Il pensatore di Rodin (Pixabay)Elaborare modelli, pensare in astratto, capire gli altri, avere nuove idee: sono solo alcune delle abilità mentali e psichiche che costituiscono l’intelligenza. Tutte abilità che oggi sembrano essere in calo, fra le nuove generazioni, almeno stando ad una vasta analisi dei test del quoziente intellettivo (Qi). Lo studio è stato condotto da due ricercatori del Centro Ragnar Frisch per la ricerca economica in Norvegia, Bernt Bratsberg e Ole Rogeberg, che hanno esaminato un ampio campione di dati del quoziente intellettivo di giovani militari in Norvegia, per un periodo di quasi 40 anni. I risultati sono pubblicati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America.
I ricercatori hanno studiato i punteggi Qi di 730mila giovani uomini misurati in occasione della visita di leva per il servizio militare norvegese nel periodo dal 1970 al 2009. Il campione è stato suddiviso in due sottogruppi di età, i ragazzi nati fra il 1962 e il 1975 (che entravano come nuove leve dal 1970 al 1993) e quelli più giovani, nati fra il 1975 e il 1991 (con punteggi misurati dal 1993 al 2009). Ebbene, in media i valori del quoziente intellettivo di questi ultimi partecipanti erano più bassi di circa 7 punti passando da una generazione all’altra. Fra i nati a metà degli anni ’70, che oggi hanno 43 anni, e i ragazzi nati nel 1991, che oggi hanno 27 anni, ci sono più di 5 punti di differenza.
Per capire le ragioni dell’inversione del trend negli

Articoli correlati

  • Il buco dell’ozono è di nuovo in pericolo. Ma non sappiamo ancora perchéMay 17, 2018 Il buco dell’ozono è di nuovo in pericolo. Ma non sappiamo ancora perché (foto: Nasa)La caccia è ufficialmente aperta: una misteriosa fonte di emissioni di clorofluorocarburi sta provocando nuovamente danni allo strato dell’ozono. A lanciare l’allarme sulle pagine di Nature sono stati i ricercatori statunitensi della National Oceanic and Atmospheric...
  • Perché alcune persone sono resistenti all’hiv?June 9, 2018 Perché alcune persone sono resistenti all’hiv? (immagine: Nih)Gli antiretrovirali hanno cambiato la storia dell’hiv: prima del loro avvento la stragrande maggioranza delle persone infette era destinata inesorabilmente a sviluppare l’Aids, la forma conclamata della malattia, e poi a morire per le sue complicanze. Per una ristretta ...
  • In Italia il 60% dei giovani disoccupati non vuole traslocare per lavoroMarch 27, 2018 In Italia il 60% dei giovani disoccupati non vuole traslocare per lavoro Ragazzo in viaggioTraslocare per lavoro? In Italia il 60% dei disoccupati tra 20 e 34 anni dice no. Lo rivela uno studio di Eurostat, l’istituto di statistica comunitario. Secondo l’analisi, basata su dati del 2016, l’Italia è il sesto paese per immobilismo dei giovani ch...
  • Ecco lo “scaldabagno” più veloce del mondoMay 15, 2018 Ecco lo “scaldabagno” più veloce del mondo 0,000000000000075 secondi. È questa la velocità lampo impiegata dall’acqua per passare da una temperatura ambiente a quella di ben 100mila gradi centigradi. Tutto grazie a un nuovo dispositivo laser a raggi X: a riuscire nella straordinaria impresa sono stati i ricercatori sve...
  • L’origine naturale delle criptovaluteApril 28, 2018 L’origine naturale delle criptovalute Quando si pensa a bitcoin, la fluidodinamica non è la prima cosa che viene in mente. Per un giovane fisico di Stanford, invece, arrivarci è stato quasi semplice come mescolare lo zucchero nel caffè. La scoperta di un parallelo tra la fisica della fluidodinamica in natura e le...
  • Terremoti, quanto ci vuole per dare l’allarme?March 29, 2018 Terremoti, quanto ci vuole per dare l’allarme? Allertare la popolazione il prima possibile in caso di terremoto è una misura essenziale per la sopravvivenza e per limitare i danni fisici. Ma non sempre è possibile. Ed è oggi scientificamente provato che più intensa è la scossa, più è difficile ...

Continua a leggere