Il lavoro risale, ma più persone emigrano: l’Istat legge l’Italia in 10 numeri

Migliora lo stato di salute dell’economia, ma aumentano le famiglie povere. Aumenta l’occupazione, ma diminuisce la popolazione. Cresce il prodotto interno lordo, ma meno che tra i vicini di casa in Europa. La fotografia dell’Italia scattata dall’Istituto nazionale di statistica (Istat) nel suo rapporto annuale mostra le contraddizioni e le spinte opposte che governano la trasformazione del Belpaese.
1,5%
Il prodotto interno lordo nel 2017 è aumentanto con un tasso maggiore rispetto al 2016 (0,9%). L’Italia però è cresciuta meno delle altre nazioni europee e in un contesto espansivo a livello globale. Il Fondo monetario internazionale stima un +3,8% di crescita mondiale.
5,4%
Accelera l’incremento delle esportazioni italiane nell’ultimo anno. A livello di incasso, le vendite all’estero hanno aumento del 7,3% il proprio valore. Tuttavia sono cresciute in parallelo anche le importazioni (+5,3%). E il valore di queste ultime è aumentato più di quello dell’export: 8,6%. Tanto che il disavanzo commerciale tra import ed export resta sbilanciato a favore del primo e di molto: 47,5 miliardi di euro (sebbene il lieve diminuzione).
+0,8%
Segnali positivi per il comparto delle costruzioni, che dopo dieci anni registra un indice della produzione in positivo. Nel complesso però la spinta in avanti dell’economia italiana è dovuta al traino dei servizi: alloggio e ristorazione (+4,5%), logistica (+3,1%) e commercio (+2,3%). Tanto che in dieci anni è scomparso un milione di posti di lavoro tra operai e artigiani.
Colloquio di lavoro23 milioni
Gli occupati nel 2017. Sono 265mila in più rispetto all’anno prima. In questo modo, scrive spiega il presidente dell’Istat, Giorgio Alleva, “il

Articoli correlati

  • La Finlandia ci ripensa: dietrofront sul reddito di baseApril 23, 2018 La Finlandia ci ripensa: dietrofront sul reddito di base Stop al reddito di base in Finlandia. Il dietrofront è arrivato in questi giorni, a un anno dall’introduzione dell’esperimento che aveva catalizzato l’attenzione di tutti i Paesi dell’Unione europea. Nel gennaio del 2017 il Paese lo aveva lanciato come progetto pilo...
  • Anche Uber cambia politica: paga l’assicurazione ad autisti e corrieriMay 23, 2018 Anche Uber cambia politica: paga l’assicurazione ad autisti e corrieri Uber introduce una copertura assicurativa per autisti e corrieri in Europa. Il colosso dei servizi di trasporto ha siglato un accordo con Axa per una polizza, gratuita, che coprirà i 150mila lavoratori indipendenti nel vecchio continente. Italia compresa. “Uber non sarebbe la realt&a...
  • Stipendio, da luglio si cambia: stop alla busta paga in contantiJune 18, 2018 Stipendio, da luglio si cambia: stop alla busta paga in contanti Dopo le dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal ministro dell’Interno Matteo Salvini durante l’assemblea di Confesercenti, in Italia si è tornato a discutere dell’opportunità o meno di porre un limite all’uso dei contanti. Un’idea che sembra divi...
  • In Islanda la parità di stipendio tra donne e uomini diventa leggeJuly 10, 2018 In Islanda la parità di stipendio tra donne e uomini diventa legge In Islanda la parità di stipendio tra uomo e donna è legge. Aziende, istituzioni pubbliche e private, banche e qualsiasi altro datore di lavoro con più di 25 dipendenti dovranno assicurare alle donne di essere pagate quanto i loro colleghi uomini. Del resto, da nove anni...
  • Occupazione: più italiani al lavoro in Europa che in patriaMay 31, 2018 Occupazione: più italiani al lavoro in Europa che in patria Per gli italiani meglio andare a lavorare all’estero. È questo ciò che si evince dalla lettura del report di Eurostat (l’ente statistico comunitario), Eu citizens in other Eu Member States (Cittadini europei negli altri Stati membri dell’Ue). Se guardiamo i nu...
  • Nuovi contratti a termine nel Decreto dignità: come funzionanoJuly 16, 2018 Nuovi contratti a termine nel Decreto dignità: come funzionano Cambiano i contratti a termine. È uno degli obiettivi del Decreto dignità, pubblicato la scorsa settimana è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (decreto legge 12 luglio 2018, n.87). Con esso sono entrate in vigore le nuove “disposizioni urgenti per la dignità ...

Continua a leggere