(foto: Getty)Non è un segreto per nessuno che, oltre ad aver ampliato le possibilità di creare e condividere informazione, internet sia diventato per molti anche uno strumento su cui sfogare le proprie frustrazioni. Frustrazioni, camuffate da opinioni personali e libertà di parola, che spesso si rivoltano contro alcuni capri espiatori specifici. Di solito, non a caso, questi bersagli sono donne: Laura Boldrini, Selvaggia Lucarelli e non da ultima in questo periodo Asia Argento. È una trappola comunicativa senza scampo: qualunque cosa facciano, qualunque cosa dicano saranno attaccate in modo gratuito e aprioristico.
Non che gli altri casi siano meno gravi, ma la vicenda di Argento ha assunto in queste ultime settimane una deriva di scarsissima umanità. L’artista era finita nell’occhio del ciclone social già quando alla fine del 2017 aveva denunciato, fra le poche e fra le prime a viso scoperto, le molestie subite dal produttore Harvey Weinstein: invece di dimostrare la doverosa solidarietà, in Italia soprattutto è partita una campagna di odio che andava dal “se l’è andato a cercare” al “sennò non avrebbe mai lavorato“, passando per un più ambiguo “ma poi ha scelto di starci insieme“. Una serie di superficialità (spesso, cosa ancora più grave, dette da donne) infilate una dietro l’altra senza la minima consapevolezza che la vita è un fatto piuttosto complicato, soprattutto più complicato dell’immagine pubblica.
Nei mesi scorsi le polemiche sono andate e venute, con attacchi pesantissimi che continuavano a venirle ad esempio da quotidiani come Libero, ma Asia Argento ha resistito e combattuto ancora, tenendo ad

Articoli correlati

  • Harvey Weinstein incriminato per stupro e molestie sessualiMay 31, 2018 Harvey Weinstein incriminato per stupro e molestie sessuali (foto: Getty)Alla fine della settimana scorsa avevamo visto Harvey Weinstein, il notorio produttore di Hollywood al centro di uno dei più grandi scandali sessuali scoppiato negli ultimi mesi del 2017, consegnarsi alla polizia di New York per poi essere rilasciato dopo aver pagato...
  • Asia Argento, perché non è utile abboccare all’amo di SalviniJuly 23, 2018 Asia Argento, perché non è utile abboccare all’amo di Salvini Diciamo che se c’è una cosa di cui non si ha bisogno è cadere nel triviale giochino di Matteo Salvini sui social. Purtroppo è capitato venerdì scorso ad Asia Argento che, in risposta al solito tweet indecoroso in cui il ministro dell’Interno (ministro dell&...
  • Cannabis light, che succede dopo il no del Consiglio superiore di sanità?June 23, 2018 Cannabis light, che succede dopo il no del Consiglio superiore di sanità? Foto PixabayCannabis light, ma ora che succede? Cosa cambia dopo che il Consiglio superiore di sanità ha espresso un parere contrario alla vendita? All’atto pratico, nulla. “Questo parere, per quanto autorevole, non ha un valore inibitorio. Oggi posso tranquillamente comprare c...
  • Lsd, mdma e ketamina promuovono la plasticità neuraleJune 13, 2018 Lsd, mdma e ketamina promuovono la plasticità neurale (foto: Calvin and Joanne Ly)Mdma, Lsd, funghi allucinogeni, e chi più ne ha più ne metta. Da anni la comunità scientifica sta indagando, e in molti casi riscoprendo, il potenziale terapeutico di quelle che oggi consideriamo sostanze stupefacenti (e che per questo in Italia no...
  • Perché alcune persone hanno le vertigini quando sentono certi suoni?July 12, 2018 Perché alcune persone hanno le vertigini quando sentono certi suoni? (foto: Pixabay)Ipersensibilità a particolari suoni e agli sbalzi di pressione con attacchi di vertigini, nausea, perdita di equilibrio e stordimento. È chiamato fenomeno di Tullio, dal nome del biologo italiano che lo descrisse nel 1929, e finora le sue cause scientifiche non era de...
  • Geoff Mulgan: “Il futuro passa dalla creazione di un’intelligenza collettiva”June 26, 2018 Geoff Mulgan: “Il futuro passa dalla creazione di un’intelligenza collettiva” Geoff Mulgan (foto: Jeremy Sutton-Hibbert/Getty Images)C’è chi immagina un futuro dove uomini e macchine saranno in competizione per la supremazia e chi, come Geoff Mulgan, crede invece che l’unica via sia una sinergia virtuosa, che esalti cervello umano e tecnologia. La connes...

Continua a leggere