Salvatore Ligresti, l’immobiliarista e finanziere morto ieri a 86 anni, ha passato la prima parte della sua vita ad accumulare miliardi attraverso dubbie scalate finanziarie e la seconda a continuare ad accumularli per poi esserne del tutto spossessato dalle condanne giudiziarie.
L’epilogo di Ligresti è in realtà uno strascico tardivo delle inchieste di Tangentopoli: e, vista la fine che ha fatto,  potremmo definire la parabola del finanziere uno dei pochi successi della magistratura italiana che ha tentato di scardinare il sistema delle mazzette, degli appalti truccati, dei soldi facili. Capire però chi ha vinto e chi ha perso in questa guerra di denaro, presunti tesori nascosti e crac societari non è semplice.
Parliamo di un personaggio che ha attraversato tutte le fasi altalenanti dello sviluppo economico del nostro paese. A partire dalla Milano del dopoguerra, fiutando le occasioni di business grazie anche a rapporti di amicizia, d’affari e politici con chi ha mosso  le leve del potere in Italia: dal banchiere Enrico Cuccia al venerabile Geronzi (P2) passando per Bettino Craxi e Silvio Berlusconi. Il successo finanziario di Ligresti è direttamente proporzionale al numero e alla qualità di questi rapporti.
Per questo la sua crescita subisce una battuta d’arresto a partire dal 1992, cioè quando esplode Mani Pulite. Da quel momento farà avanti e indietro almeno un paio di volte dal carcere, e fino alla morte sarà colpito da condanne giudiziarie: le ultime nel 2013, quando il Tribunale di Torino gli commina 6 anni per aver falsificato il bilancio del suo impero assicurativo, la Fondiaria-Sai (600

Articoli correlati

  • Volano M5S e Lega, disastro Pd: Italia a destra ma servirà un governo FrankensteinMarch 5, 2018 Volano M5S e Lega, disastro Pd: Italia a destra ma servirà un governo Frankenstein Ma chi ha vinto le elezioni? Fossimo stati appena a cinque anni fa, se non all’epoca del bipolarismo pieno, la notizia sarebbe stata una sola: il 37% del centrodestra e, all’interno, il sorpasso di Matteo Salvini (18,2%) su Silvio Berlusconi (13,8%), sconfitto in un&rsq...
  • #senzadime, l’umore degli elettori del Pd su TwitterMarch 7, 2018 #senzadime, l’umore degli elettori del Pd su Twitter (foto: MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)Dalle urne sono uscite poche certezze per la governabilità dell’Italia. Nessun partito o coalizione ha raggiunto il 40%, la soglia per ottenere la maggioranza assoluta. Si sono aperti quindi degli scenari di intese che stanno facendo discutere. T...
  • Chelsea Manning: “Il carcere ha cristallizzato i miei valori”May 2, 2018 Chelsea Manning: “Il carcere ha cristallizzato i miei valori” Chelsea Manning a re:publica, Berlino (re:publica / Flickr CC / BY-SA 2.0) Berlino – “Sono atterrata qui e sono andata direttamente alla manifestazione del Primo maggio”, dice Chelsea Manning dal palco di Re:publica, la conferenza berlinese dedicata a internet e società. ...
  • Può la scienza salvare la democrazia?April 9, 2018 Può la scienza salvare la democrazia? di Marco Cappato* e Marco Perduca** A fine gennaio scorso, a oltre 20 anni dalla nascita della pecora Dolly, l’Istituto di neuro-scienze di Shanghai ha reso noto d’aver clonato Zhong Zhong e Hua Hua, le prime scimmie create con la stessa tecnica usata per l’ovino britannico. Sec...
  • Le leggende metropolitane sulle elezioniMarch 3, 2018 Le leggende metropolitane sulle elezioni (foto: MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)Cinque anni fa, all’apice della febbre elettorale per le elezioni politiche, scoppiò il caso delle matite leccate. Il passaparola era semplice: bisognava umettare la matita con la saliva, altrimenti i poteri forti™ avrebbero potuto can...
  • Se l’autobus non si ferma perché alla fermata ci sono solo immigratiMarch 14, 2018 Se l’autobus non si ferma perché alla fermata ci sono solo immigrati Sembrano cose piccole, trascurabili, per le quali potremmo trovare senza problemi una qualche giustificazione. E invece no. Un autobus che salta la “fermata dei migranti”, quella dove si raduna la maggior parte di quelli che abitano al campo di accoglienza di Marco, frazione di Rovere...

Continua a leggere