(foto: Mike Hewitt/Getty Images)Secondo le aziende del settore il mercato degli integratori alimentari in Italia vale 2,5 miliardi di euro, il che renderebbe il nostro paese leader in Europa. Il mercato mondiale nel 2016 è stato stimato in 132.8 miliardi di dollari. Numeri impressionanti, specialmente se consideriamo che tutto quello che serve nostro organismo normalmente è già presente nella dieta, e i casi in cui questo non accade sono molto specifici.
Lo iodio contenuto negli alimenti, per esempio, spesso non è sufficiente per il nostro corpo, ma da sessant’anni a questa parte il sale iodato ha permesso di combattere efficacemente questa carenza. Un’integrazione di acido folico durante la gravidanza invece può prevenire gravi problemi allo sviluppo. E se ben bilanciata anche una dieta vegetariana o vegana è salutare, ma poiché la vitamina B12 si trova nei cibi di origine animale è necessario un supplemento.
A parte questo tipo di situazioni, si può dire tranquillamente che gli integratori che tracanniamo nella speranza di stare meglio o prevenire malattie sono inutili, e  che spesso le pubblicità con cui siamo bombardati sono al limite della truffa. Purtroppo, questo sembra vero anche per uno degli integratori attualmente più popolari: la vitamina D.
La vitamina D non la troviamo solo in alcuni (pochi) cibi, ma è prodotta dal nostro corpo a partire dal colesterolo della pelle, a patto che riceva una dose sufficiente di raggi ultravioletti. Questa dose varia in base a molti fattori, dal colore della pelle alla posizione geografica fino alla genetica, ma in generale si può dire che non è necessario cuocersi al Sole in costume

Articoli correlati

  • Ferrara, torna il virus dell’aviariaOctober 9, 2017 Ferrara, torna il virus dell’aviaria (foto: MIKE CLARKE/AFP/Getty Images)A Ferrara si torna a parlare di aviaria. Le analisi dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie hanno confermato la presenza del virus in un allevamento della società agricola Fiorin di Lionello & Css. E più precisamente all...
  • Seeds&Chips cerca startup per risolvere i problemi dell’acquaNovember 16, 2017 Seeds&Chips cerca startup per risolvere i problemi dell’acqua (Foto: Seeds&Chips)È una delle situazioni più gravi a cui dovremo far fronte nei prossimi, anche se ancora oggi manca troppo spesso una vera percezione del problema. È presto detto: nel mondo ci sono oltre 4 miliardi di persone che soffrono di scarsità d’acqu...
  • Italia: Poste primo datore di lavoro Enel in testa anche per utiliOctober 25, 2017 Italia: Poste primo datore di lavoro Enel in testa anche per utili mediobanca Espatriato in Olanda il gruppo Exor-Fca, si consolida il sorpasso al ribasso tra i big statali, con Enel che si aggiudica la prima posizione per giro d’affari tra le Principali società italiane censite dall’ufficio studi Mediobanca, pur avendo riportato nel 2016 ric...
  • Dopo Ophelia dobbiamo attenderci altri uragani in Europa?October 20, 2017 Dopo Ophelia dobbiamo attenderci altri uragani in Europa? (Immagine: NOAA/NASA Goddard Rapid Response Team)Nei giorni scorsi l’uragano Ophelia ha portato pioggie, distruzioni e morte nell’Europa Nord-occidentale riportando alla mente le paure e le drammatiche distruzione degli uragani oltreoceano. Forse anche perché siamo abituati a c...
  • Influenza, in Italia raddoppiati i casi durante le festeJanuary 4, 2018 Influenza, in Italia raddoppiati i casi durante le feste Pranzi natalizi, cenoni e settimana bianca saltati per migliaia di italiani, che tra il 25 e il 31 dicembre scorsi si sono ritrovati a letto con l‘influenza. Un vero e proprio boom di casi secondo l‘ultimo rapporto InfluNet, la rete di sorveglianza epidemiologica della sindrome influe...
  • Colesterolo cattivo, forse è necessario rendere le linee guida più rigideOctober 20, 2017 Colesterolo cattivo, forse è necessario rendere le linee guida più rigide Il colesterolo cattivo va abbassato ancora, più di quanto raccomandato dalle linee guida ufficiali della Società europea di cardiologia. Mentre quello buono non va per forza aumentato, in quanto non darebbe alcun beneficio. È questa l’opinione di Alberico Catapano, prof...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *