Combattere il lavoro nero nei bar e ristoranti con una app

Mangiare al ristorante agli italiani piace. Secondo un rapporto di Pricewaterhouse Cooper, oltre il 25% consuma fuori casa almeno 4 o 5 pasti a settimana, con un spesa annuale che arriverà a toccare i 77,4 miliardi di euro nel 2020 (+1,4%). Questo significa che è destinato ad aumentare considerevolmente anche il numero dei lavoratori impiegati nel mercato della ristorazione. Un esercito di un milione e mezzo di persone, sempre da qui a due anni.
Alla fine dell’anno scorso l’agenzia per il lavoro Openjobmetis (quotata in Borsa Italiana) ha lanciato una app in grado di aiutare le imprese ad assumere personale in maniera immediata e con contratti regolari: Shakejob. “La ristorazione è un settore in cui il nero è molto presente, anche per la natura stessa del lavoro, in cui prevedere i picchi o le sostituzioni con largo anticipo è spesso impossibile”, ha spiegato Daniela Pomarolli, responsabile del progetto.
I dati dell’Ispettorato nazionale del lavoro, relativi al 2017, mostrano la presenza di circa 11mila casi di lavoratori irregolari nel settore. “Ciò è deleterio non solo per l’economia del nostro Paese ma anche per i soggetti coinvolti, che non sono protetti in alcun modo”, continua Pomarolli.
Neanche la misura dei voucher è servita a regolarizzare il lavoro di cuochi, camerieri e di tutte le altre professionalità impegnate nei servizi di alloggio e ristorazione. L’obiettivo di Openjobmetis è quello di riuscire a rendere disponibile Shakejob in tutta Italia.
“Grazie alla nostra piattaforma, imprenditori e lavoratori, con pochi click, potranno assumere ed essere assunti in maniera regolare”, sottolinea

Articoli correlati

  • Il mutuo è in crescita tra gli under 30. C’è un effetto Jobs Act?February 21, 2018 Il mutuo è in crescita tra gli under 30. C’è un effetto Jobs Act? Aumenta il numero di ragazzi under 30 che si rivolge a una banca per avere il mutuo. Secondo un’indagine di Mutui.it con Facile.it, gli aspiranti mutuatari erano il 3% nel 2013 e sono arrivati al 31% a fine 2017. Un boom? Certamente, ma con luci e ombre. L’exploit è trainato da...
  • Trony verso la chiusura: lavoratori a rischio in tutta ItaliaFebruary 19, 2018 Trony verso la chiusura: lavoratori a rischio in tutta Italia Cattiva gestione, scelte sbagliate e la concorrenza spietata dell’ecommerce. Sembrano essere questi i motivi alla base della crisi profonda che ha colpito la catena di negozi d’elettronica Trony. I negozi perdono clienti giorno dopo giorno. E i (pochi) prodotti presenti nei punti vend...
  • Il chatbot legge il curriculum: a colloquio di lavoro con gli algoritmiFebruary 19, 2018 Il chatbot legge il curriculum: a colloquio di lavoro con gli algoritmi Foto: Getty ImageAumenta la complessità di ruoli e posizioni, i profili professionali hanno confini sempre più sfumati e cresce la voglia di rimettersi in gioco di molti manager che, vedendo arrivare l’onda del cambiamento, cercano di surfarci sopra per non esserne travolti. L...
  • Lavori da donneMarch 8, 2018 Lavori da donne Nella società contemporanea le donne svolgono lavori e ricoprono cariche fino a pochi anni fa appannaggio del solo universo maschile, soprattutto fuori dall’Occidente. Guardie notturne, autiste di risciò e ingegneri, sono solo alcuni degli esempi raccolti nella serie di fotogr...
  • La Finlandia ci ripensa: dietrofront sul reddito di baseApril 23, 2018 La Finlandia ci ripensa: dietrofront sul reddito di base Stop al reddito di base in Finlandia. Il dietrofront è arrivato in questi giorni, a un anno dall’introduzione dell’esperimento che aveva catalizzato l’attenzione di tutti i Paesi dell’Unione europea. Nel gennaio del 2017 il Paese lo aveva lanciato come progetto pilo...
  • Eurostat: italiani tra i meno stakanovisti “per colpa” di insegnanti e PAJanuary 29, 2018 Eurostat: italiani tra i meno stakanovisti “per colpa” di insegnanti e PA La pubblica amministrazione italiana, ben nota per i suoi problemi, non solo è un rubinetto aperto in termini economici (un recente calcolo la valuta peggiore dell’evasione fiscale in danni economici), non solo aggrava le nostre vite e pesa sul nostro buonumore (ma anche sulla capaci...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *