Citando i dati dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, l’Ocse afferma nel suo ultimo rapporto sulle migrazioni internazionali che nel 2016 “più di 180mila immigrati irregolari sono arrivati sulle coste italiane“. Un aumento del 18% rispetto all’anno precedente. Tra i principali paesi d’origine, l’organizzazione indica la Nigeria, l’Eritrea e la Guinea. Nello stesso anno l’Italia ha ricevuto più di 120mila richieste di asilo, il 47% in più del 2015. Il 5% dei richiedenti ha ottenuto lo statuto di rifugiato, il 21% ha ricevuto una protezione umanitaria e il 12% ha beneficiato di una “protezione sussidiaria”.
Nell’Infografica realizzata da Ocse si possono navigare i dati dell’emergenza migranti in base alle richieste d’asilo, delle persone che emigrano con permesso di lavoro regolare (permanent inflow for foreigner) e gli emigranti tra Paesi Ocse (inflows of family migrants).Nel 2015 in Italia risiedevano circa cinque milioni di immigrati, l’equivalente dell’8,3% della popolazione. Lo afferma l’Ocse nel suo ultimo rapporto sulle “prospettive delle migrazioni internazionali”, specificando che i flussi di immigrazione “sono rimasti stabili rispetto a quelli del 2014“. I principali paesi di origine sono stati la Romania (1,1 milioni), l’Albania (467mila) e il Marocco (437mila). La Lombardia è la regione che ha accolto il maggior numero di immigrati, seguita dal Lazio e dall’Emilia Romagna. Sempre nel 2015, l’Italia ha rilasciato 238.900 permessi di soggiorno, il 3,9% in meno rispetto all’anno precedente, e ha accordato la nazionalità a circa 180mila persone, 50mila in più del 2014.
L’articolo Più di 180mila immigrati irregolari sulle coste italiane. I numeri sembra essere il primo su Info Data.

Articoli correlati

  • Duemme sgr chiude la raccolta del secondo fondo di minibond a 105 mlnOctober 13, 2017 Duemme sgr chiude la raccolta del secondo fondo di minibond a 105 mln Il secondo fondo di private debt gestito da Duemme sgr (gruppo Mediobanca ) e battezzato Fondo per le Imprese 2.0 ha annunciato ieri il closing definitivo della raccolta a quota 105 milioni di euro, dopo aver annunciato il primo closing lo scorso aprile a quota ...
  • Morbillo, Italia prima in Europa per casi di contagioNovember 16, 2017 Morbillo, Italia prima in Europa per casi di contagio Primi a livello europeo per numero di persone contagiate. Secondi, dietro alla Romania, per casi ogni milione di abitanti. Sono i tutt’altro che invidiabili risultati raggiunti dal nostro Paese grazie alla propaganda NoVax e al conseguente calo delle coperture. Fenomeni alla base di un&rsqu...
  • La sfida dell’Italia per riciclare la plastica che ancora non si riusaNovember 10, 2017 La sfida dell’Italia per riciclare la plastica che ancora non si riusa Tra qualche settimana Corepla, il consorzio del riciclo degli imballaggi di plastica, presenterà alla Commissione europea i risultati di un test in Sicilia. L’isola, come spiega il presidente dell’ente, Antonello Ciotti, è “uno dei più grandi consumator...
  • Banca Ifis perde il 4% in Borsa dopo l’uscita di Andrea Clamer, capo dell’Area NplOctober 17, 2017 Banca Ifis perde il 4% in Borsa dopo l’uscita di Andrea Clamer, capo dell’Area Npl Il titolo Banca Ifis a Piazza Affari Tonfo in Borsa ieri per Banca Ifis, dopo che venerdì 13 ottobre a mercati chiusi è stata diffusa la notizia delle dimissioni di Andrea Clamer, a capo dell’Area Npl della banca. Il titolo, infatti, ha chiuso in calo del 4,01%, a quota 4...
  • United Ventures raccoglie 75 mln euro al primo closing del secondo fondo, che punta a 120 mlnDecember 5, 2017 United Ventures raccoglie 75 mln euro al primo closing del secondo fondo, che punta a 120 mln United Ventures sgr  ha annunciato ieri il primo closing della raccolta del suo secondo fondo di venture capital, battezzato UV2, a quota  75 milioni di euro, superiore alla capitalizzazione complessiva del primo fondo UV1, lanciato nel 2013 con una raccolta di 70 mi...
  • Un fondo inglese lancia le scommesse sul cambiamento climaticoNovember 6, 2017 Un fondo inglese lancia le scommesse sul cambiamento climatico Nella patria delle scommesse presto si potrà giocare d’azzardo sul cambiamento climatico. Il fondo speculativo inglese Winton lancia una piattaforma per scommettere e guadagnare sugli effetti del riscaldamento globale. Le puntate potranno riguardare il livello delle temperature globa...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *