Può la scienza salvare la democrazia?

di Marco Cappato* e Marco Perduca**
A fine gennaio scorso, a oltre 20 anni dalla nascita della pecora Dolly, l’Istituto di neuro-scienze di Shanghai ha reso noto d’aver clonato Zhong Zhong e Hua Hua, le prime scimmie create con la stessa tecnica usata per l’ovino britannico. Secondo il New Scientist i due macachi dovrebbero rendere possibile la creazione di popolazioni di scimmie personalizzabili e geneticamente uniformi per accelerare la ricerca per curare il morbo di Parkinson, l’Alzheimer e il cancro. Questa nuova tecnica consentirà agli scienziati di modificare i geni dei primati clonati per monitorare come questi alterano la biologia degli animali e confrontarla poi con esseri geneticamente identici tranne che per le alterazioni.
Nel 2000 erano state clonate altre scimmiette ma con una tecnica che divideva un embrione dopo che questo era stato fertilizzato producendo quindi solo un gemello geneticamente identico. Secondo quanto sviluppato dal dottor Qiang Sun dell’Accademia cinese delle scienze di Shanghai, l’ottimizzazione della tecnica utilizzata per Dolly potrà rendere possibile produrre un numero teoricamente illimitato di cloni.

Ancora prima del merito dei suoi risultati, la scienza necessita attenzione critica per la velocità con cui produce cambiamenti. La ricerca, la clonazione riproduttiva o terapeutica, gli interventi sul genoma umano, animale o vegetale, gli investimenti attorno a tutto quello che chiamiamo intelligenza artificiale e la gestione dell’enorme mole di dati che tutto ciò produce richiedono un quadro normativo chiaro, puntuale, condiviso globalmente, conoscibile, la cui applicazione ed efficacia siano monitorabili. In caso di limitazioni, o patenti violazioni, dei diritti fondamentali o

Articoli correlati

  • Se l’autobus non si ferma perché alla fermata ci sono solo immigratiMarch 14, 2018 Se l’autobus non si ferma perché alla fermata ci sono solo immigrati Sembrano cose piccole, trascurabili, per le quali potremmo trovare senza problemi una qualche giustificazione. E invece no. Un autobus che salta la “fermata dei migranti”, quella dove si raduna la maggior parte di quelli che abitano al campo di accoglienza di Marco, frazione di Rovere...
  • Dj Fabo, il governo difende la legge. Ora la palla passa alla ConsultaApril 3, 2018 Dj Fabo, il governo difende la legge. Ora la palla passa alla Consulta Lo scorso 14 febbraio la Corte delle Assise di Milano, chiamata a giudicare Marco Cappato per il reato di aiuto al suicidio relativamente alla morte di Dj Fabo ha rimesso gli atti alla Corte costituzionale affinché si pronunci sulla validità costituzionale di tale reato. Il governo ...
  • Chelsea Manning: “Il carcere ha cristallizzato i miei valori”May 2, 2018 Chelsea Manning: “Il carcere ha cristallizzato i miei valori” Chelsea Manning a re:publica, Berlino (re:publica / Flickr CC / BY-SA 2.0) Berlino – “Sono atterrata qui e sono andata direttamente alla manifestazione del Primo maggio”, dice Chelsea Manning dal palco di Re:publica, la conferenza berlinese dedicata a internet e società. ...
  • Le consultazioni (secondo i dati) potrebbero durare fino a due mesiApril 6, 2018 Le consultazioni (secondo i dati) potrebbero durare fino a due mesi Le prime giornate di consultazioni elettorali non sono state segnate esattamente da fuochi d’artificio. Persino i più appassionati nerd della politica hanno dovuto accontentarsi del raddrizzatore di corazzieri o dalla battaglia di gabbiani davanti alle porte del Quirinale. Non propri...
  • Da Sorico ai Casamonica, è ancora l’Italia dei Promessi SposiMay 9, 2018 Da Sorico ai Casamonica, è ancora l’Italia dei Promessi Sposi L’Italia è terreno fertile per il crimine per vari motivi. Uno storico e che ne ha segnato il rapporto con le istituzioni: siamo una nazione relativamente giovane, diventata Regno poco più di 150 anni fa e Repubblica nel secondo dopoguerra. Per unirci in un solo Paese abbiamo ...
  • Lo Swaziland cambia nome perché è troppo simile a SwitzerlandApril 20, 2018 Lo Swaziland cambia nome perché è troppo simile a Switzerland (Immagine: pixabay/CC)Il re Mswati III dello Swaziland ha deciso di ribattezzare il paese in eSwatini che vuol dire “terra degli Swazis“, uno dei gruppi principali che, insieme agli Ndebele e agli Zulu, formano gli Ngoni; popolo dell’Africa del Sud. I tre gruppi sono s...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *