Mozilla FirefoxIl prossimo progetto della Mozilla Foundation, l’organizzazione dietro al browser Firefox, potrebbe essere una versione del suo software interamente basata sui comandi vocali. Il progetto è stato battezzato Scout ed è stato descritto nell’agenda descrittiva della conferenza All Hands, organizzata dal gruppo a San Francisco nella giornata di ieri come un metodo per “inventare nuove esperienze di navigazione online e fruire contenuti attraverso l’uso della voce”.
Del progetto non sono molti i dettagli già finalizzati, motivo per cui Mozilla per iniziare a parlarne ha utilizzato un incontro riservato ai membri interni del gruppo: “Lo scopo della nostra conferenza è quello di ritrovarci per porre le basi per i nostri progetti futuri. Quando lo sviluppo sarà arrivato a uno stadio sufficientemente avanzato saremo ansiosi di condividerli pubblicamente”. Al momento in effetti le alternative in grado di raccogliere input vocali e fornire risposte sembrano già numerose sul mercato: dall’assistente Google ad Amazon Alexa (quest’ultima in arrivo a breve in Italia), passando per Cortana e Siri — tutti questi software coadiuvati o meno da smart speaker dedicati, permettono genericamente di fare ciò che promette Mozilla Scout.
È plausibile dunque che il browser vocale del gruppo desideri andare ancora più in là, ovvero diventare un modo per navigare effettivamente con la voce attraverso il World wide web che già conosciamo, o almeno attraverso una sua versione strutturata per fare a meno di testo scritto e immagini. Si tratterebbe di uno sforzo impossibile da sostenere per la Mozilla Foundation in autonomia (motivo per cui l’arrivo di un prodotto

Articoli correlati

  • Generalisti o specializzati? Gli assistenti  vocale entrano in ufficioJune 7, 2018 Generalisti o specializzati? Gli assistenti vocale entrano in ufficio Ci sono i generalisti e gli specializzati. Come in tutte le cose. Gli assistenti vocali che sono già da qualche anno entrati negli smartphone si sono evoluti. Qualche nome già abbiamo imparato a consocerlo. Siri, Cortana, Bixby, Alexa Google assistant. Alcuni di loro, i più ...
  • Sonos Beam, la recensione della soundbar intelligenteJune 27, 2018 Sonos Beam, la recensione della soundbar intelligente Sonos Beam, l’ultimo altoparlante realizzato dalla casa californiana Sonos ha l’aspetto di una soundbar ma incorpora anche le funzioni di uno smart speaker e componenti in grado di soddisfare anche chi è interessato all’ascolto di tracce musicali. Per scoprire come pu&ogr...
  • Alexa sta arrivando in Italia: ecco che cosa potrà fare (e che cosa no)May 24, 2018 Alexa sta arrivando in Italia: ecco che cosa potrà fare (e che cosa no) (Foto: Amazon)Finalmente Amazon è pronta a rispondere a tono all’arrivo in Italia degli altoparlanti smart Google Home. Dopo ormai diversi anni di rodaggio sul suolo dei paesi anglofoni (e più recentemente in Germania) l’azienda di Jeff Bezos è infatti in procinto...
  • Amazon si affida agli sviluppatori per migliorare Alexa in italianoJune 19, 2018 Amazon si affida agli sviluppatori per migliorare Alexa in italiano (Foto: Amazon)Pochi giorni fa abbiamo parlato dell’imminente arrivo in Italia di Alexa, l’assistente vocale realizzata da Amazon. Il gruppo si sta decisamente preparando a portare l’apprezzato software anche nel nostro paese, ma un passaggio fondamentale perché questo avv...
  • Interlocutori digitaliJune 2, 2018 Interlocutori digitali La conversazione con le macchine fino ad oggi è stata poco soddisfacente: voci nasali e metalliche che spesso non rispondono a tono e ripetono le stesse frasi standard come un disco rotto. Da Siri a Cortana, da Alexa a Wavenet, gli interlocutori digitali hanno tutti gli stessi difetti. Goo...
  • Le proposte per le nuove icone di Mozilla FirefoxAugust 2, 2018 Le proposte per le nuove icone di Mozilla Firefox La galassia di Mozilla Firefox è in rapida espansione, e così urgono lavori di ristrutturazione per quanto riguarda il suo logo. Quello del browser della volpe infuocata, certo, ma anche quelli di tutta la gamma di servizi collaterali legati in qualche modo al brand. A dichiar...

Continua a leggere