Volano M5S e Lega, disastro Pd: Italia a destra ma servirà un governo Frankenstein

Ma chi ha vinto le elezioni? Fossimo stati appena a cinque anni fa, se non all’epoca del bipolarismo pieno, la notizia sarebbe stata una sola: il 37% del centrodestra e, all’interno, il sorpasso di Matteo Salvini (18,2%) su Silvio Berlusconi (13,8%), sconfitto in un’alleanza quasi vincente. Invece le urne hanno ufficialmente inaugurato la stagione (breve o lunga, si vedrà) del tripolarismo quasi tripartitismo col risultato del Movimento 5 Stelle. Una stagione a dire il vero già sbocciata nel 2013 ma ora esplosa nelle proporzioni. Celebrato come un trionfo – lo è: primo partito col 32% e primo gruppo parlamentare – ma annunciato e nella sostanza in linea con i granitici sondaggi degli ultimi mesi. Ritoccati abbondantemente al rialzo dagli elettori. Chi ha perso, invece, è ben chiaro: il Pd, partito di governo, è finito sotto la soglia di galleggiamento del 20% fallendo tutti gli obiettivi del segretario Renzi, probabilmente al capolinea, e segnando il peggior risultato di sempre. Roba da crisi d’identità.
Eppure i numeri in Parlamento non sono quelli che si sono susseguiti per tutta la notte, dai primi instant poll alle proiezioni fino alle cifre reali in arrivo dalle sezioni. La complicata combinazione di parte proporzionale e parte uninominale prevista dalla legge elettorale, oltre alla stessa spaccatura in tre dell’elettorato, tiene molto lontano il Movimento 5 Stelle dalla possibilità di governare in autonomia. Sono i “non” vincitori di centrodestra a poter contare il numero più elevato di seggi sia al Senato (dove la maggioranza sembra più vicina) che alla Camera (dove invece

Articoli correlati

  • Elezioni, le proiezioni del voto viste dai social networkMarch 4, 2018 Elezioni, le proiezioni del voto viste dai social network (foto: Getty Images)Centrodestra prima coalizione, ma con soltanto una possibilità su quattro di avere la maggioranza in Parlamento. Centrosinistra che ha superato il Movimento 5 stelle, che però si conferma il primo partito. Questo dicono i social poll di Wired Italia e Voices...
  • #senzadime, l’umore degli elettori del Pd su TwitterMarch 7, 2018 #senzadime, l’umore degli elettori del Pd su Twitter (foto: MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)Dalle urne sono uscite poche certezze per la governabilità dell’Italia. Nessun partito o coalizione ha raggiunto il 40%, la soglia per ottenere la maggioranza assoluta. Si sono aperti quindi degli scenari di intese che stanno facendo discutere. T...
  • Le consultazioni (secondo i dati) potrebbero durare fino a due mesiApril 6, 2018 Le consultazioni (secondo i dati) potrebbero durare fino a due mesi Le prime giornate di consultazioni elettorali non sono state segnate esattamente da fuochi d’artificio. Persino i più appassionati nerd della politica hanno dovuto accontentarsi del raddrizzatore di corazzieri o dalla battaglia di gabbiani davanti alle porte del Quirinale. Non propri...
  • Chelsea Manning: “Il carcere ha cristallizzato i miei valori”May 2, 2018 Chelsea Manning: “Il carcere ha cristallizzato i miei valori” Chelsea Manning a re:publica, Berlino (re:publica / Flickr CC / BY-SA 2.0) Berlino – “Sono atterrata qui e sono andata direttamente alla manifestazione del Primo maggio”, dice Chelsea Manning dal palco di Re:publica, la conferenza berlinese dedicata a internet e società. ...
  • Museo Egizio, Giorgia Meloni ci ha fatto una figuracciaFebruary 12, 2018 Museo Egizio, Giorgia Meloni ci ha fatto una figuraccia Sulla polemica legata allo sconto del museo Egizio per i “nuovi italiani” di lingua araba (“Fortunato chi parla arabo”) non ci sarebbe da tornare, per non fornire ulteriore ribalta al vuoto cosmico di certa propaganda elettorale, non fosse che per individuare il nodo vero ...
  • Pd e Forza Italia, secondo Boldrini potrebbe già esserci un’alleanzaFebruary 23, 2018 Pd e Forza Italia, secondo Boldrini potrebbe già esserci un’alleanza Secondo Laura Boldrini, presidente della Camera e candidata con Liberi e Uguali, le larghe intese post-voto sarebbero già nei piani. Lo ha spiegato stamattina a Radio Capital, ai cui microfoni ha dichiarato che “ci sono i guanti bianchi tra Renzi e Berlusconi, il che fa pensare male....

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *