Le lampadine smart di Ikea ora si possono controllare a voce

Le lampadine smart e a basso costo di Ikea, le impronunciabili Trådfri, stanno per diventare ancora più intelligenti. La catena svedese aveva anticipato tempo fa che avrebbe reso i propri gadget compatibili con alcuni sistemi di domotica tra i più diffusi, e la promessa è stata mantenuta in queste ore: sul sito statunitense dell’azienda la descrizione del prodotto è stata aggiornata e include riferimenti al supporto per gli assistenti digitali Amazon Alexa, Google Assistant e Apple Siri: sia chi acquisterà un nuovo set che chi ha già a casa un kit di lampadine potrà semplicemente aggiornarlo tramite un veloce download software.
Con l’aggiornamento il sistema di illuminazione di tutta la casa potrà quindi essere controllato dallo smartphone o dagli smart speaker delle tre aziende, anche se in due casi su tre, almeno in Italia, è d’obbligo usare il futuro; gli assistenti di Amazon e Google infatti ancora non parlano il nostro idioma e gli altoparlanti Echo e Home non sono ufficialmente distribuiti sul nostro territorio. Diverso il discorso per Apple, che non ha ancora lanciato il suo HomePod neppure negli Stati Uniti ma che con la piattaforma HomeKit è già presente anche da noi.
Niente paura però: la situazione di Amazon e Google dovrebbe sbloccarsi entro la fine dell’anno, rendendo Trådfri una soluzione praticabile e allettante anche per chi non ha un dispositivo Apple sempre in tasca; nel frattempo rimane possibile controllare l’illuminazione tramite l’app disponibile anche per Android.
The post Le lampadine smart di Ikea ora si possono controllare a voce appeared first

Articoli correlati

  • Google lancia gli smart speaker Home Mini e Home MaxOctober 5, 2017 Google lancia gli smart speaker Home Mini e Home Max (Foto: Maurizio Pesce / Wired)Londra — Eccoli, i nuovi speaker di Google. Nel corso di un lungo evento, la casa di Mountain View ha svelato al mondo i suoi più recenti dispositivi che saranno in vendita a partire dai prossimi giorni. Primi in ordine di apparizione sul palco dell&rsqu...
  • Il nuovo Apple Watch non funzionerà in roamingSeptember 18, 2017 Il nuovo Apple Watch non funzionerà in roaming Interessante il nuovo Apple Watch: la terza serie del wearable Apple rinnova tutta la componentistica interna e riesce miracolosamente ad aggiungere antenne di comunicazione cellulari e una Sim virtuale conservando le dimensioni del predecessore. Purtroppo però la tecnologia impiegata dall...
  • Amazon è al lavoro su un paio di occhiali intelligentiSeptember 22, 2017 Amazon è al lavoro su un paio di occhiali intelligenti Mentre i Glass latitano, è Amazon a prendere in mano i nostri occhi proponendoci dei dispositivi hi-tech che forse avranno più fortuna di quelli di Google. Stando al Financial Times, gli occhiali saranno diversi da quelli di Big G, e anche da quelli di Snapchat. Al centro infatti ci...
  • Per i produttori di accessori arriva la certificazione “Made for Google”October 9, 2017 Per i produttori di accessori arriva la certificazione “Made for Google” “Google approved”, si potrebbe dire, se già non si chiamasse “Made for Google” : come anticipato, The Big G, nel corso del suo evento a Londra, ha presentato un nuovo programma dedicato ai produttori di accessori. La presentazione dei nuovi smartphone Pixel 2, prodo...
  • Cosa ci raccontano i nuovi spot di Apple per il Watch 3September 14, 2017 Cosa ci raccontano i nuovi spot di Apple per il Watch 3 Nel keynote di martedì, oltre al lancio degli iPhone 8 e dell’iPhone X, la prima parte della presentazione è stata dedicata all’Apple Watch. Ed è proprio sull’ultima grande innovazione dell’azienda di Cupertino che si sta concentrando la comunicaz...
  • Per Apple non è ancora l’ora di occhialini in realtà aumentataOctober 11, 2017 Per Apple non è ancora l’ora di occhialini in realtà aumentata Con il arrivo sul mercato degli ultimi iPhone (e con quello iPhone X a breve) si può dire che l’ingresso di Apple nel mondo della realtà aumentata sia definitivamente alle spalle, ma cosa ha in serbo il gruppo di Cupertino per questa tecnologia in termini di nuovi dispositivi?...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *