o, come si suol dire, di circostanza. Un nuovo studio appena pubblicato su Psychological Science, dice che siamo in grado di distinguere le prime dalle seconde anche dal solo ...
  • La logica della modestiaJune 2, 2018 La logica della modestia Il caso più recente è il rene donato da un anonimo che a Milano ha salvato la vota a una persona. Perché le persone compiono azioni positive senza rivelare la propria identità? E perché un comportamento del genere è solitamente percepito come meritorio? P...
  • Come fa il koala a mangiare il tossico eucalipto? Lo svela il suo genomaJuly 3, 2018 Come fa il koala a mangiare il tossico eucalipto? Lo svela il suo genoma (foto: © Alizada Studios / Fotolia)È stato sequenziato per la prima volta il genoma del koala, il popolare piccolo orso che da tempo è un simbolo del continente australiano. Ad aver svolto questo lavoro è un team internazionale guidato dall’Università di Si...
  • Ecco il primo asteroide immigrato permanente nel nostro Sistema solareMay 22, 2018 Ecco il primo asteroide immigrato permanente nel nostro Sistema solare (Immagine di 2015 BZ509 ottenuta dal Large Binocular Telescope Observatory – Lbto)L’immigrazione è un tema caldo anche nello Spazio. Dopo il turista Oumuamua, stavolta gli scienziati pensano di aver individuato per la prima vota un asteroide alieno, immigrato nel nostro Sistema...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *