Una donna fa causa alla Nasa per tenersi una fiala di polvere dalla Luna

Una causa federale (forse) deciderà se i privati cittadini possono possedere materiale dalla Luna. Laura Cicco, una donna del Tennessee, sostiene di aver ricevuto in dono da Neil Armstrong in persona (quasi 50 anni fa) una fiala contenente polvere lunare e, per paura che le venga confiscata, ha intentato una causa preventiva contro la Nasa, perché le venga riconosciuta la proprietà. L’agenzia spaziale per ora non rilascia dichiarazioni sul caso, ma la posizione ufficiale è quella della legge approvata dal Congresso nel 2012: il materiale dalla Luna, come rocce e polveri, è di proprietà del governo degli Stati Uniti.
Furto o regalo?
Laura Cicco non è una ladra, racconta il suo avvocato Christopher McHugh alla Bbc. Aveva dieci anni quando suo padre, Tom Murray, tornò a casa mostrandole il regalo che Neil Armstrong, il primo uomo a mettere piede sulla Luna, le aveva fatto: una fiala di polvere lunare, accompagnata dalla dedica “A Laura Ann Murray, buona fortuna, Neil Armstrong, Apollo 11”. Secondo la donna, i due uomini erano molto vicini e facevano parte dello stesso club esclusivo, i Quiet Birdmen.
Al tempo, però, quella che sembrava solo polvere grigia non aveva entusiasmato poi molto Laura, tant’è che si dimenticò della fiala, ritrovandola solo alla morte dei genitori decenni più tardi.
Un cimelio di famiglia più unico che raro, insomma. Ma solo quando Laura e suo marito hanno fatto analizzare il contenuto della fiala per provarne l’autenticità (e quindi il valore), hanno capito di poter avere tra le mani più un problema che un

Articoli correlati

  • Le giornate sulla Terra si stanno allungando. Merito della LunaJune 6, 2018 Le giornate sulla Terra si stanno allungando. Merito della Luna (Foto: Nasa)Tutti coloro che sono convinti che “le giornate volano” e le ore non sono mai abbastanza si devono ora ricredere. I giorni sulla Terra, infatti, si stanno allungando sempre di più con il passare degli anni. A raccontarlo su Pnas sono stati i ricercatori della Columb...
  • No, queste immagini non sono di Tiangong-1April 3, 2018 No, queste immagini non sono di Tiangong-1 Tiangong-1 è rientrata sulla Terra tra le 2:15 e le 2:17 ora italiana del 2 aprile, in un punto dell’Oceano pacifico meridionale al largo di Tahiti. Ma, per quanto se ne sappia ora, nessuno ha assistito direttamente all’evento. E allora cosa sono le immagini e i video che circo...
  • Perché la Nasa ha spedito campioni di sperma umano nello spazioApril 11, 2018 Perché la Nasa ha spedito campioni di sperma umano nello spazio È possibile concepire nello Spazio? No, niente di morboso. Nessun riferimento a congetture su rapporti sessuali tra astronauti sulla Stazione spaziale internazionale (Iss). Ma farsi delle domande (scientifiche) è più che lecito e gli esperti della Nasa non se ne stanno certo ...
  • Luca Parmitano: “Quando c’è di mezzo lo Spazio, tutto può cambiare”April 28, 2018 Luca Parmitano: “Quando c’è di mezzo lo Spazio, tutto può cambiare” Luca Parmitano in addestramento alla Nbl (foto: Nasa/ James M. Blair)“Sto andando a misurare un nuovo paio di guanti; mi serviranno presto”. Nello Spazio tutto cambia. Viene in mente questo quando a parlare è Luca Parmitano, l’astronauta dell’Agenzia spaziale europe...
  • Wired Next Fest 2018, tutte le attività del PlanetarioMay 17, 2018 Wired Next Fest 2018, tutte le attività del Planetario Il Planetario Civivo Hoepli di MilanoSta per arrivare la tre giorni del Wired Next Fest 2018, da venerdì 25 a domenica 27 maggio (qui tutto il programma). Anche quest’anno avremo la possibilità di organizzare alcune attività all’interno Planeta...
  • Tiangong-1 è caduta nell’Oceano Pacifico (senza far danni)April 2, 2018 Tiangong-1 è caduta nell’Oceano Pacifico (senza far danni) Partita il 17 agosto del 2011, operativa fino alla fine del 2016 ma fuori controllo già dal marzo dello stesso anno, alla fine la stazione spaziale cinese Tiangong-1 ha concluso oggi – 2 aprile 2018 – la propria storia con il tanto atteso rientro fuori controllo. Il cosiddetto ...

Continua a leggere