Se dal punto di vista finanziario, lo scandalo Cambridge Analytica pare essere già passato, per Facebook rimane aperta una discussione complessa: quella sui dati. Il social network di Mark Zuckerberg non può abbassare la guardia. Il datagate che lo ha colpito ne ha minato, per la prima volta, la credibilità. Ed è anche per questo che l’attenzione sul trattamento dei dati rimane altissima.Oggi da Menlo Park hanno pubblicato un report che snocciola i numeri riguardanti l’impegno del social per la rimozione di contenuti ritenuti non consoni a quelli che Facebook chiama “Standard della comunità”.
I dati odierni dicono quanti contenuti in violazione, fra ottobre 2017 e marzo 2018, sono stati visti dalle persone, quanti contenuti Facebook ha rimosso e quanti contenuti sono stati rilevati in modo proattivo utilizzando la tecnologia, prima che le persone li segnalassero. Si tratta di contenuti legati a violenza esplicita, nudo (adulti), atti sessuali, propaganda terroristica, incitamento all’odio, spam e account falsi.
«La maggior parte delle azioni che intraprendiamo per rimuovere contenuti contrari ai nostri Standard, – dicono da Facebook – riguarda gli account falsi e la grande quantità di spam che generano. Ad esempio: abbiamo rimosso 837 milioni di contenuti di spam nel primo trimestre del 2018 – quasi il 100% dei quali sono stati trovati e contrassegnati prima che qualcuno li segnalasse. La chiave per combattere lo spam è rimuovere gli account falsi che lo diffondono.
Nel primo trimestre 2018 abbiamo disattivato circa 583 milioni di account falsi, la maggior parte dei quali bloccati entro

Articoli correlati

  • Le risposte di Mark Zuckeberg al Parlamento EuropeoMay 22, 2018 Le risposte di Mark Zuckeberg al Parlamento Europeo Mark Zuckerberg si è presentato nel tardo pomeriggio a Bruxelles, invitato dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani. Il tema è stato lo stesso delle audizioni al Congresso: com’è potuto accadere lo scandalo Cambridge Analytica? Cosa sta facendo Facebook per ...
  • «Crescita a ogni costo», scriveva nel 2016 un top manager di FacebookMarch 30, 2018 «Crescita a ogni costo», scriveva nel 2016 un top manager di Facebook «Connettiamo le persone. Ecco perché tutto il lavoro che facciamo per la crescita è giustificato. Forse a qualcuno costa la vita perché si espone ai bulli, forse qualcuno muore in un attacco terroristico coordinato sulla nostra piattaforma. Ma connettere le persone &eg...
  • L’81% del web contro Zuck: così la Rete ha scaricato mr FacebookApril 18, 2018 L’81% del web contro Zuck: così la Rete ha scaricato mr Facebook Dalle stelle alle stalle. Dopo lo scandalo Cambridge Analytica, il crollo in Borsa e la doppia testimonianza davanti al Congresso, quello che era considerato il golden boy dei social network ha visto la propria reputazione rotolare nella polvere. E visto che internet è misurabile, è...
  • Le contromosse di Tinder per non essere soffocato dal Dating di FacebookMay 16, 2018 Le contromosse di Tinder per non essere soffocato dal Dating di Facebook A essere nei panni di Tinder al momento dell’annuncio di Dating, c’era quanto meno da farsi venire un po’ d’ansia. E infatti, poco dopo che Mark Zuckerberg, dal palco della conferenza F8, ha reso noto il suo piano per un’applicazione capace di far incontrare le perso...
  • Ecco le quattro domande che il Financial Times ha posto a FacebookMarch 20, 2018 Ecco le quattro domande che il Financial Times ha posto a Facebook Le accuse di raccolta di dati personali di 50milioni di americani da Facebook nel 2014 e il suo utilizzo da parte della società di consulenza politica Cambridge Analytica stanno causando una tempesta mediatica che rende urgente una serie di domande sul modello di business del social netwo...
  • Direttiva Gdpr, perché la privacy in rete resterà un’utopiaMay 5, 2018 Direttiva Gdpr, perché la privacy in rete resterà un’utopia Ogni mattina un social media editor scopre che i dati dell’azienda per cui lavora vengono utilizzati da soggetti di cui non era a conoscenza. Ogni mattina Facebook rivela qualcosa di sé riguardo la propria operatività, dopo averla tenuta riservata per tempo. Non importa quind...

Continua a leggere