L’Italia ha ripreso a vendere maxi yatch e barche in tutto il mondo

Tra i settori industriali che hanno risentito pesantemente della crisi economica iniziata nel 2009 c’è anche la cantieristica nautica. Il comparto degli yatch è stato per anni uno dei settori di eccellenza della produzione industriale italiana.
Dopo quattro anni di profondo calo del mercato e un triennio di crescita, oggi la nautica italiana è ripartita, aumentando produzione ma anche domanda interna. I dati del 2017 e le previsioni del 2018 sono stati presentati nei giorni scorsi da Deloitte a Viareggio nel corso del Versilia Yachting Rendez-Vous, fiera degli yatch di alta gamma giunta alla seconda edizione e organizzata da Nautica Italiana e Fiera Milano.
La produzione della nautica da diporto italiana nel 2017 si assesta a un valore di 2,3 miliardi di euro, registrando una crescita del 14% rispetto al 2016. Crescita che si conferma con un +8,7% durante il primo trimestre del 2018 sempre sulle nuove costruzioni. Questo porta alla previsione di un aumento del valore della produzione per l’anno in corso pari al 12-15%.
L’export resta determinante per i cantieri italiani, considerato che rappresenta più dei tre quarti del mercato (85,9% nel 2017, per la precisione). C’è da segnalare un forte segnale di ripresa della domanda interna che ha registrato un + 36%, arrivando a pesare un 14,1%, livello mai raggiunto negli ultimi anni. Cartina di tornasole del ritorno all’acquisto di yatch e barche è la crescita del leasing della nautica per i mezzi di dimensione sotto i 14 metri.
Per quanto riguarda la composizione produttiva dei 150 cantieri presenti in Italia,

Articoli correlati

  • Multa record dell’Europa contro Google: 4,3 miliardi per AndroidJuly 18, 2018 Multa record dell’Europa contro Google: 4,3 miliardi per Android La stangata era nell’aria e puntualmente è arrivata. La Commissione europea ha inflitto a Google una multa da 4,3 miliardi di euro (pari a 5 miliardi di dollari) per aver abusato della sua posizione dominante nei sistemi operativi per telefoni cellulari. L’ammontare &egrav...
  • Cristiano Ronaldo è il re dei social media (e anche per questo la Juve ha fatto un affare)July 13, 2018 Cristiano Ronaldo è il re dei social media (e anche per questo la Juve ha fatto un affare) (Foto: Alexander Hassenstein/Fifa/Getty Images)Anche se schifate il calcio, a meno che non viviate su Marte o sopra una colonna come gli anacoreti, sarete a conoscenza dell’affare dell’estate: la Juventus di Andrea Angelli ha acquistato dal Real Madrid Cristiano Ronaldo. CR7, come lo ...
  • Iliad, occhio ai costi imprevistiJuly 2, 2018 Iliad, occhio ai costi imprevisti L’operatore francese Iliad non smette di far parlare di sé, vuoi per il quantitativo di persone già passate ai suoi servizi, vuoi per ragioni meno piacevoli come i problemi emersi nel corso degli ultimi giorni. Alle porte del weekend appena conclusosi, gli utenti che si sono l...
  • Perché Comcast rinuncia all’acquisizione di 21st Century FoxJuly 20, 2018 Perché Comcast rinuncia all’acquisizione di 21st Century Fox Non sono bastati 66 miliardi di dollari a Comcast per acquisire gli asset di 21st Century Fox. Il gigante statunitense infatti, dopo mesi di trattative, ha deciso di farsi da parte e lasciare via libera a Walt Disney che ora, con la sua offerta – giunta a quota 71 miliardi di doll...
  • Su Facebook 195 milioni di persone cercano prodotti italiani. Ecco come acchiapparleJuly 5, 2018 Su Facebook 195 milioni di persone cercano prodotti italiani. Ecco come acchiapparle Secondo una ricerca di McKinsey, nel 2030 il 75% della popolazione mondiale sarà online soprattutto grazie alla connessione da mobile. “La mobile economy si sta sviluppando fortemente”, spiega Ciaran Quilty, vice presidente Facebook dell’area Europa, Medio oriente e Afric...
  • Netflix, primo contraccolpo: gli iscritti crescono, ma non abbastanzaJuly 17, 2018 Netflix, primo contraccolpo: gli iscritti crescono, ma non abbastanza Primavera amara per Netflix. Il numero di abbonati non decolla nel secondo trimestre dell’anno. Da aprile a giugno 2018 sono 5,2 milioni i nuovi iscritti alla piattaforma di streaming video. Molti, ma non abbastanza, almeno secondo quanto previsto nei mesi scorsi dall’azienda e dagli ...

Continua a leggere