È tempo di vacanze, e un numero sempre crescente di viaggiatori si rivolge al web per trovare nuove destinazioni, comparare offerte e lasciarsi ispirare. Se da un lato il settore turistico continua a crescere (specialmente nel segmento luxury, storicamente in grado di anticipare tendenze e comportamenti), dall’altro i brand faticano ancora ad adottare strategie di email marketing efficaci.
Secondo l’Osservatorio Statistico 2018 di MailUp, il comparto Turismo/Hotel si assesta su valori medi: 3% di CTR e 19% di CTOR delle DEM, 2% e 12% delle newsletter. Percentuali che ci raccontano come il potenziale del canale email per il settore turistico sia ancora da dischiudere.
La crescente ricerca di esperienze personalizzate e di valore e il cambiamento delle abitudini di consumo pone però nuove sfide agli operatori del settore, soprattutto in termini di personalizzazione del servizio e di segmentazione dei clienti. Ed è qui che entrano in gioco le tecnologie digitali, in grado di intercettare una grande quantità di dati e creare esperienze nuove. Strumento fondamentale per il raggiungimento di questi obiettivi è l’email marketing.
La vera sfida del settore turistico è quella di superare il modello basato su mail transazionali (conferma di avvenuta prenotazione, comunicazioni di servizio, etc.) per stabilire un reale dialogo con i propri utenti e creare relazioni di medio-lungo termine.
Nel suo interessante White Paper sul Turismo, MailUp identifica 5 micro-momenti legati al traveller journey da sfruttare attraverso efficaci campagne di email marketing.
1. Dreaming moments
Si tratta dei momenti iniziali, durante i quali si esplorano diverse opzioni di viaggio, fantasticando

Articoli correlati

  • Italia 2050: se a pagarci la pensione saranno gli americaniJune 4, 2018 Italia 2050: se a pagarci la pensione saranno gli americani Tra poco più di trent’anni le nostre pensioni potrebbero essere erogate da un fondo privato americano e l’Inps ridotta ad essere un ricordo del passato. Lo scenario non riguarda solo il nostro paese ed è meno distopico di quello che sembri. Ieri Il Fatto Quotidiano&...
  • Crowdfunding, come progettare  una campagna di successoJuly 19, 2018 Crowdfunding, come progettare una campagna di successo Chiunque pensi che il crowdfunding sia un modo facile per raccattare soldi sta perdendo tempo. La raccolta fondi online è una via tanto interessante quanto non scontata. Il crowdfunding si caratterizza per l’utilizzo del web come piattaforma di comunicazione/aggregazione e per il la...
  • Incentivi all’acquisto di servizi a supporto nell’internazionalizzazione in favore delle PMIMay 30, 2018 Incentivi all’acquisto di servizi a supporto nell’internazionalizzazione in favore delle PMI Incentivare gli investimenti, delle MPMI della Toscana, questo l’obiettivo della Regione Toscana,il  bando internazionalizzazione, infatti, riguarda le attività finalizzate allo sviluppo di reti commerciali all’estero, quali partecipazione a fiere, apertura di uffici e sed...
  • Come riconoscere ed evitare le estensioni Chrome malevoleJuly 16, 2018 Come riconoscere ed evitare le estensioni Chrome malevole Usare estensioni è un po’ come guidare: meglio farlo responsabilmente. Chrome, che secondo statcounter.com si è accaparrato il 60% della quota di mercato su tutte le piattaforme a giugno di quest’anno, ne vanta un numero indicibile. Sono in grado di automatizzare at...
  • Imparare ad arrivare a fine mese? Ritorna il gioco da tavola «Giorno di Paga»June 8, 2018 Imparare ad arrivare a fine mese? Ritorna il gioco da tavola «Giorno di Paga» Ritorna Giorno di Paga, il gioco da tavolo targato Hasbro che sprona i giocatori a fare business con la consapevolezza di dover arrivare a fine mese. Nato nel 1975 dai creatori dell’intramontabile Monopoly, Giorno di Paga è a tutti gli effetti un gioco da tavolo. A seconda delle car...
  • Il fondo FSI si compra il 41,2% di MissoniJune 15, 2018 Il fondo FSI si compra il 41,2% di Missoni Il fondo FSI Mid-Market Growth Equity debutta nel settore fashion ed entra nel capitale di Missoni spa con il 41,2%, con la famiglia Missoni che manterrà il controllo dell’azienda con il 58,8% (scarica qui il comunicato stampa). L’operazione avverrà prevalentemente attra...

Continua a leggere