Ghost Wars, non bastano i fantasmi per un buon horror

I primi 3 minuti di Ghost Wars, serie prodotta da Syfy e disponibile su Netflix, sono quanto di meglio ci si possa aspettare da una storia intrisa di horror e paranormale: una fotografia oscura, visioni orripilanti e un plot twist che sin da subito lascia con gli occhi sbarrati. Con un inizio del genere, ovviamente, le aspettative sono alte. Peccato che invece, di puntata in puntata, la qualità della serie vada scemando, fino a diventare quasi ridicola.
La trama non ha nulla di originale: una cittadina sperduta, Port Moore in Alaska, viene improvvisamente infestata dai fantasmi. La causa della massiccia presenza degli spettri è un terremoto che qualche tempo prima si è abbattuto nella zona ed ha causato la chiusura del passaggio per l’aldilà. Le anime dei morti, quindi, non hanno via d’uscita e sono costrette a rimanere in città. Ecco, con una storia del genere o sei Stephen King che riuscirebbe a tirar fuori un capolavoro anche dalle situazioni più banali, oppure il rischio è quello di cadere nel già visto.

Nei primi episodi Ghost Wars viaggia sul filo del rasoio tra l’intrigante ed il mediocre. Si parte male con la scelta del protagonista: l’unico che può salvare Port Moore dall’infestazione è Roman Mercer (Avan Jogia), il ragazzo da sempre deriso perché figlio della “strega” della città. Una scelta così originale da far invidia ai peggiori teen movie.Nonostante l’infelice scelta del protagonista, la serie cerca di dare una caratterizzazione psicologica abbastanza approfondita e non così scontata degli abitanti di Port Moore, primo

Articoli correlati

  • Come trovare le sottocategorie dei contenuti su NetflixJune 5, 2018 Come trovare le sottocategorie dei contenuti su Netflix Capiterà anche a voi, di fronte allo sterminato catalogo di Netflix, di passare le ore a navigare fra i vari contenuti disponibili senza riuscire a scegliere. Nonostante gli accurati suggerimenti degli algoritmi della piattaforma di streaming, infatti, a volte è difficile trovare qu...
  • Requiem, un canto di morte per la miglior serie horror della BbcMarch 22, 2018 Requiem, un canto di morte per la miglior serie horror della Bbc Esiste qualcosa di più fastidioso della paura ed è l’inquietudine costante. Non è facile per una serie tv mantenere nello spettatore una continua sensazione di ansia e apprensione, eppure Requiem ci riesce senza alcuna forzatura. La serie tv, prodotta dalla Bbc e dispon...
  • 5 vecchie serie tv che stanno per tornareApril 16, 2018 5 vecchie serie tv che stanno per tornare Se pensate che il recupero di vecchie serie sia una moda degli ultimi anni vi sbagliate, il ritorno di vecchie storie e vecchi temi è una costante della cultura pop del quale oggi siamo più consapevoli. Da qualche giorno il remake di Lost in Space, serie degli anni 1960 e film dimen...
  • Shonda Rhimes, ecco di cosa parlerà la sua prima serie NetflixJune 11, 2018 Shonda Rhimes, ecco di cosa parlerà la sua prima serie Netflix L’accordo clamoroso raggiunto nei mesi scorsi fra Shonda Rhimes e Netflix inizia a prendere forma. È stato annunciato nelle scorse ore, infatti, il primo progetto che vedrà impegnata in prima persona la creatrice di serie culto come Grey’s Anatomy e Scandal sulla piattaf...
  • Tredici, di cosa parlerà la seconda stagioneMay 5, 2018 Tredici, di cosa parlerà la seconda stagione Hanna, Clay e Jessica stanno per tornare. Dopo una prima stagione che ha fatto discutere temi controversi come il suicidio, il bullismo e lo stupro, la serie Tredici (in originale Thirteen Reasons Why) approderà su Netflix con la seconda stagione il 18 maggio. Nonostante il racconto del mo...
  • 5 cose da sapere su Wild Wild Country, la docuserie su OshoApril 11, 2018 5 cose da sapere su Wild Wild Country, la docuserie su Osho Quando si comincia a vedere Wild Wild Country, il documentario originale in sei parti disponibile dal 16 marzo su Netflix, si rimane inizialmente disorientati. Perché non si capisce qual è il confine fra realtà e finzione e soprattutto non si capisce di chi si sta p...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *