Amaravati, la nuova capitale dello stato indiano dell‘Andhra Pradesh, non sarà solamente un’immensa metropoli in grado di ospitare fino a 35 milioni di abitanti. Sarà soprattutto una sorta di città perfetta, costruita sulle rive del fiume Krishna secondo i più avanzati principi di sostenibilità. A ribadirlo è lo stesso Norman Foster del prestigioso studio di architettura Foster + Partners, attualmente al lavoro per sviluppare gli ultimi dettagli del progetto che porterà alla realizzazione del centro di Amaravati. Un centro di circa 217 chilometri quadrati costituito per il 60% da giardini, zone verdi e canali d’acqua, che custodirà al suo interno i due palazzi dell’Assemblea Legislativa e dell’Alta Corte di Giustizia.
Il centro governativo della capitale Amaravati si snoderà infatti su un’area di 1 chilometro di larghezza per 5,5 chilometri di lunghezza, caratterizzata un lago che assumerà la forma di una specie di grande fiocco. Al suo interno troveranno spazio 13 piazze, una per ogni distretto dello stato, insieme con piste ciclabili, percorsi fluviali dedicati ai taxi d’acqua e strade specifiche che saranno riservate alle auto elettriche. Ma anche numerose strade pedonali, che incoraggeranno i cittadini a spostarsi semplicemente a piedi.
Al centro di questa spina dorsale verde sorgerà dunque il palazzo dell’Assemblea legislativa, sovrastato da un tetto di forma conica che salirà fino a 250 metri d’altezza. Poco distante sorgerà poi la struttura che ospiterà l’Alta corte di giustizia, caratterizzata da un tetto a gradoni ispirato in qualche modo agli stupa indiani, antichi monumenti di tradizione buddhista. La data di fine dei

Articoli correlati

  • Millennials vs Gen Z: a chi conviene lo scontro generazionale?March 19, 2018 Millennials vs Gen Z: a chi conviene lo scontro generazionale? Partiamo dalle basi: esiste vita dopo i millennials. Citati, spesso a sproposito, come i più giovani tra i giovani, i millennials sono ormai il passato. I ragazzi nati tra il 1980 e il 1995  sono considerati ragazzini soltanto a causa di una società i cui vertici rest...
  • Il voto ai partiti, il  lavoro e il titolo di studio: esiste una correlazione?March 14, 2018 Il voto ai partiti, il lavoro e il titolo di studio: esiste una correlazione? Capire perché le persone fanno quel che fanno e votano quel che votano è difficile. I dati sono scarsi e spesso poco recenti o non dettagliati abbastanza, e in più nelle scienze sociali stabilire legami di causalità fra elementi diversi spesso è tutt’altro...
  • Il voto ai partiti, il lavoro e il titolo di studio: esiste una correlazione?March 18, 2018 Il voto ai partiti, il lavoro e il titolo di studio: esiste una correlazione? Capire perché le persone fanno quel che fanno e votano quel che votano è difficile. I dati sono scarsi e spesso poco recenti o non dettagliati abbastanza, e in più nelle scienze sociali stabilire legami di causalità fra elementi diversi spesso è tutt’altro...
  • La strada ricarica l’auto in viaggioApril 28, 2018 La strada ricarica l’auto in viaggio Ricaricare l’auto elettrica senza doversi preoccupare di cercare una colonnina: è il sogno di tutti gli automobilisti verdi. Gli svedesi, che l’anno scorso hanno comprato quasi 20mila auto elettriche (contro le 4.800 degli italiani, tanto per fare un confronto) e puntano a togl...
  • Nanocomputer anticontraffazioneApril 7, 2018 Nanocomputer anticontraffazione Computer in miniatura progettati per la blockchain al fine di sconfiggere la contraffazione: è questa una delle tecnologie che cambieranno la nostra società nei prossimi cinque anni secondo Ibm. Computer non più grandi di un granello di sale, che saranno “inseriti negli...
  • Telepass diventa europeo, dall’Italia a Francia, Spagna e PortogalloApril 5, 2018 Telepass diventa europeo, dall’Italia a Francia, Spagna e Portogallo Il Telepass diventa europeo. Il sistema di transito e pagamento delle autostrade senza fare la fila ai caselli si allarga ad altri tre Paesi oltre all’Italia: Francia, Spagna e Portogallo. Potenzialmente, insomma, con lo scatolotto si potrà arrivare da Palermo a Oporto senza mai mett...

Continua a leggere