La declinazione italiana del caso Cambridge Analytica adesso ha un numero: 214.134. Sono gli utenti italiani i cui dati sono finiti sui server della società londinese che ha avuto i dati dall’ormai famosa app mydigitallife, realizzata dal matematico Aleksandr Kogan.
In realtà i singoli utenti che hanno autorizzato l’applicazione con Facebook Login nel lontano 2014, consegnando di fatto alcuni dati ma senza sapere che sarebbero finiti nella mani di Cambridge Analytica, sono soltanto 57. Solo che a quel tempo – Facebook ha poi cambiato policy – la condivisione riguardava anche alcuni dati della propria rete di amici.
E così si arriva da 57 fino a 214mila e oltre su 31 milioni di utenti attivi sul social in Italia. Oggi probabilmente non ricordano di aver autorizzato quella app in grado di produrre profili comportamentali sulla base dell’attività online, ma lo sapranno a breve, visto che lunedì Facebook informerà chi è stato potenzialmente coinvolto nella vicenda. I dati comunicati da Zuckberberg mettono l’Italia in coda tra i Paesi che hanno subito più violazioni dei dati: negli Usa sono oltre 70 milioni, ovvero l’81,6%. Il che supporta il collegamento con l’uso di questi dati per la campagna pro-Trump nelle elezioni presidenziali. Meno il link con la Brexit, visto che gli utenti in Inghilterra sono poco più di 1 milione.
Intanto si muovono le autorità. In Italia il Garante per la protezione dei dati personali ha aperto una istruttoria dopo l’emergenza dello scandalo. Nelle settimane scorse ha ricevuto le prime informazioni da Facebook, ma ne vuole altre.
Il

Articoli correlati

  • Dopo la violazione dei dati Facebook «anticipa» il regolamento privacy UeApril 9, 2018 Dopo la violazione dei dati Facebook «anticipa» il regolamento privacy Ue Dopo una lunga inerzia, un’improvvisa fuga in avanti. Da oggi Facebook inizierà ad avvertire i milioni di abbonati, compresi gli oltre 200mila utenti italiani, i cui dati personali sono stati utilizzati da Cambridge Analytica per finalità non consentite. Chi ha subito un dann...
  • Scandalo Cambridge Analytica. Così i tuoi dati su Facebook finiscono nel mercato delle appMarch 20, 2018 Scandalo Cambridge Analytica. Così i tuoi dati su Facebook finiscono nel mercato delle app Mikko Hypponen, uno dei massimi esperti mondiali di cyber sicurezza, è stato fra i primi a sostenerlo: «Se la tua storia d’amore sta finendo, è molto probabile che Facebook lo sappia prima di te». Era il 2014, Facebook aveva da poco acquistato WhatsApp, e negli uf...
  • Com’è cambiato il modo di cancellare i dati delle app su FacebookApril 18, 2018 Com’è cambiato il modo di cancellare i dati delle app su Facebook Effetto Cambridge Analytica: pervenuto. Mentre Mark Zuckerberg veniva interrogato dal Congresso degli Stati Uniti – in quello che è sembrato un processo sommario, specie al Senato –  a Menlo Park si adoperavano per snellire le procedure con le quali cancellare i dati delle...
  • Come i politici italiani hanno usato i dati di FacebookMarch 21, 2018 Come i politici italiani hanno usato i dati di Facebook (foto Vincenzo Livieri – LaPresse)I partiti politici italiani non hanno usato la profilazione Facebook per raggiungere gli elettori. Tutt’altro: quattro messaggi su cinque erano rivolti semplicemente ai maggiorenni. Tre su cinque a persone che condividevano un interesse generale,...
  • Come funziona il modello di Cambridge Analytica, spiegato dal suo creatoreApril 4, 2018 Come funziona il modello di Cambridge Analytica, spiegato dal suo creatore (Foto: Pixabay/Pexels)Lo scandalo Cambridge Analytica ha travolto Facebook con conseguenze che ne hanno ridimensionato il ruolo in Borsa e hanno portato il dibattito – pubblico e interno – a un livello ampio di valutazione sulla privacy, la gestione dei dati e sul modello stesso ...
  • Sondaggio Ipsos, il 57% degli utenti italiani non si fida di FacebookApril 5, 2018 Sondaggio Ipsos, il 57% degli utenti italiani non si fida di Facebook A una settimana dallo scandalo Cambridge Analytica la società di analisi e ricerche di mercato Ipsos ha realizzato un sondaggio, basato su un campione di 800 persone, per comprendere meglio le opinioni degli italiani. Il 57% degli intervistati non si fida di Facebook. Un valore che è...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *