(Foto: Getty Images)Mangiare solo avocado. O nient’altro che brodo. O, ancora, solo alimenti liquidi. In fatto di diete e alimentazione, si è detto più o meno tutto e il contrario di tutto. E, come abbiamo più volte evidenziato, è sempre bene fare molta attenzione a tutte le diete che si (auto)proclamano facili e miracolose, che spesso non hanno alle proprie spalle evidenze scientifiche solide e che talvolta possono addirittura comportare grossi rischi per la salute di chi le adotta. Oltre ai regimi che precludono (o consigliano) questo o quell’alimento, una branca relativamente nuova è la cosiddetta crononutrizione, ossia la scienza che indaga il legame tra ritmi circadiani (i cicli biologici di 24 ore regolati dall’orologio interno al nostro organismo e caratterizzati dalla variabilità periodica di livelli ormonali e funzioni fisiologiche: ci torneremo tra poco) e metabolismo.
L’idea alla base è semplice: dato che il nostro corpo funziona diversamente in momenti differenti della giornata, è lecito aspettarsi che anche l’assunzione dei nutrienti dal cibo che ingeriamo sia variabile a seconda dell’orario. L’ultima prova scientifica sul tema è un piccolo studio in via di pubblicazione sulla rivista Cell Metabolism, che ha mostrato come ingerire tutte le calorie della giornata prima delle tre di pomeriggio sia legato a una più veloce perdita di peso, a un maggiore controllo dei livelli di glucosio nel sangue e a una diminuzione della pressione arteriosa. Con l’aiuto di un esperto, abbiamo cercato di capire cosa ci sia di vero: ecco quello che abbiamo scoperto.
Orologio biologico e metabolismo
L’esistenza di

Articoli correlati

  • iPhone X, il 97% di chi l’ha comprato è soddisfattoApril 24, 2018 iPhone X, il 97% di chi l’ha comprato è soddisfatto (Foto: Apple)Secondo uno studio di Creative Strategies, iPhone X potrebbe essere tra i dispositivi Apple in assoluto più apprezzati della storia della casa di Cupertino, almeno da parte di chi l’ha comprato. Il gruppo infatti ha effettuato un sondaggio tra 1746 residenti negli Stati ...
  • A volte non basta fare esercizio per dimagrireApril 13, 2018 A volte non basta fare esercizio per dimagrire (foto: Rene Schwietzke/Flickr)L’Oms raccomanda 150 minuti di attività fisica a settimana per assicurarsi di invecchiare in salute. L’esercizio d’altronde aiuta a contenere lo stress, diminuisce il rischio di soffrire di malattie come il diabete, l’Alzheimer, e diver...
  • Un tappeto di grafene per aiutare i neuroni a comunicareJune 13, 2018 Un tappeto di grafene per aiutare i neuroni a comunicare (foto: KTSDESIGN/Science Photo Library/Getty Images)Flessibile e leggero, ma allo stesso tempo denso e resistente. Stiamo parlando del grafene, un materiale dalle straordinarie proprietà fisiche e chimiche, che ha colpito ancora. Stavolta le sue caratteristiche hanno permesso di potenziar...
  • Santa Clarita Diet 2, cosa c’è di più umano di uno zombie?March 26, 2018 Santa Clarita Diet 2, cosa c’è di più umano di uno zombie? Non è mai facile per una serie la cui prima stagione è risultata piacevole e brillante riuscire a mantenere gli stessi livelli anche nella seconda stagione. Santa Clarita Diet, l’horror comedy targato Netflix, non solo ci riesce, ma nelle nuove puntate alza ancora di più...
  • Dieta senza glutine per la celiachia? In realtà si mangia più glutine di quanto si pensiApril 12, 2018 Dieta senza glutine per la celiachia? In realtà si mangia più glutine di quanto si pensi Per l’1% della popolazione celiaca, mangiare cibi privi di glutine non è una moda, ma una vera e propria necessità: basti pensare che una persona con celiachia potrebbe manifestare sintomi con un consumo di soli 50 milligrammi, quando in media con un’alimentazione normal...
  • Dieta Sirt, ecco che cos’è e i dubbi sul fatto che funzioni davveroMay 10, 2018 Dieta Sirt, ecco che cos’è e i dubbi sul fatto che funzioni davvero (Foto: Getty Images)In rete se ne parla come “la dieta del gene magro”. Perché sarebbe basata sull’azione di un gruppo di proteine, le sirtuine (donde il nome di dieta Sirt) capaci di attivare una famiglia di geni correlati all’attivazione del metabolismo. E che qui...

Continua a leggere