Visualizzare il modello dell’organo malato di un paziente attraverso uno schermo non è di certo come poterlo ispezionare nella realtà, ma grazie ad approcci come la realtà virtuale e quella aumentata sono molti di più oggi i particolari che medici e chirurghi di oggi possono apprezzare. Il prossimo passo, però, e poterli ricostruire davvero, seppur con materiali sintetici, e poterli osservare da vicino come se avessimo tra le mani l’originale.
Ci sta lavorando un gruppo di ricercatori operativi tra il Mit di Boston e l’Università di Harvard, che ha appena messo a punto una tecnica per stampare in 3D modelli con una precisione senza precedenti.
E che non vale solo per la ricerca medica. Possiamo applicare gli stessi metodi per riprodurre e analizzare la superficie di Marte, per esempio, o della Luna, o modelli più precisi dei reperti archeologici o, ancora, lo stato dei ghiacciai. Il loro studio, pubblicato su Science Advances, è consultabile qui. Ma intanto guardatevi questo video: non vi sembra stupefacente?
(Science)
The post Ossa e cervelli stampati in 3D per migliorare la ricerca appeared first on Wired.

Articoli correlati

  • Ecco la regola fondamentale della plasticità cerebraleJune 25, 2018 Ecco la regola fondamentale della plasticità cerebrale I nostri cervelli sono notoriamente plastici: miliardi di neuroni possono modificare le proprie funzionalità creando semplicemente connessioni (sinapsi) nuove e più forti con altri neuroni. È così che il cervello riesce a modificare la propria struttura e le propr...
  • Gli scienziati che ascoltano la voce delle montagneAugust 6, 2018 Gli scienziati che ascoltano la voce delle montagne Salire in vetta per ascoltare il suono del vento tra le rocce. Per molti è sicuramente un piacere, ma per un gruppo di ricercatori dell’Università dello Utah è diventato un modo per fare scienza. Supportato dalla National Science Foundation, il progetto parte...
  • Cinque per mille: scopri chi ha raccolto più soldi. Tutte le classificheAugust 23, 2018 Cinque per mille: scopri chi ha raccolto più soldi. Tutte le classifiche La riforma del terzo settore chiede massima trasparenza sull’uso delle somme del cinque per mille dell’Irpef assegnate dai contribuenti. Un tesoretto da 491 milioni, conteso fra oltre 56mila enti. Quando la riforma sarà a regime, i beneficiari, a un anno dall’incasso, dov...
  • Così l’AI ci sta aiutando a scoprire nuovi materiali alla velocità della luceJune 18, 2018 Così l’AI ci sta aiutando a scoprire nuovi materiali alla velocità della luce Uno degli aspetti meno considerati dell’intelligenza artificiale è la sua capacità di accorciare il tempo. Cioè di velocizzare pratiche prima molto lunghe e dispendiose in termini di risorse ed energie, consentendo, nel caso che vedremo a scienziati e ricercatori, di oc...
  • Robot e problem-solving: insieme è meglioAugust 7, 2018 Robot e problem-solving: insieme è meglio L’intelligenza collettiva, cioè la capacità di portare a termine operazioni molto complesse solo quando si trovano in gruppo, non riguarda solo le formiche e altri animali. Un team di ricercatori dell’Università di Bruxelles ha appena reso noto, sulle pagine di Sc...
  • La Luna sulle note del Clair de Lune di DebussyJuly 30, 2018 La Luna sulle note del Clair de Lune di Debussy In occasione del sessantesimo compleanno della Nasa, al Kennedy Center for the Performing Arts di Washington gli spettatori hanno potuto godere di uno spettacolo straordinario: un filmato con le immagini più belle della superficie della Luna mentre nel frattempo la National Symph...

Continua a leggere