Era il 18 marzo scorso quando, con un comunicato, Facebook annunciava la sospensione degli account in possesso alla società di marketing Cambridge Analytica. Poche righe che sembravano aprire e chiudere un caso destinato all’oblio. E invece erano solo la prima scossa di un terremoto che sta destabilizzando il social network più grande, la sesta società più importante al mondo per capitalizzazione di mercato. Un sisma che potrebbe condurre anche alla conclusione più inattesa: le dimissioni di Mark Zuckerberg dalla carica di Ceo di Facebook. Un’ipotesi che al momento non pare essere neanche in discussione. Ma alcuni investitori nelle ultime ore hanno iniziata a tirarla in ballo, e la storia dei colossi californiani racconta che non sarebbe la prima volta.Scott Stringer, uomo forte dei fondi pensione di New York City e con una partecipazione in Facebook da un miliardo di dollari, è fra i primi a chiedere la testa di Zuck, lanciando il sasso nello stagno. Secondo lui, Facebook dovrebbe scuotere il suo consiglio di amministrazione e sostituire Mark Zuckerberg con un nuovo presidente per ritrovare la fiducia degli utenti.Zuckerberg, giova ricordarlo, è fondatore, presidente, CEO e azionista di controllo di Facebook. Ma alla luce dello scandalo Cambridge Analytica, Stringer chiede un presidente indipendente e tre nuovi amministratori, con esperienza in materia di dati ed etica, in grado di garantire che Facebook protegga la privacy: «È l’ottava azienda più grande del mondo. Hanno due miliardi di utenti. Si trovano in acque incerte e non si sono comportati in modo tale da

Articoli correlati

  • Cosa dirà Mark Zuckerberg al CongressoApril 9, 2018 Cosa dirà Mark Zuckerberg al Congresso Mark Zuckerberg arriva al Senato (Foto: Alex Wong/Getty Images)“È stato un mio errore e mi dispiace. Io ho creato Facebook, io lo gestisco e io sono responsabile di ciò che accade”.Mark Zuckerberg è arrivato a Washington e si sta preparando per la sua full immersi...
  • L’anno nero di Zuckerberg (che intanto non si fa trovare)March 21, 2018 L’anno nero di Zuckerberg (che intanto non si fa trovare) Che fine ha fatto Mark Zuckerberg? È una delle domande più ricorrenti, e rimbalza fra Londra, Washington e Bruxelles. Facebook è finito nell’occhio del ciclone per lo scandalo Cambridge Analytica, ma per ora il Ceo si è chiuso in un eloquente silenzio. Nessun po...
  • La piccola community di scalatori che ha battuto il gigante FacebookFebruary 23, 2018 La piccola community di scalatori che ha battuto il gigante Facebook «È come se avessi scalato una parete ripidissima. Tanta fatica, ma che soddisfazione». Esulta Alessandro Lamberti, 53enne romano, guida alpina e insegnante di arrampicata. E si congratulano con lui anche tanti climbers, ovvero gli arrampicatori che partecipano a Climbook, comm...
  • Facebook, la rabbia degli azionisti contro Zuckerberg: decide solo luiApril 16, 2018 Facebook, la rabbia degli azionisti contro Zuckerberg: decide solo lui Forse il datagate avrà un impatto minimo sui conti di Facebook, come hanno già detto alcuni analisti. Ma il potere gestionale di Mark Zuckerberg, «fondatore, Ceo e presidente» del social, potrebbe uscire ridimensionato dal pressing dei suoi stessi investitori. Mike Frer...
  • Mea culpa Zuckerberg: «Sì a nuove norme sulla privacy ma non siamo un monopolio»April 11, 2018 Mea culpa Zuckerberg: «Sì a nuove norme sulla privacy ma non siamo un monopolio» New York – Mark Zuckerberg rilancia le proprie scuse per gli scandali che hanno scosso Facebook, promette riforme interne per migliorare i controlli su raccolta e uso di dati e informazioni personali degli utenti e apre anche a ipotesi sollevate dai senatori americani di nuove regolamentaz...
  • Zuckerberg davanti al Congresso: dove seguire le audizioni in direttaApril 10, 2018 Zuckerberg davanti al Congresso: dove seguire le audizioni in diretta (Photo by Justin Sullivan/Getty Images)La resa dei conti è arrivata. Mark Zuckerberg sta per parlare davanti ai Comitati di Commercio e Giustizia del Senato e alla Commissione per l’Energia e il Commercio della Camera. Il Congresso degli Stati Uniti è pronto a interrogare il c...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *