Non si sentiva il bisogno di un altro miliardario irritato dalle notizie sul proprio conto o sulla propria azienda e che aspira a mettere il bavaglio ai media. In Italia abbiamo avuto degli illustri esempi (non ultimo il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, con i giornalisti messi alla gogna sul blog, esperimento durato qualche tempo). Negli Stati Uniti il più acerrimo nemico della stampa è stato, in campagna elettorale e dopo, l’attuale presidente – e businessman – Donald Trump. Ora ci si mette anche una star della Silicon Valley. È Elon Musk, ceo e fondatore di Tesla, oltre che di Space X, imprenditore “visionario” – come si dice in questi casi – che ha saputo trasformare il suo marchio in un colosso di Borsa in grado di capitalizzare più di GM e le sue auto sportive a batteria per gente affluent in un fenomeno globale e di moda, pur vendendo solo qualche decina di migliaia di unità.
Irritato dai report negativi – forti di numeri pubblici – sullo stato dei conti di Tesla, che ancora non vede la luce dei profitti, e dai numerosi articoli sulle difficoltà in cui versa la produzione della Model 3, ovvero il modello dedicato al mass-market (anche se il prezzo da una base di 35mila dollari può arrivare a 60mila, cifra non precisamente alla portata di chiunque), Musk ha deciso che il problema non è Tesla ma la stampa che se ne occupa. E che comunque negli ultimi anni ha contribuito non poco a

Articoli correlati

  • Incidente  Tesla, l’autopilota era attivo ma il conducente non aveva le mani sul volanteMarch 31, 2018 Incidente Tesla, l’autopilota era attivo ma il conducente non aveva le mani sul volante La Tesla Model X che il 23 marzo si è scagliata contro uno spartitraffico a Mountain View, prendendo fuoco e uccidendo Wei Huang, 38 anni, un ingegnere della Apple, aveva attivato il sistema di guida autonoma. Il conducente, però, non aveva le mani sul volante. Secondo la ricostruz...
  • Tesla punta sul crossover Model Y per far quadrare i contiMay 7, 2018 Tesla punta sul crossover Model Y per far quadrare i conti Un visionario, un genio, un fenomeno, un magnate del futuro o che per lo meno ci prova. Elon Musk viene definito una delle menti più interessanti e tra gli imprenditori più intraprendenti di questi anni e il sui progetti sono lì, da ammirare, da corteggiare e anche da ca...
  • Da Facebook a Google, perché è impossibile boicottare i big del webApril 5, 2018 Da Facebook a Google, perché è impossibile boicottare i big del web Lo scandalo Cambridge Analytica ha messo per la prima volta all’angolo un colosso come Facebook. Le ripercussioni finanziarie e di immagine sono pesanti, e non è un caso che qualcuno abbia messo in discussione finanche la leadership di Mark Zuckerberg. Le acque, insomma, sono agitat...
  • Elon Musk vuole fare la classifica dei media miglioriMay 24, 2018 Elon Musk vuole fare la classifica dei media migliori (Foto: Justin Sullivan/Getty Images)Elon Musk si scaglia contro i media che, a suo dire almeno, sono spesso troppo critici e disonesti nei confronti di Tesla. Per questo motivo vuole creare un servizio online, un pagellone che attesti l’attendibilità di editori, giornali e giornalist...
  • Tesla licenzia il 9% dei lavoratori per fare un ritocchino ai contiJune 13, 2018 Tesla licenzia il 9% dei lavoratori per fare un ritocchino ai conti (Foto: Wired)Tesla ha deciso di chiudere il 2018 in positivo. Per farlo darà il via a un piano di ristrutturazione aziendale che prevede però un’ondata di licenziamenti. La società di Elon Musk infatti, sarebbe pronta a licenziare circa il 9% dei lavoratori. La soc...
  • Il vero problema di Tesla? Troppi robot, secondo gli analisti di Wall StreetMarch 29, 2018 Il vero problema di Tesla? Troppi robot, secondo gli analisti di Wall Street Altro che rischio indebitamento e incognita sulla guida autonoma! Il vero problema della Tesla, che sta affossando il titolo al Nasdaq, sono i robot. Parola degli analisti di Bernstein che seguono l’innovativa produttrice di vetture elettriche: Elon Musk ha esagerato nell’automatizza...

Continua a leggere