(Foto: Facebook)Dopo una serie di nuove prassi che riguarderanno gli annunci a contenuto politico e che saranno rilasciate entro questo mese per garantire una maggiore trasparenza, Facebook interviene anche sugli annunci commerciali. Se un utente ha avuto problemi con un acquisto, dopo aver cliccato su una pubblicità per comprare un prodotto, potrà lasciare il proprio riscontro sulla piattaforma.
Una serie di lamentele provenienti da più utenti faranno sì che la piattaforma indaghi sull’effettiva efficienza dell’attività e, a mali estremi, le impedisca di pubblicare ulteriori pubblicità. La nuova politica sarà attiva progressivamente a livello globale a partire da oggi. Sotto la lente in particolar modo ci saranno i tempi di spedizione, la qualità del prodotto e il servizio clienti.
Facebook, spiega un post ufficiale, invierà notifiche agli utenti per chiedere informazioni sulla loro esperienza se rileva che hanno acquistato qualcosa dopo aver fatto clic su un annuncio. Nella pagina Attività Pubblicitarie Recenti si trova già una cronologia dei rapporti intrattenuti (per adesso in Italia anche i post sponsorizzati che nulla hanno a che vedere con l’ecommerce).
Le aziende saranno informate sui feedback negativi e se il feedback dei clienti non migliora dopo un avvertimento, Facebook inizierà a limitare il numero di annunci che un’azienda può pubblicare. Tirando la corda, rischia il ban.
The post Facebook adotta i feedback per le pubblicità: a rischio chi ha brutti voti appeared first on Wired.

Articoli correlati

  • Diritti tv, annullato il bando Mediapro. Sky esultaMay 9, 2018 Diritti tv, annullato il bando Mediapro. Sky esulta (Immagine: pixabay)Il giudice della sezione per le imprese tribunale civile di Milano Claudio Marangoni ha dato ragione a Sky, accogliendone l’impianto secondo cui il bando Mediapro per i diritti televisivi della serie A italiana (nel periodo 2018-2021) vìola le norme della concorren...
  • Coinvolti 214mila italiani, garante in campoApril 6, 2018 Coinvolti 214mila italiani, garante in campo La declinazione italiana del caso Cambridge Analytica adesso ha un numero: 214.134. Sono gli utenti italiani i cui dati sono finiti sui server della società londinese che ha avuto i dati dall’ormai famosa app mydigitallife, realizzata dal matematico Aleksandr Kogan. In realtà...
  • Facebook cambia ancora: limitazioni a teenager e riconoscimento faccialeApril 18, 2018 Facebook cambia ancora: limitazioni a teenager e riconoscimento facciale I ragazzi tra i 13 e i 15 anni dovranno ottenere il permesso dei genitori per accedere a tutti i contenuti pubblicitari del social network, il riconoscimento facciale «sarà facoltativo». Inoltre gli utenti potranno scegliere se far utilizzare dalla piattaforma i dati raccolti ...
  • Facebook semplifica gli strumenti di privacyMarch 28, 2018 Facebook semplifica gli strumenti di privacy Ci volevano un tonfo in Borsa e uno scandalo, chiamato Cambridge Analytica, che non accenna a placarsi per convincere Facebook a semplificare la gestione della privacy sulla sua piattaforma. Come annunciato la scorsa settimana prima da Zuckerberg e poi da un post sul blog, Facebook ha deciso di r...
  • Come sarà la funzione Dating di FacebookMay 9, 2018 Come sarà la funzione Dating di Facebook (foto: Gaia Berruto/Wired)Per quanto riguarda la sua nuova funzione d’incontri online, diciamo che Mark Zuckerberg non prevede di rispondere, in futuro “Senator, we run ads“. Dating, lo strumento per trovare “relazioni durature” annunciato nel cor...
  • Zuckerberg annuncia uno strumento per cancellare i cookie da FacebookMay 1, 2018 Zuckerberg annuncia uno strumento per cancellare i cookie da Facebook San José – Uno strumento per cancellare i cookie da Facebook. Mark Zuckerberg lo annuncia un’ora prima di salire sul palco dell’F8, l’annuale conferenza per sviluppatori di Facebook. Mentre la gente è in coda per entrare nel centro conferenze e i giornalisti ...

Continua a leggere