Instagram limita la quantità di dati disponibili per gli sviluppatori

La buona notizia è che le gif sono tornate a disposizione delle Storie con l’uovo di Pasqua. Quella che invece sta agitando gli animi è che Instagram ha deciso di restringere fortemente il numero di dati estraibili dall’API a disposizione degli sviluppatori, riducendo il limite delle “chiamate” per ora a utente da 5000 a 200.
Il che, per intendersi, ha lasciato interdetti tutti quelli che realizzano applicazioni per il monitoraggio di follow/unfollow degli iscritti, o delle loro interazioni e via dicendo. Il loro lavoro adesso subirà ritmi molto meno spasmodici.
Quello che sembra aver seminato il panico, tuttavia, è che nessuno li abbia avvisati del cambio di rotta. Se Facebook ha annunciato chiaro e tondo che avrebbe interrotto l’accesso di nuove app fin quando non avesse affrontato al meglio l’aggiornamento del sistema di privacy con parti terze, nessuno ha avvisato che anche Instagram sarebbe stato toccato dalla coda dell’effetto Cambridge Analytica.
A onor del vero, come riporta TechCrunch, i piani di Instagram per un cambio di API, nel giro di un paio d’anni, erano stati annunciati da Instagram a gennaio, a partire dalla impossibilità di estrarre elenco di follower o consentire follow e unfollow per conto di un utente, dal 31 luglio.
Anche se il social network fotografico non ha ancora commentato sembra proprio che, sull’onda dello scandalo che ha coinvolto la casa madre, abbia deciso di accelerare i tempi di cambio di rotta nel rapporto con gli sviluppatori esterni, con lo scopo di favorire la collaborazione solo con partner verificati.
A proposito di cose che cambiano, Instagram ha recentemente scelto di far fuori

Articoli correlati

  • Facebook testa la “Visualizzazione griglia” ed è subito InstagramMay 17, 2018 Facebook testa la “Visualizzazione griglia” ed è subito Instagram Se ne scopre sempre una. L’attuale modalità con la quale vediamo i post di Facebook del nostro profilo si chiama “Visualizzazione lista”. Dormiremo sonni tranquilli anche stanotte. Nella versione desktop del social network però, è comparsa un’opzione d...
  • 5 account italiani che stanno usando IgTvJune 26, 2018 5 account italiani che stanno usando IgTv 5 account italiani che stanno usando IgTvSono passati pochi giorni dall’annuncio di IgTv, la nuova app integrata di Instagram che permette di caricare video verticali lunghi fino ad un’ora. Per ora, cercando fra i canali italiani già creati, si trovano più che altro brev...
  • Gli adolescenti americani preferiscono YouTube a FacebookJune 1, 2018 Gli adolescenti americani preferiscono YouTube a Facebook La metà degli adolescenti americani usa Facebook, ma solo dopo YouTube, Instagram e Snapchat. Lo scacchiere dei social Oltreoceano, tra i giovani dai 13 ai 17 anni, è cambiato, lasciando il 51% alla piattaforma di Mark Zuckerberg indietro rispetto alla piattaforma di video in s...
  • Come funziona Shopping nelle Storie di InstagramJune 13, 2018 Come funziona Shopping nelle Storie di Instagram A marzo l’arrivo in Italia di Shopping su Instagram e ora il passo successivo: l’approdo nelle Storie. Secondo quanto comunicato dall’azienda lo strumento ha superato la prova di interesse nei post del feed e per questo si sarebbe deciso di replicare anche nei video brevi. Come ...
  • Facebook e Instagram, i nuovi strumenti per gestire il tempo che passi onlineAugust 1, 2018 Facebook e Instagram, i nuovi strumenti per gestire il tempo che passi online (Foto: Getty Images)Un cruscotto che mostra le attività svolte, un promemoria quotidiano del tempo dedicato a Facebook e Instagram e un sistema per limitare le notifiche. Questi gli strumenti che Menlo Park mette a disposizione degli utenti, dopo avere raccolto i pareri di esperti di igien...
  • Ora anche Instagram ti mostra quando gli amici sono onlineJuly 23, 2018 Ora anche Instagram ti mostra quando gli amici sono online Se c’era un luogo in cui la conversazione riusciva a restare entro i canoni del libero arbitrio sul tempo, quello era Instagram. Era, perché l’azienda ha annunciato di essere in fase di rilascio dello status di attività nella sua sezione di messaggi diretti. D’ora ...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *