Bruno Farmaceutici investe 75k euro nella campagna di equity crowdfunding di Insilico Trials

Bruno Farmaceutici spa, leader di mercato in Italia nell’ambito dei cortisonici orali solidi e dei farmaci antidiabetici, tra cui il Deltacortene e il Glucophage, ha investito 75 mila euro in InSilico Trials, pmi triestina che ha creato la prima piattaforma web dove effettuare test clinici, utilizzando modelli e simulazioni, invece che pazienti, attualmente in raccolta con una campagna di equity crowdfunding sul portale CrowdFundMe (scarica qui il comunicato stampa).
Bruno Farmaceutici, attiva nella ricerca e dello sviluppo di farmaci riformulati con modalità di assunzione più moderne, negli ultimi anni, ha lanciato formulazioni innovative in ambito cardiologico, in particolare per la fibrillazione atriale e l’ipertensione secondaria, e per la cura di patologie estremamente diffuse quali diabete, obesità e osteoporosi. E proprio per proseguire e perfezionare questo lavoro nel campo farmaceutico, l’azienda ha adottato la logica dell’open innovation e ha deciso di investire in InSilico Trials.  “InSilico Trials può essere per noi il partner giusto per sviluppare nel modo migliore e più veloce le nostre idee su nuovi farmaci ed anche nuovi medical devices”, ha commentato il managing director di Bruno Farmaceutici, Vincenzo Bruno.
Sulla piattaforma di Insilico Trials le aziende farmaceutiche possono simulate alcune fasi dei test clinici necessari per sviluppare un nuovo farmaco, riuscendo a ridurre anche del 50% i tempi della ricerca e sviluppo. InSilico Trials collabora attivamente con FDA e EMA, rispettivamente l’agenzia del farmaco americana ed europea, per certificare questo modello di ricerca e vanta partner di alto profilo, come Microsoft e le stesse FDA e EMA, oltre ad avere già come clienti alcune delle maggiori

Articoli correlati

Continua a leggere