Doctor Who, 5 motivi per gioire del nuovo Dottore donna

È ufficiale. Il prossimo Dottore della famosissima serie britannica Doctor Who sarà Jodie Whittaker. Una donna. La notizia è stata data nella giornata di domenica 16 luglio, subito dopo la vittoria di Federer a Wimbledon; l’annuncio era atteso da parecchi mesi e la Bbc ha deciso di dargli il risalto che meritava.
La notizia ha dato il via a una lunga serie di commenti da parte dei fan della serie, alcuni esultanti, altri scontenti. Ma a prescindere dagli umori generati si tratta di una notizia rivoluzionaria, infatti mai prima d’ora nella storia dello show – una storia che dura da più di 50 anni – il Signore del Tempo si era rigenerato in una donna.
Noi siamo tra chi ha gioito del cambiamento e di seguito vi elenchiamo 5 ragioni per cui è davvero un bene che il prossimo dottore sia una Lei.
1. Stare al passo con i tempi
È innegabile che il 2017 è stato – e sarà ricordato come ­– l’anno delle grandi produzioni televisive al femminile. Sul piccolo schermo grazie a Big Little Lies, Feud, The Handmaid’s Tale, ma anche Glow, Girlboss e I love Dick, abbiamo visto donne lottare per la loro indipendenza ed emancipazione. È innegabile che la nostra società – forse anche in risposta a presidenti misogini – stia vivendo un rinnovato immaginario femminile, e che questo per fortuna abbia trovato ampio spazio sul piccolo, o piccolissimo schermo, piuttosto che sul grande, salvo rare eccezioni.
Il fatto che la Bbc abbia deciso di inserire proprio in questo contesto un

Articoli correlati

  • Black Mirror, le prime foto della quarta stagioneSeptember 8, 2017 Black Mirror, le prime foto della quarta stagione Mentre cresce l’attesa per la quarta stagione di Black Mirror, ancora senza una data di uscita ufficiale, sul web iniziano ad apparire pian piano i primi dettagli. Non molto tempo fa erano stati rivelati i titoli dei nuovi sei episodi che la comporranno, mentre in un breve teaser si erano v...
  • Matt Groening dei Simpson farà una serie animata per NetflixJuly 26, 2017 Matt Groening dei Simpson farà una serie animata per Netflix Sono passati trent’anni da quando I Simpson hanno fatto il loro debutto sugli schermi americani e ora il loro creatore, Matt Groening, è pronto per una nuova sfida: è stato annunciato ieri, infatti, che si occuperà per Netflix della produzione di una nuov...
  • Quali serie tv aspettare nella seconda parte del 2017July 17, 2017 Quali serie tv aspettare nella seconda parte del 2017 Dopo una prima parte dell’anno che ha portato con sé serie tv quali American Gods, Big Little Lies e The Handmaid’s Tale (per citarne solo tre tra le migliori secondo noi) camminiamo a grandi passi verso l’autunno, stagione che tipicamente è ricca di usci...
  • Game of Thrones è ancora una serie molto maschilistaSeptember 11, 2017 Game of Thrones è ancora una serie molto maschilista I dati sono incontrovertibili: Game of Thrones è una delle serie tv più seguite al mondo, senza distinzione di sesso, origine o classi nel suo pubblico, e anche questa settima stagione l’ha confermato. Eppure, soprattutto fra le telespettatrici, alcuni temi trattati hanno semp...
  • The Handmaid’s Tale, la prima produzione in streaming a vincere l’Emmy come miglior serieSeptember 18, 2017 The Handmaid’s Tale, la prima produzione in streaming a vincere l’Emmy come miglior serie In mezzo ai tanti premi consegnati ieri notte nella 69sima edizione degli Emmy Awards a Los Angeles, sicuramente il titolo che più si è distinto è stato The Handmaid’s Tale. La serie distopica tratta dal romanzo di Margaret Atwood, anche lei presente alla premiazione, h...
  • Game of Thrones, come la serie ha ormai rovinato i propri personaggiAugust 18, 2017 Game of Thrones, come la serie ha ormai rovinato i propri personaggi La settima stagione di Game of Thrones è forse la più appassionante di tutte, ed è senza dubbio quella i cui nuovi episodi attendiamo con più curiosità dai tempi della prima. La trama si muove rapidamente (a volte troppo, come i personaggi da un punto all’...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *