Se dal punto di vista finanziario, lo scandalo Cambridge Analytica pare essere già passato, per Facebook rimane aperta una discussione complessa: quella sui dati. Il social network di Mark Zuckerberg non può abbassare la guardia. Il datagate che lo ha colpito ne ha minato, per la prima volta, la credibilità. Ed è anche per questo che l’attenzione sul trattamento dei dati rimane altissima.Oggi da Menlo Park hanno pubblicato un report che snocciola i numeri riguardanti l’impegno del social per la rimozione di contenuti ritenuti non consoni a quelli che Facebook chiama “Standard della comunità”.
I dati odierni dicono quanti contenuti in violazione, fra ottobre 2017 e marzo 2018, sono stati visti dalle persone, quanti contenuti Facebook ha rimosso e quanti contenuti sono stati rilevati in modo proattivo utilizzando la tecnologia, prima che le persone li segnalassero. Si tratta di contenuti legati a violenza esplicita, nudo (adulti), atti sessuali, propaganda terroristica, incitamento all’odio, spam e account falsi.
«La maggior parte delle azioni che intraprendiamo per rimuovere contenuti contrari ai nostri Standard, – dicono da Facebook – riguarda gli account falsi e la grande quantità di spam che generano. Ad esempio: abbiamo rimosso 837 milioni di contenuti di spam nel primo trimestre del 2018 – quasi il 100% dei quali sono stati trovati e contrassegnati prima che qualcuno li segnalasse. La chiave per combattere lo spam è rimuovere gli account falsi che lo diffondono.
Nel primo trimestre 2018 abbiamo disattivato circa 583 milioni di account falsi, la maggior parte dei quali bloccati entro

Articoli correlati

  • Le risposte di Mark Zuckeberg al Parlamento EuropeoMay 22, 2018 Le risposte di Mark Zuckeberg al Parlamento Europeo Mark Zuckerberg si è presentato nel tardo pomeriggio a Bruxelles, invitato dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani. Il tema è stato lo stesso delle audizioni al Congresso: com’è potuto accadere lo scandalo Cambridge Analytica? Cosa sta facendo Facebook per ...
  • Le contromosse di Tinder per non essere soffocato dal Dating di FacebookMay 16, 2018 Le contromosse di Tinder per non essere soffocato dal Dating di Facebook A essere nei panni di Tinder al momento dell’annuncio di Dating, c’era quanto meno da farsi venire un po’ d’ansia. E infatti, poco dopo che Mark Zuckerberg, dal palco della conferenza F8, ha reso noto il suo piano per un’applicazione capace di far incontrare le perso...
  • Così Facebook traccia anche chi non è iscritto. E registra cosa facciamo col mouseJune 12, 2018 Così Facebook traccia anche chi non è iscritto. E registra cosa facciamo col mouse Durante i due giorni in cui Zuckerberg si è sottoposto al fuoco (poco nemico) del congresso statunitense, le questioni rimaste irrisolte erano diverse. In più di una circostanza il Ceo di Facebook aveva promesso ai legislatori di fornire risposte più esaurienti dopo alcune v...
  • Direttiva Gdpr, perché la privacy in rete resterà un’utopiaMay 5, 2018 Direttiva Gdpr, perché la privacy in rete resterà un’utopia Ogni mattina un social media editor scopre che i dati dell’azienda per cui lavora vengono utilizzati da soggetti di cui non era a conoscenza. Ogni mattina Facebook rivela qualcosa di sé riguardo la propria operatività, dopo averla tenuta riservata per tempo. Non importa quind...
  • Le risposte di Facebook sugli scandali privacy e Russiagate al Congresso UsaJune 12, 2018 Le risposte di Facebook sugli scandali privacy e Russiagate al Congresso Usa Facebook CEO and founder Mark Zuckerberg testifies during a US House Committee on Energy and Commerce hearing about Facebook on Capitol Hill in Washington, DC, April 11, 2018. / AFP PHOTO / SAUL LOEB (Photo credit should read SAUL LOEB/AFP/Getty Images)Le risposte che Mark Zuckerberg ha lasciato ...
  • Le domande del Parlamento Europeo a cui Zuckerberg non ha rispostoMay 22, 2018 Le domande del Parlamento Europeo a cui Zuckerberg non ha risposto Bruxelles – Mark Zuckerberg, ceo e founder di Facebook, è stato ascoltato a porte chiuse dalla Conferenza dei presidenti, formata dai presidenti dei diversi gruppi parlamentari. L’invito a comparire è stato accolto dopo la richiesta del Presidente Tajani in seguito ...

Continua a leggere