(Foto: Mashable)A partire da oggi le traduzioni di Google Translate si faranno più accurate anche per chi non può collegarsi a internet. La casa di Mountain View ha annunciato dal suo blog di avere finalmente svincolato dalla sua infrastruttura cloud una delle caratteristiche più interessanti del suo software di traduzione: il supporto delle tecnologie di machine learning, che consentono di tradurre intere frasi tenendo in considerazione la posizione delle parole negli enunciati e il contesto nelle quali sono poste, dando come risultato traduzioni più fedeli al senso espresso dal materiale originale.
(Foto: Google)Finora gli algoritmi di neural machine translation che rendevano possibile questa tipologia di traduzione risiedevano online e si potevano sfruttare soltanto inviando in rete le stringhe di testo da tradurre e aspettando il risultato dai server Google. L’app di Google Traduttore faceva tutto automaticamente ma, in caso di mancanza di connessione, doveva rifarsi al vecchio e meno accurato motore di traduzione.
Con questo cambiamento le traduzioni basate sul machine learning di Google diventano disponibili anche là dove servono di più ma dove la connessione a internet è più costosa o difficile da ottenere: all’estero. I linguaggi supportati sono 59, ognuno dei quali va attivato scaricando preventivamente il relativo pacchetto aggiuntivo, che fortunatamente non supera quasi mai i 30-40 megabyte di dimensioni. La novità tuttavia è in fase di distribuzione e potrebbe volerci qualche giorno prima di trovarla a disposizione sul proprio dispositivo. Al suo arrivo, una notifica chiederà all’utente se desidera aggiornare i propri pacchetti aggiuntivi per trarne vantaggio.
The post L’intelligenza

Articoli correlati

  • La sim Iliad messa alla prova, dall’acquisto alla connessioneJune 1, 2018 La sim Iliad messa alla prova, dall’acquisto alla connessione (Foto: Lorenzo Longhitano)Sicuramente l’offerta messa sul piatto in questi giorni dall’operatore telefonico francese Iliad un primo obiettivo l’ha raggiunto: sta facendo discutere e chiacchierare migliaia di consumatori in cerca di condizioni più vantaggiose per telefonar...
  • Huawei lavora su un assistente digitale dotato di emozioniApril 23, 2018 Huawei lavora su un assistente digitale dotato di emozioni (Foto: Lorenzo Longhitano)Huawei sta iniziando a sbottonarsi sull’esistenza e l’arrivo del suo primo assistente digitale. In effetti sapevamo già da tempo che la casa cinese stesse lavorando a un rivale di Google Assistant, Alexa e compagnia parlante, ma finora gli indizi a rig...
  • E se a decidere il rigore fosse il pallone?May 19, 2018 E se a decidere il rigore fosse il pallone? Immaginiamo che a regolare il gioco del calcio, fin dalla prima partita disputata, ci siano solo robot super intelligenti. A un certo punto compare sulla scena un certo Aldo Biscardi, che promuove una grande petizione dal titolo: “Vogliamo l’arbitro in campo”. Vuol dire che poss...
  • Sonos Beam, la recensione della soundbar intelligenteJune 27, 2018 Sonos Beam, la recensione della soundbar intelligente Sonos Beam, l’ultimo altoparlante realizzato dalla casa californiana Sonos ha l’aspetto di una soundbar ma incorpora anche le funzioni di uno smart speaker e componenti in grado di soddisfare anche chi è interessato all’ascolto di tracce musicali. Per scoprire come pu&ogr...
  • Chi è Giulia Grillo, il nuovo ministro della SaluteJune 1, 2018 Chi è Giulia Grillo, il nuovo ministro della Salute (Foto: Stefano Montesi- Corbis/Corbis – Getty Images)Classe 1975, catanese, medico, con specializzazione in medicina legale. È questo l’identikit di Giulia Grillo, il nuovo ministro della Salute del governo Conte. La Grillo (precisiamo fin da subito che sebbene abbia lo stesso ...
  • Google ha assegnato i premi Oscar per le app AndroidMay 10, 2018 Google ha assegnato i premi Oscar per le app Android L’annuale conferenza Google I/O che la casa di Mountain View organizza ogni anno per gli sviluppatori non è stata solo l’occasione per l’azienda di annunciare le proprie novità negli ambiti di smartphone e intelligenza artificiale, ma è anche servita per cel...

Continua a leggere