Ecommerce, fintech e polizze auto: come cambiano le Poste

Meno lettere, più consegne di pacchi dell’ecommerce. Più ricavi da pagamenti digitali. Nuove assicurazioni per auto, infortuni e per le piccole imprese. Sarà questo l’assetto di Poste italiane al 2022. Il nuovo piano industriale prevede 2,8 miliardi di euro di investimenti nei prossimi cinque anni per assicurarsi quote di mercato di rilievo nella distribuzione dello shopping online, nelle nuove forme di pagamento senza contante e nel mercato delle polizze. Poste punta a raggiungere 11,2 miliardi di euro di ricavi (+5%) e 1,2 miliardi di utile netto (+13%).
Nonostante l’accento su ecommerce e pagamenti digitali, la spinta maggiore alla crescita arriverà dai rami finanza e assicurazioni (rispettivamente del 12% e del 17% dell’utile tra 2017 e 2022). La distribuzione dei pacchi dovrà contenere la frana della corrispondenza e riportare guadagni in un settore che da anni ne perde, visto che si spediscono sempre meno lettere.
L’ad di Poste, Matteo Del Fante (Lapresse)Pacchi e lettere
L’operazione più delicata per Poste è trasformare il suo primo impiego: consegnare corrispondenza. Nel 2005 l’Italia ha raggiunto il picco di spedizioni di lettere e da allora ha perso il 57% dei volumi. Il tracollo la pone al terzo posto in Europa, dietro Danimarca e Olanda. E l’orizzonte è ancora grigio: dal 2015 al 2022 le consegne di lettere caleranno nell’ordine del 4% ogni anno, arrivando a valere 2,1 miliardi di euro. In compenso il segmento dei pacchi crescerà del 6%, arrivando a 7,1 miliardi. E ancora più rapida sarà l’impennata delle consegne per l’ecommerce (i pacchi b2c, dall’azienda al

Articoli correlati

  • Compri ora, paghi dopo: così l’ecommerce conquisterà nuovi clientiMarch 17, 2018 Compri ora, paghi dopo: così l’ecommerce conquisterà nuovi clienti Le ricadute psicologiche della crisi economica e i nuovi servizi “compra ora, paga dopo“ stanno riscrivendo i comportamenti d’acquisto di migliaia di consumatori, specie nel segmento ecommerce. In collaborazione con banche e rivenditori una nuova ondata di startup fintech puntan...
  • Telegram lancia una sua criptovaluta con un’Ico da 1,2 miliardi di dollariFebruary 19, 2018 Telegram lancia una sua criptovaluta con un’Ico da 1,2 miliardi di dollari Telegram lancia una Initial Coin Offering (Ico) da 1,2 miliardi di dollari e gli investitori fanno la fila per sedersi al tavolo e giocare la partita. Una Ico è un’offerta di nuova moneta nella sua fase iniziale. Le criptovalute permettono di creare una propria moneta che, di norma, ...
  • 3 salvadanai digitali per accumulare risparmi e farli fruttareApril 10, 2018 3 salvadanai digitali per accumulare risparmi e farli fruttare Avvicinare le persone alla finanza. Partendo da un punto essenziale: favorire il micro risparmio automatizzato, “camuffato” negli interstizi delle nostre numerose transazioni quotidiane, ma cucito anche su misura, a seconda delle abitudini di consumo degli utenti o degli obiettivi che...
  • Spotify si quota a Wall Street, offerta da un miliardoMarch 1, 2018 Spotify si quota a Wall Street, offerta da un miliardo Spotify punta alla Borsa di New York. Il servizio di streaming musicale ha depositato una domanda di offerta pubblica iniziale (Ipo) da un miliardo di dollari alla Security and exchange commission (Sec), l’autorità che controlla il settore finanziario negli Stati Uniti. Il gruppo sve...
  • L’azionista numero 1 di Uber investe in un nuovo mondiale di calcioApril 13, 2018 L’azionista numero 1 di Uber investe in un nuovo mondiale di calcio Un piano da 25 miliardi di dollari per creare un nuovo torneo di calcio mondiale per squadre appartenenti alla Fifa. Fantacalcio? No, è il progetto di una cordata internazionale capeggiata dal colosso giapponese delle telecomunicazioni SoftBank, già primo azionista di Uber.  Ra...
  • Poste Italiane alla svolta fintech: scatta la corsa ai pagamenti digitaliMarch 9, 2018 Poste Italiane alla svolta fintech: scatta la corsa ai pagamenti digitali Una sfida lanciata ai talenti informatici migliori, per individuare le soluzioni più innovative sui pagamenti mobili e digitali. Poste Italiane rilancia l’hackaton dedicato all’innovazione tecnologica, ma per la prima volta punta sull’e-payment: l’edizione numero se...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *