Yanny o Laurel? Ecco la versione audio del vestito bianco o blu

(foto: Pixabay)“Non c’è dubbio che dice Yanny, non capisco come si possa sentire la parola Laurel!”; “Anche io sento Yanny”; “Io invece sento proprio Laurel”. Questo lo scambio di battute avuto poco fa tra colleghi, frutto della nuova sfida partita da un tweet su Twitter di Cloe Feldman. Il contenuto è diventato virale ed è stato discusso da parecchie testate online. La domanda è se il nome pronunciato dalla voce robotica sia “Yanny” o “Laurel”, un quesito che ha aperto un dibattito acceso (si parla di migliaia di risposte) in cui entrambe le opinioni sembrano avere un peso simile. Intanto, ascoltate l’audio.

What do you hear?! Yanny or Laurel pic.twitter.com/jvHhCbMc8I
— Cloe Feldman (@CloeCouture) 15 maggio 2018

Chi percepisce la parola “Yanny” può essere portato a pensare che il vicino (che è sicuro di aver udito “Laurel”) lo stia beffando o che il suo udito stia facendo cilecca. Ma nessuna di queste due ipotesi è corretta. Al contrario potrebbe esserci una spiegazione scientifica, in particolare fisica, ben più profonda. Quando parliamo, come spiega il linguista Rachel Gutman in un articolo su The Atlantic, produciamo onde sonore, che sono contraddistinte dalla lunghezza e dalla forma dell’onda. Quest’ultima dipende dalla nostra voce, a sua volta legata a caratteristiche della laringe, delle corde vocali, gola, bocca e naso.
Un ruolo importante è poi quello della lingua: a seconda di come la posizioniamo – se vicino ai denti oppure in altre parti della bocca – varia il suono prodotto e in particolare cambiano le cosiddette frequenze formanti, che in acustica sono quelle frequenze caratteristiche alle quali

Articoli correlati

  • Ecco lo “scaldabagno” più veloce del mondoMay 15, 2018 Ecco lo “scaldabagno” più veloce del mondo 0,000000000000075 secondi. È questa la velocità lampo impiegata dall’acqua per passare da una temperatura ambiente a quella di ben 100mila gradi centigradi. Tutto grazie a un nuovo dispositivo laser a raggi X: a riuscire nella straordinaria impresa sono stati i ricercatori sve...
  • Ecco la regola fondamentale della plasticità cerebraleJune 25, 2018 Ecco la regola fondamentale della plasticità cerebrale I nostri cervelli sono notoriamente plastici: miliardi di neuroni possono modificare le proprie funzionalità creando semplicemente connessioni (sinapsi) nuove e più forti con altri neuroni. È così che il cervello riesce a modificare la propria struttura e le propr...
  • Scoperti altri neuroni responsabili del senso di fameJuly 6, 2018 Scoperti altri neuroni responsabili del senso di fame Quando ci sentiamo affamati, sappiamo che il nostro cervello ci sta mandando dei segnali in codice. Più precisamente, a parlarci è l’insula, un’area cerebrale coinvolta, tra le altre cose, nella conversione dei segnali in sensazioni, come appunto il senso di fame. Ma ora...
  • Più sei giovane e ben istruito più sarai propenso a cambiare lavoroJuly 9, 2018 Più sei giovane e ben istruito più sarai propenso a cambiare lavoro Più sei giovane e ben istruito, più sarai propenso a cambiare lavoro. A raccontarlo sulle pagine dello European Journal of Work and Organizational Psychology è stato un team di ricercatori del Politecnico federale di Zurigo e della University of East Anglia che, confrontando ...
  • L’impossibile mossa di Michael Jackson spiegata dalla scienzaMay 23, 2018 L’impossibile mossa di Michael Jackson spiegata dalla scienza Nulla è impossibile, anche sfidare la forza di gravità, almeno per Micheal Jackson. Nel celebre video Smooth Criminal del 1987, il pezzo forte del film Moonwalker, il super cantante e ballerino, scomparso nel 2009, mostrava un piegamento, noto come il 45 Degree Lean, dove tutto il s...
  • Maturità 2018, la soluzione del compito di matematicaJune 21, 2018 Maturità 2018, la soluzione del compito di matematica Maturità 2018: la prima prova è andata. E oggi i maturandi dei licei scientifici si sono cimentati con la seconda prova, quella di matematica. Al solito, l’esame si articola in due problemi e un questionario con 10 domande: gli studenti devono ris...

Continua a leggere