Ecco lo “scaldabagno” più veloce del mondo

0,000000000000075 secondi. È questa la velocità lampo impiegata dall’acqua per passare da una temperatura ambiente a quella di ben 100mila gradi centigradi. Tutto grazie a un nuovo dispositivo laser a raggi X: a riuscire nella straordinaria impresa sono stati i ricercatori svedesi del Center for Free-Electron Laser Science (Cfel) e della Uppsala University, che su Pnas raccontano di aver utilizzato un potentissimo laser a raggi X, per l’appunto, per riscaldare l’acqua dalla temperatura ambiente a 100mila gradi in meno di un decimo di picosecondo, mettendo a punto quello che si può definire lo scaldabagno più veloce del mondo.
Linac Coherent Light Source Lcls (Foto: Brad Plummer)Nell’esperimento, il team di ricercatori si è servito del laser a elettroni liberi a raggi X Linac Coherent Light Source Lcls dello Slac National Accelerator Laboratory, negli Stati Uniti, per riuscire a proiettare raggi X, estremamente intensi e ultra-brevi, su un getto d’acqua. “Non è il solito modo di far bollire l’acqua”, commenta scherzosamente l’autore Carl Caleman. “Normalmente, quando riscaldi l’acqua, le molecole vengono semplicemente fatte oscillare sempre più forte”. A livello molecolare, infatti, il calore è movimento: più è caldo, più veloce è il movimento delle molecole.
Ma in questo studio, il riscaldamento dell’acqua è stato molto diverso. “I raggi X hanno spazzato via gli elettroni delle molecole d’acqua, rompendo così l’equilibrio tra le cariche elettriche”, continua l’autore. “All’improvviso, quindi, gli atomi sono stati sottoposti a una intensa forza repulsiva, iniziando di conseguenza a muoversi velocemente”. In meno di 75 femtosecondi, ovvero 75 milionesimi di miliardesimo

Articoli correlati

  • Una pinzetta laser per realizzare la reazione chimica più precisa del mondoApril 13, 2018 Una pinzetta laser per realizzare la reazione chimica più precisa del mondo Sodio e cesio. Due atomi che normalmente non formano una molecola. Ma che i ricercatori della Harvard University sono ora riusciti ad accoppiare, eseguendo la reazione chimica più precisa e controllata del mondo. Il risultato, pubblicato sulle pagine di Science, è un’interessa...
  • Yanny o Laurel? Ecco la versione audio del vestito bianco o bluMay 16, 2018 Yanny o Laurel? Ecco la versione audio del vestito bianco o blu (foto: Pixabay)“Non c’è dubbio che dice Yanny, non capisco come si possa sentire la parola Laurel!”; “Anche io sento Yanny”; “Io invece sento proprio Laurel”. Questo lo scambio di battute avuto poco fa tra colleghi, frutto della nuova sfi...
  • Grafene, scoperta una sua nuova e rivoluzionaria proprietà: proiettare luceMay 22, 2018 Grafene, scoperta una sua nuova e rivoluzionaria proprietà: proiettare luce Il grafene continua a stupirci. Infatti, il team di ricercatori del progetto Graphene Flagship ha appena mostrato per la prima volta un nuova proprietà del grafene: la capacità di generare luce alla terza armonica ottica, controllabile elettricamente. Questa scoperta, raccontano su ...
  • L’autoritratto di Michelangelo nascosto in uno dei suoi quadri famosiMarch 15, 2018 L’autoritratto di Michelangelo nascosto in uno dei suoi quadri famosi Un’immagine dell’imperituro scultore, pittore e artista italiano Michelangelo Buonarroti potrebbe nascondersi dentro un suo quadro, da lui dipinto nel 1525 e attualmente conservato al British Museum, in cui l’artista ritrae una sua cara amica, Vittoria Colonna, poetess...
  • Metalenti e muscoli artificiali per replicare l’occhio umanoFebruary 26, 2018 Metalenti e muscoli artificiali per replicare l’occhio umano Verso l’occhio artificiale: è questa la direzione presa dal team della Harvard John A. Paulson School of Engineering e Applied Sciences. I ricercatori, guidati da Federico Capasso, hanno sviluppato un nuovo tipo di metalenti, che, combinate a muscoli artificiali controllati elettrica...
  • Più sali ai piani alti e più ti senti potenteApril 19, 2018 Più sali ai piani alti e più ti senti potente Più sei ai piani alti, più sarai disposto a correre rischi. A raccontarlo sul Journal of Consumer Psychology è stato un team di ricercatori della Miami University, secondo cui, questo bizzarro fattore, ovvero l’altezza del piano di un edificio influenzerebbe le scelte d...

Continua a leggere