(Foto: BagoGames/Flickr CC)Guerre, alleanze e marce di conquista. La settima stagione di Game of Thrones è appena cominciata. E se continuate a pensate che la serie sia troppo violenta e surreale, credendo magari che sia una scorciatoia del regista per impressionare il pubblico, sappiate che vi sbagliate. Infatti, da un’analisi statistica dell’Università di Oslo, è emerso che la serie è molto più realistica di quanto pensiamo, e che le scene di estrema violenza sono molto simili a quelle di una reale guerra medievale. Per capire se Game of Thrones avesse effettivamente un tasso di mortalità superiore a quello di una vera guerra medievale, Celine Cunen e il suo team dell’Università di Oslo hanno confrontato i tassi di mortalità nella serie televisiva con la famosa Guerra delle due rose, una sanguinosa lotta dinastica combattuta in Inghilterra tra il 1455 e il 1487. Ebbene, secondo i risultati dell’analisi, le morti dei personaggi principali dello spettacolo televisivo corrisponderebbero in maniera abbastanza accurata a quelle delle classi nobili in uno dei periodi più sanguinosi della storia inglese.
L’autore dei libri da cui è tratta la serie, George RR Martin, aveva dichiarato di essersi ispirato alla Guerra delle due rose, tanto che anche i cognomi dati ai personaggi della nobiltà sono molto simili: i Lancaster e gli York, i due diversi rami della casa regnante dei Plantageneti della guerra delle due rose e Lannister e Stark in GoT. “La guerra delle due rose è la principale fonte di ispirazione per GoT e mentre lavoravo a una

Articoli correlati

  • Game of Thrones è diventato un enorme giocattolo, ma è per questo che lo guardiamoAugust 24, 2017 Game of Thrones è diventato un enorme giocattolo, ma è per questo che lo guardiamo La settima stagione di Game of Thrones non è esente da critiche. Sembra che la manipolazione delle emozioni degli spettatori, i dialoghi talvolta superficiali e soprattutto il terribile ma sempre più frequente ricorso alla strategia del deus ex machina (vedere alla voce Benjen ...
  • Davvero George RR Martin non guarda Game of Thrones?August 24, 2017 Davvero George RR Martin non guarda Game of Thrones? La notizia circolata nel tardo pomeriggio del 23 agosto aveva quasi dell’incredibile: il creatore di una delle saghe fantasy più appassionanti degli ultimi decenni, George RR Martin, aveva fatto sapere infatti di non guardare la serie Game of Thrones, l’adattamento televis...
  • Game of Thrones, chi morirà nel finale della settima stagione?August 25, 2017 Game of Thrones, chi morirà nel finale della settima stagione? E anche per questa stagione siamo arrivati all’ultima puntata di Game of Thrones, disponibile nella notte del 27 agosto. Una stagione che forse più di tutte ha tracciato un solco profondo tra ciò che George RR Martin, l’autore dei romanzi che hanno ispirato la serie...
  • Cosa accadrà in Game of Thrones? Lo rivela un algoritmoAugust 30, 2017 Cosa accadrà in Game of Thrones? Lo rivela un algoritmo I fan della serie televisiva “Game of Thrones” hanno assistito all’epilogo della settima stagione. Il prossimo capitolo della serie tratta dai libri di George R.R. Martin arriverà nel 2019, dopo la pubblicazione di “The Winds of Winter”, sesto&n...
  • Game of Thrones, 5 domande aperte dopo la settima stagioneAugust 29, 2017 Game of Thrones, 5 domande aperte dopo la settima stagione ATTENZIONE: spoiler sul finale della settima stagione di Game of Thrones Con uno dei finali più criticati della storia della serie, anche la settima stagione di Game of Thrones è giunta al suo termine. Ora per sapere cosa succederà ai protagonisti di Westeros è probabi...
  • Game of Thrones, un finale che riscatta un’intera stagioneAugust 28, 2017 Game of Thrones, un finale che riscatta un’intera stagione ATTENZIONE: spoiler sul finale della settima stagione Può un solo episodio risollevare le sorti di un’intera stagione? Sì, se parliamo del finale di stagione di Game of Thrones. Un episodio quasi perfetto, così ben realizzato da far dimenticare le mancanze, pi&ugra...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *