I ragazzi tra i 13 e i 15 anni dovranno ottenere il permesso dei genitori per accedere a tutti i contenuti pubblicitari del social network, il riconoscimento facciale «sarà facoltativo». Inoltre gli utenti potranno scegliere se far utilizzare dalla piattaforma i dati raccolti dai partner e potranno cancellare dal proprio profilo informazioni sensibili come credo religioso e ideologia politica.Dopo lo scandalo Cambridge Analytica in casa Facebook si cambia: una nota ufficiale del social network fondato da Mark Zuckerberg annuncia tutte le novità introdotte in adeguamento al Gdpr, il regolamento Europeo sulla privacy. Cambiamenti che saranno successivamente estesi al resto del mondo. Vediamoli nel dettagli.

Format «limitato» per i ragazzi«Le persone di età compresa tra i 13 e i 15 anni in alcuni paesi Ue hanno bisogno del permesso di un genitore o tutore per compiere azioni specifiche su Facebook. Questi adolescenti vedranno una versione meno personalizzata del social con condivisione limitata e annunci meno rilevanti, fino a quando non otterranno il permesso da un genitore o tutore di usare tutti gli aspetti di Facebook», annuncia il social network. «In base al Regolamento europeo in materia di protezione dei Dati Personali (Gdpr) – recita la nota – le persone di età compresa tra i 13 e i 15 anni in alcuni paesi dell’Ue hanno bisogno del permesso di un genitore o tutore per compiere alcune azioni specifiche su Facebook, come vedere inserzioni sulla base dei dati dei partner e includere nel loro profilo le opinioni religiose e politiche». Le «protezioni speciali» saranno per

Articoli correlati

  • Come funziona Facebook, spiegato da FacebookApril 23, 2018 Come funziona Facebook, spiegato da Facebook Dopo aver spiegato come e perché gli utenti vengono tracciati anche al di là della loro iscrizione o meno al social network, e quali informazioni siano in possesso degli inserzionisti, ora Facebook rilascia un’infografica in cui spiega Facebook. Come fosse stato fondato ieri, ...
  • Mozilla lancia l’estensione di Firefox per proteggerti da FacebookMarch 28, 2018 Mozilla lancia l’estensione di Firefox per proteggerti da Facebook Facebook Container di Mozilla FirefoxFare di necessità virtù, come si suol dire. Oppure, cavalcare l’onda: Mozilla, che già ha annunciato di prendersi una pausa dalle inserzioni pubblicitarie su Facebook, in seguito al caso Cambridge Analytica, ha inaugurato un’es...
  • Zuckerberg annuncia uno strumento per cancellare i cookie da FacebookMay 1, 2018 Zuckerberg annuncia uno strumento per cancellare i cookie da Facebook San José – Uno strumento per cancellare i cookie da Facebook. Mark Zuckerberg lo annuncia un’ora prima di salire sul palco dell’F8, l’annuale conferenza per sviluppatori di Facebook. Mentre la gente è in coda per entrare nel centro conferenze e i giornalisti ...
  • Facebook, ecco che cosa fare per difendere i nostri datiMarch 20, 2018 Facebook, ecco che cosa fare per difendere i nostri dati Sta suscitando molto scalpore in questi giorni la vicenda di Cambridge Analytica, un’azienda che ha raccolto tramite Facebook i dati personali di oltre 50 milioni di utenti e li ha usati come base per una serie di azioni rivolte a influenzare l’esito delle elezioni americane e del re...
  • Instagram introduce un nuovo filtro per fermare il cyberbullismoMay 2, 2018 Instagram introduce un nuovo filtro per fermare il cyberbullismo Mentre dal palco dell’F8 di San Josè Mark Zuckerberg apre le frontiere di Facebook al dating, Instagram introduce un nuovo filtro anti-bulli. Meno di un anno fa il social network aveva annunciato l’utilizzo del machine learning contro spam e commenti offensivi in otto...
  • Instagram introduce un nuovo filtro per fermare il cyberbullismoMay 2, 2018 Instagram introduce un nuovo filtro per fermare il cyberbullismo Mentre dal palco dell’F8 di San Josè Mark Zuckerberg apre le frontiere di Facebook al dating, Instagram introduce un nuovo filtro anti-bulli. Meno di un anno fa il social network aveva annunciato l’utilizzo del machine learning contro spam e commenti offensivi in otto...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *