Un master in fibra ottica prepara i manager delle future smart city

Il crescente uso delle tecnlogie digitali sta cambiando profondamente la nostra società. Cloud, 5G, internet delle cose modificheranno radicalmente il volto delle città, trasformandole in smart city. Il futuro però, è già davanti ai nostri occhi. Il mondo ha avuto dimostrazione della tecnologia 5G e di applicazioni avanzate di iot, ad esempio, durante le ultime olimpiadi invernali in Corea.
Anche l’Italia ha bisogno di cogliere alla svelta questa opportunità. Per capire il perché, è sufficiente un esempio. Come testimonia il nuovo white paper sulle Smart Cities realizzato da SmartCitiesWorld e Philips Lighting,  utilizzando l’internet delle cose e sfruttando gli open data, la città di Barcellona è riuscita a creare oltre 47mila nuovi posti di lavoro.
Quello che manca spesso alle aziende in Italia però sono le professionalità giuste per gestire questa fase di cambiamento. A cominciare dall’autostrada su cui viaggiono le informazioni: la fibra ottica. Per questo il Politecnico di Torino che ha deciso di realizzare il primo master di II livello in Photonics for Data Networks and Metrology, per formare gli esperti delle reti in fibra ottica del futuro.
(Foto: Juniper Networks Italia)“Il nuovo master per esperti in fibra ottica lanciato dal Politecnico di Torino è esattamente ciò di cui l’industria it e telco italiana ha bisogno per rispondere alle sfide legate all’esplosione dei dati, all’innovazione della rete e ai costi di trasporto”, ha spiegato a Wired Alessandro Salesi, senior systems engineering manager di Juniper Networks Italia.
Juniper è un’azienda che si occupa delle nuove architetture di rete e fa parte del gruppo

Articoli correlati

  • Stipendio, da luglio si cambia: stop alla busta paga in contantiJune 18, 2018 Stipendio, da luglio si cambia: stop alla busta paga in contanti Dopo le dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal ministro dell’Interno Matteo Salvini durante l’assemblea di Confesercenti, in Italia si è tornato a discutere dell’opportunità o meno di porre un limite all’uso dei contanti. Un’idea che sembra divi...
  • Foodora presenta la sua contro-carta dei diritti dei fattoriniJune 29, 2018 Foodora presenta la sua contro-carta dei diritti dei fattorini L’agitazione dei fattorini di Foodora a Torino (Foto Marco Alpozzi/LaPresse)Anche Foodora mette nero su bianco i suoi impegni con i fattorini delle consegne di cibo a domicilio. Una sorta di contro-carta dei diritti dei corrieri. A tre giorni dall’incontro al ministero del Lavoro, fis...
  • In Italia una persona su tre usa Facebook per trovare lavoroJune 26, 2018 In Italia una persona su tre usa Facebook per trovare lavoro I social network sono sempre più utilizzati in Italia come strumento per la ricerca di lavoro. Non solo Linkedin, che rimane ancora oggi il punto di riferimento principale. A quanto pare infatti, cresce costantemente il numero di utenti italiani che cercano lavoro tramite Facebook. Lo rive...
  • In Islanda la parità di stipendio tra donne e uomini diventa leggeJuly 10, 2018 In Islanda la parità di stipendio tra donne e uomini diventa legge In Islanda la parità di stipendio tra uomo e donna è legge. Aziende, istituzioni pubbliche e private, banche e qualsiasi altro datore di lavoro con più di 25 dipendenti dovranno assicurare alle donne di essere pagate quanto i loro colleghi uomini. Del resto, da nove anni...
  • Il lavoro risale, ma più persone emigrano: l’Istat legge l’Italia in 10 numeriMay 16, 2018 Il lavoro risale, ma più persone emigrano: l’Istat legge l’Italia in 10 numeri Migliora lo stato di salute dell’economia, ma aumentano le famiglie povere. Aumenta l’occupazione, ma diminuisce la popolazione. Cresce il prodotto interno lordo, ma meno che tra i vicini di casa in Europa. La fotografia dell’Italia scattata dall’Istituto nazionale di stat...
  • Occupazione: più italiani al lavoro in Europa che in patriaMay 31, 2018 Occupazione: più italiani al lavoro in Europa che in patria Per gli italiani meglio andare a lavorare all’estero. È questo ciò che si evince dalla lettura del report di Eurostat (l’ente statistico comunitario), Eu citizens in other Eu Member States (Cittadini europei negli altri Stati membri dell’Ue). Se guardiamo i nu...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *