Era il 18 marzo scorso quando, con un comunicato, Facebook annunciava la sospensione degli account in possesso alla società di marketing Cambridge Analytica. Poche righe che sembravano aprire e chiudere un caso destinato all’oblio. E invece erano solo la prima scossa di un terremoto che sta destabilizzando il social network più grande, la sesta società più importante al mondo per capitalizzazione di mercato. Un sisma che potrebbe condurre anche alla conclusione più inattesa: le dimissioni di Mark Zuckerberg dalla carica di Ceo di Facebook. Un’ipotesi che al momento non pare essere neanche in discussione. Ma alcuni investitori nelle ultime ore hanno iniziata a tirarla in ballo, e la storia dei colossi californiani racconta che non sarebbe la prima volta.Scott Stringer, uomo forte dei fondi pensione di New York City e con una partecipazione in Facebook da un miliardo di dollari, è fra i primi a chiedere la testa di Zuck, lanciando il sasso nello stagno. Secondo lui, Facebook dovrebbe scuotere il suo consiglio di amministrazione e sostituire Mark Zuckerberg con un nuovo presidente per ritrovare la fiducia degli utenti.Zuckerberg, giova ricordarlo, è fondatore, presidente, CEO e azionista di controllo di Facebook. Ma alla luce dello scandalo Cambridge Analytica, Stringer chiede un presidente indipendente e tre nuovi amministratori, con esperienza in materia di dati ed etica, in grado di garantire che Facebook protegga la privacy: «È l’ottava azienda più grande del mondo. Hanno due miliardi di utenti. Si trovano in acque incerte e non si sono comportati in modo tale da

Articoli correlati

  • Il New York Times: “Facebook condivide i dati con Apple, Samsung e altri produttori”June 4, 2018 Il New York Times: “Facebook condivide i dati con Apple, Samsung e altri produttori” (Foto: Rodrigo Buendia/Getty Images)Collaborazioni per la condivisione dei dati degli utenti con almeno 60 produttori e aziende – da Apple ad Amazon, passando per Samsung, BlackBerry e Microsoft – alcune delle quali messe in piedi ancor prima che le sue applicazioni fossero così...
  • Nuove accuse per Facebook: ha fornito un accesso speciale ai dati ad alcune aziendeJune 9, 2018 Nuove accuse per Facebook: ha fornito un accesso speciale ai dati ad alcune aziende Uno scandalo dietro l’altro. Il 2018 orribile di Facebook continua, con nuove inchieste che mettono a nudo una fragilità aziendale che nel corso degli anni ha prodotto criticità evidenti nella gestione dei dati. Un susseguirsi di eventi che, dopo il caso Cambridge Analytica, ...
  • Zuckerberg chiamò in segreto Trump per congratularsi dopo le elezioniJuly 20, 2018 Zuckerberg chiamò in segreto Trump per congratularsi dopo le elezioni Donald Trump (crediti: Gage Skidmore – CC)“Happy Birthday, Mr President” era un’altra storia: qui non c’è Marilyn Monroe e non c’è nemmeno John Kennedy. C’è piuttosto Mark Zuckerberg che chiama il presidente degli Stati Uniti Donald T...
  • Facebook accusata di condividere i nostri dati con i big degli smartphoneJune 4, 2018 Facebook accusata di condividere i nostri dati con i big degli smartphone Facebook ancora nel mirino sul fronte della violazione della privacy. Secondo quando scrive il New York Times, il social network più grande del mondo avrebbe stipulato accordi con almeno 60 produttori di smartphone, tablet e altri dispositivi mobili, permettendo loro di accedere ai dati p...
  • Le domande del Parlamento Europeo a cui Zuckerberg non ha rispostoMay 22, 2018 Le domande del Parlamento Europeo a cui Zuckerberg non ha risposto Bruxelles – Mark Zuckerberg, ceo e founder di Facebook, è stato ascoltato a porte chiuse dalla Conferenza dei presidenti, formata dai presidenti dei diversi gruppi parlamentari. L’invito a comparire è stato accolto dopo la richiesta del Presidente Tajani in seguito ...
  • Facebook resiste in Cina per un solo giornoJuly 26, 2018 Facebook resiste in Cina per un solo giorno Mark Zuckerberg (Photo by Alex Wong/Getty Images)Quel che si dice “breve, ma intenso“. Il giorno dopo aver dato il permesso a Facebook di aprire una filiale in Cina, il governo ha ritirato tutta la documentazione aziendale, iniziando a censurarne anche le notizie inerenti alla faccend...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *