10 opere d’orrore che devono tutto (o quasi) a George Romero

Il metro con cui si misurano i grandi cineasti non è solo quello che serve a determinare la grandezza delle loro opere, ma anche quello con cui si dà conto di quanto il loro pensiero, le loro idee e le loro invenzioni abbiano cambiato il cinema come lo conosciamo. L’influenza, il debito e il calco diretto che George A. Romero ha impresso sulla storia del cinema a partire dal 1968 sono difficili da stimare, tanto profonde e fondamentali sono state le sue intuizioni. Una maniera di farlo è affrontare uno ad uno i film che non esisterebbero senza i suoi.
Campione del cinema a basso budget e alta polemica, inventore dell’horror di protesta, fondatore del cinema di mezzanotte (assieme a Alejandro Jodorowski e David Lynch), l’impatto di Romero sul cinema è stato così devastante che ancora oggi ne sentiamo l’influenza, ancora oggi è possibile cioè che qualcuno, per primo, prenda un tratto dei suoi film o delle sue innovazioni e lo utilizzi per film contemporanei, ribadendone di fatto l’attualità.
Abbiamo cercato di racchiudere in 10 esempi le molte maniere in cui questo cineasta ha sconvolto l’industria del cinema e gli ha fatto fare un passo in avanti, scoprendosi matura anche nelle storie in cui non credeva di poterlo essere.
1. Non aprite quella porta
Il film di Tobe Hooper è considerato la quintessenza dell’horror di protesta. Uno dei film più schockanti dei suoi anni e contemporaneamente uno dei più violenti attacchi al sistema americano: la scoperta di finzione ma anche reale dell’esistenza di un

Articoli correlati

  • David di Donatello 2018, tutti i candidati ai premi italiani del cinemaFebruary 14, 2018 David di Donatello 2018, tutti i candidati ai premi italiani del cinema Sono state annunciate le candidature dei David di Donatello 2018, fra i premi più prestigiosi del cinema italiano. La premiazione di questa edizione, la 62sima, andrà in onda il prossimo 21 marzo in una diretta condotta su Rai1 da Carlo Conti, dopo che per due anni l’evento av...
  • Cannes 2018, al bando i film di Netflix e i selfieMarch 26, 2018 Cannes 2018, al bando i film di Netflix e i selfie L’anno scorso il festival di Cannes aveva accolto nel suo cartellone ben due produzioni cinematografiche di Netflix, Okja e The Meyerowitz Stories. Ma subito erano scoppiate le polemiche, soprattutto dei rappresentanti delle sale cinematografiche francesi, contro un modello d...
  • The Disaster Artist, il film sul film più brutto di sempreFebruary 19, 2018 The Disaster Artist, il film sul film più brutto di sempre Nel 2003 è arrivato nei cinema americani con una moderata pubblicità The Room, un film totalmente indipendente, girato, scritto, finanziato e interpretato da Tommy Wiseau, il cui volto campeggiava anche sui cartelloni e nella locandina del film. Il livello era talmente basso che in ...
  • L’azione nei film d’azione ai tempi del digitale è morta?March 16, 2018 L’azione nei film d’azione ai tempi del digitale è morta? C’è stato un momento preciso in cui l’azione è cambiata nel cinema hollywoodiano di grande spesa, è stato nel 1999 quando è uscito Matrix. I fratelli Wachowski volevano fondere il mondo delle arti marziali con quello del cinema americano, pompando tutto con...
  • Il Vegetale, il film con Rovazzi è il più prevedibile della stagioneJanuary 16, 2018 Il Vegetale, il film con Rovazzi è il più prevedibile della stagione C’erano davvero pochissimi dubbi sul fatto che un commedia italiana intitolata Il vegetale, avrebbe previsto un movimento del protagonista dalla città alla campagna, verso una vita migliore, più sana, dai ritmi più umani, lontana dal presente, vicina al passato ma non u...
  • Guardiani della Galassia, Groot è ufficialmente morto nel primo filmFebruary 28, 2018 Guardiani della Galassia, Groot è ufficialmente morto nel primo film Groot è morto. Per chi è al passo con i film di Guardiani della Galassia questa di certo non è una novità, anche perché allo shock del finale del primo film ci si è ripresi ben presto con le immagini del tenero Baby Groot. In molti, infatti, erano convint...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *