Alla scoperta del Growth Hacker: guida definitiva al pirata della crescita – L’infografica

L’arma per trasformare gli utenti in clienti? Il Growth Hacker.
Nato nel 2010 dalla mente geniale di Sean Ellis, il Growth Hacking è il processo che combina la crescita esponenziale dell’azienda all’analisi avanzata dei dati, programmazione e strumenti di Digital Marketing, attraverso tecniche di SEO, SEM, Email Marketing, Social Network e A/B testing.
Purtroppo, però, c’è davvero tanta confusione attorno a questo tema. Avrai sentito parlare di viralità e di ricette segrete (e facili) che fanno schizzare alle stelle like, follower, visite e lead. Il Growth Hacking è piuttosto un approccio scientifico che si basa sulla cosiddetta Growth Hacking Machine, è un mestiere, e come tale si serve di un metodo ben preciso di lavoro.

In questo video Nopadon Wongpakdee, Growth Hacker in Residence per 500 Startups, con 18 anni d’esperienza nel campo delle startup, ospite del Master in Growth Hacking Marketing che inizierà il prossimo autunno nelle aule di TAG Innovation School, parla di come il successo aziendale si basa sulla costruzione di una vera e propria macchina della crescita, una Growth Hacking Machine finalizzata alla produzione di una sempre crescente base utenti. Questa macchina della crescita si basa sull’analisi dei dati e mira a risultati a lungo termine, in modo da fornire un modello di crescita continuamente testato per individuare processi scalabili, prevedibili e replicabili, che anticipi le esigenze delle persone.
Cosa fa il Growth Hacker?
Il Growth Hacker è un professionista che conosce i contenuti di Digital Marketing e ha familiarità con
 quelli di comunicazione, programmazione e user experience: analizza

Articoli correlati

  • Influencer marketing: cos’è e come sfruttarloNovember 14, 2017 Influencer marketing: cos’è e come sfruttarlo I social network sono una questione sempre più seria. Da tempo grandi e piccole aziende hanno intuito il potenziale di strumenti come Facebook, Twitter e Instagram per parlare direttamente ai propri consumatori e costruire relazioni uniche. Più recentemente però, i brand hann...
  • Tre parole chiave del growth hackerNovember 29, 2017 Tre parole chiave del growth hacker Si sente sempre più parlare di growth hacking, ma cos’è esattamente questa tecnica che promette di far crescere le startup grazie al marketing e far fiorire il loro business? Iniziamo dal principio: nel 2010 Sean Ellis, fondatore della community growthhackers.com, ha coniato p...
  • Beatrice Lorenzin sul biotestamento: “Garantirò il diritto all’obiezione di coscienza”December 21, 2017 Beatrice Lorenzin sul biotestamento: “Garantirò il diritto all’obiezione di coscienza” Era del tutto prevedibile: a pochi giorni dalla sua approvazione, la legge sul testamento biologico continua a fare discutere. E proprio in queste ore è il ministro della Salute Beatrice Lorenzin a intervenire nel dibattito, affermando di riconoscere una carenza nel testo di legge che &nda...
  • Stati Uniti, la net neutrality e il paradossale concetto di concorrenzaDecember 15, 2017 Stati Uniti, la net neutrality e il paradossale concetto di concorrenza Una rete a velocità diverse, dove i fornitori di servizi disposti a pagare di più passano i propri contenuti più rapidamente ed efficacemente. Per gli altri, servizio standard se non penalizzato perché rallentato, con qualità peggiore o del tutto precluso a cert...
  • Una conferenza sui Bitcoin a Pane e SalameNovember 20, 2017 Una conferenza sui Bitcoin a Pane e Salame Si è tenuta il 16 novembre a Brescia “Pane Web e Salame” una delle più importanti conferenze sulla comunicazione digitale in Italia, che con questa edizione arriva alla numero otto. Una conferenza nata per raccontare a un pubblico eterogeneo le dinamiche economiche che a...
  • Fenomenologia di Alberto Angela, tra divulgazione ed emozioneJanuary 18, 2018 Fenomenologia di Alberto Angela, tra divulgazione ed emozione Alberto Angela è riuscito in questi anni in un’opera titanica. Non mi riferisco all’aver fatto il pieno di ascolti senza sfruttare fenomeni da baraccone, polemiche, volgarità e altri bassi istinti degli spettatori, ma all’aver reso assolutamente giusta e fortunata ...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *