LinkedinCercare lavoro, interagire, creare connessioni: per questo è nato Linkedin, il social nework per professionisti che ha da poco compiuto 15 anni. E li ha festeggiati superando il tetto dei 560 milioni di utenti a livello globale (tra cui una community italiana di oltre 11 milioni).
Ora però Linkedin ha deciso semplificare la ricerca di lavoro, lanciando una nuova funzione. Si chiama How You Match e misura l’affinità tra candidato e posizione lavorativa. Sarà dunque l’intelligenza artificiale a trovare i candidati migliori, comparando il loro curriculum con le richieste di chi assume. Tramite un pulsante posizionato in cima alla pagina sarà subito visibile agli utenti se sono (o meno) adatti e qualificati per quel lavoro.
Se, accanto alla posizione aperta, troverete una spunta verde vorrà dire che il livello di istruzione, le competenze, gli anni d’esperienza e il titolo di lavoro combaciano con ciò che l’azienda sta cercando. Per gli utenti premium poi, ci saranno ulteriori servizi come, ad esempio, la possibilità di verificare la percentuale di affinità lavorativa del loro profilo rispetto a quello degli altri candidati, per avere immediatamente contezza delle proprie chanches di assunzione.
Nel comunicato di lancio di How You Match, l’azienda ha anche specificato che, per semplificare ulteriormente le procedure di candidatura, verrà introdotta la funzione 1-Click Apply. Per alcuni lavori dunque, ci sarà la possibilità di cliccare sul pulsante dedicato e candidarsi con un semplice clic, da mobile o desktop, avendo già precedentemente salvato le proprie informazioni di base. Linkedin consiglia di aggiornare le proprie competenze, perché

Articoli correlati

  • Le mosse delle imprese su Linkedin per scovare talenti prima che mandino il cvJuly 23, 2018 Le mosse delle imprese su Linkedin per scovare talenti prima che mandino il cv (foto: Getty Image)Da molto tempo le aziende parlano di employer branding. È la reputazione che l’impresa si costruisce come datore di lavoro. Sono sempre di più le realtà che cercano di farne un punto di forza, investendo in strategie che ne aumentino l’eco....
  • Mondiali 2018: Svezia-Svizzera. Chi vincerà?July 3, 2018 Mondiali 2018: Svezia-Svizzera. Chi vincerà? Sono gli unici due attaccanti delle rispettive nazionali ad aver segnato un gol in questa fase finale dei campionati mondiali. E siccome qui ad Infodata la regola per il mondiale data driven è che si scelgono gli attaccanti, la partita tra Svezia e Svizzera diventa una sfida tra Ola Toivon...
  • Twitter: i tratti psicologici degli italiani più seguiti sul socialAugust 7, 2018 Twitter: i tratti psicologici degli italiani più seguiti sul social I nostri comportamenti online rivelano sempre di il nostro carattere. Le tracce che lasciamo sui social parlano di noi, indicano interessi, delineano tratti di personalità. “Le personalità su Twitter” progetto per il master in Big Data Analytics & Social Mining dell&...
  • In Italia una persona su tre usa Facebook per trovare lavoroJune 26, 2018 In Italia una persona su tre usa Facebook per trovare lavoro I social network sono sempre più utilizzati in Italia come strumento per la ricerca di lavoro. Non solo Linkedin, che rimane ancora oggi il punto di riferimento principale. A quanto pare infatti, cresce costantemente il numero di utenti italiani che cercano lavoro tramite Facebook. Lo rive...
  • I mondi tridimensionaliJuly 12, 2018 I mondi tridimensionali Prendi il caso di High Fidelity. È una startup e su questo non ci piove. Ma sembra uscita da una presentazione in Power point di un esperto di comunicazione. Si tratterebbe di una social Vr, uno società che usa quindi la realtà virtuale in chiave social network. In più...
  • Facebook, Twitter e LinkedIn. Le imprese usano i social media?August 2, 2018 Facebook, Twitter e LinkedIn. Le imprese usano i social media? Nel 2017 li ha utilizzati un’impresa su due. Sì, i social media non sono più soltanto uno spazio per condividere ricordi, foto e meme. Ma anche uno strumento importante per le aziende, vuoi come veicolo pubblicitario, vuoi per posizionare il proprio brand. E così, certi...

Continua a leggere