Che cosa è il Piano triennale per l’informatica nella pubblica amministrazione

La rotta per la digitalizzazione della pubblica amministrazione, idealmente almeno fino al 2019, è tracciata e oggi è arrivata anche la firma del presidente del Consiglio dei ministri Paolo Gentiloni al Piano triennale presentato realizzato dall’Agenzia per l’Italia digitale (Agid) e dal Team per la trasformazione digitale (quello guidato dal digital champion nazionale Diego Piacentini). Ad annunciarlo, il premier e le stesse agenzie governative.

Firmato il #PianoTriennale @teamdigitaleIT. La trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione è una priorità
— Paolo Gentiloni (@PaoloGentiloni) 31 maggio 2017

Cosa prevede, allora, il Piano triennale per l’informatica nella pubblica amministrazione? Come spiega in un post su Medium Diego Piacentini “è il documento ufficiale utilizzato per pianificare gli investimenti tecnologici in maniera strutturata e con una visione strategica per il triennio 2017–2019”.
La pubblica amministrazione deve trasformarsi ma lo deve fare in maniera coerente, sia a livello centrale che locale, anche per quanto riguarda lo sviluppo dei sistemi informativi. A chiarire come andrà sviluppata l’informatica pubblica è appunto il Piano. Altro obiettivo, e banco di prova da superare, anche quello delle spese sul fronte Ict: in pratica le amministrazioni devono razionalizzare i costi.
Se però ai piani alti delle amministrazioni e quelli operativi pensano di trovare una sorta di set di istruzioni generale, e su cui fare affidamento per i prossimi tre anni, sbagliano: infatti, si tratta di un piano che evolverà e incorporerà informazioni anche nel tempo. Lo dimostrano anche le tempistiche: nel 2017 vengono definite le attività del 2018, ogni anno a settembre si rilascia una versione aggiornata in vista dell’anno successivo.

Articoli correlati

  • Boschi, la vignetta sul “cosciometro” è sessismo allo stato bradoDecember 18, 2017 Boschi, la vignetta sul “cosciometro” è sessismo allo stato brado Qualsiasi cosa se ne possa pensare, il tiro alla Boschi sta diventando uno sport piuttosto raccapricciante. Come lo diventano tutti i (facili) tiri al bersaglio politico. Detto questo, finché l’azione rimane nell’ambito giornalistico, si spera documentato e fondato su fatti e c...
  • Scarlet Kim: “Serve trasparenza sui network internazionali della sorveglianza”October 20, 2017 Scarlet Kim: “Serve trasparenza sui network internazionali della sorveglianza” Photo by Christopher Furlong/Getty ImagesLe agenzie di intelligence condividono tra di loro informazioni raccolte dalle attività di sorveglianza regolarmente. Questo significa, per esempio, che gli Stati possono acquisire dati e informazioni sui propri cittadini da parte di agenzie estere ...
  • Referendum in Lombardia, la cronaca di una digital assistantOctober 23, 2017 Referendum in Lombardia, la cronaca di una digital assistant (foto Regione Lombardia)“Buon lavoro e Buon referendum!” Si chiude così la mail, inviata venerdì 20 da Manpower Group, incaricata dalla società Diebold Nixdorf di ricercare, formare e supportare i 7mila digital assistant responsabili del funzionamento di 24mila ta...
  • La legge sul biotestamento è ferma al Senato da mesi. E forse non vedrà la luceNovember 17, 2017 La legge sul biotestamento è ferma al Senato da mesi. E forse non vedrà la luce La proposta di legge sul biotestamento è ferma in senato da circa sette mesi e appare remota la possibilità che diventi legge entro la fine della legislatura. Fanno scudo e zavorra i cattolici che popolano tutte le aree politiche, oltre al Centrodestra e Alternativa popolare che sem...
  • Parità di genere, perché le aziende vanno messe con le spalle al muroOctober 17, 2017 Parità di genere, perché le aziende vanno messe con le spalle al muro La parità di genere nelle aziende italiane, come d’altronde in molte realtà internazionali, semplicemente non esiste. Così occorrono programmi, come quello in partenza anche nel nostro Paese, che diano alle aziende contezza della situazione in cui si trovano in termini ...
  • Lo strano caso dei dati sanitari degli italiani alle multinazionaliDecember 6, 2017 Lo strano caso dei dati sanitari degli italiani alle multinazionali La legge europea 2017 pubblicata la scorsa settimana in Gazzetta Ufficiale, il provvedimento annuale con cui il Parlamento recepisce le numerose norme approvate su scala continentale armonizzandole col nostro ordinamento, entrerà in vigore il 12 dicembre prossimo. Questa legge inseris...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *