Il cineasta e documentarista Michael Moore torna al cinema con un nuovo documentario, Fahrenheit 11/9 che debutterà nelle sale, negli Stati Uniti, il 21 settembre come annunciato dal regista. Per i curiosi, e per gli appassionati di Moore, è già online il trailer: la pellicola inoltre sarà presentata in anteprima mondiale al Festival di Toronto, in apertura.
Un documentario che ancora una volta porta Moore a confrontarsi con paure, angosce, aspettative e derive della società statunitense e che mette al centro massicce dosi di attualità: la politica e l’ascesa di Donald Trump, ma anche la crisi dell’acqua a Flint, la rabbia bianca e le armi, l’emergere di nuovi volti nel paranorama politico nazionale, come quello della giovane democratica Alexandria Ocasio-Cortez.
Il titolo riecheggia quello di Fahrenheit 9/11, altro grande successo del regista e vincitore della Palma d’Oro a Cannes nel 2004: gli appassionati di Moore, e quelli in generale che apprezzano la sua formula di documentario, saranno quindi contenti di ritrovare il regista e di compiere un nuovo viaggio nel sentimento statunitense, a quattordici anni dall’analisi sulla presidenza Bush e sulla stagione del terrore. Cambiando l’ordine (il nuovo titolo si riferisce al giorno dell’epocale vittoria di Trump e non più all’11 settembre) non sembra però cambiare l’ambizione di Moore, che vuole capire quali dinamiche si muovono sotto e in superficie tali da creare lo status quo e al tempo stesso riesce a dare voce a una fetta di paese con cui liberali e democratici faticano a confrontarsi.
The post Fahrenheit 11/9, il trailer del nuovo film di Michael Moore appeared

Articoli correlati

Continua a leggere