Autogrill, nuove proposte food per soddisfare i viaggiatori globali

Un tempo stazioni ferroviarie e aeroporti erano luoghi da attraversare in velocità, quasi uno scambio obbligato per raggiungere altre e più piacevoli destinazioni. Ma i tempi sono cambiati ed entrambi sono diventati veri e propri hub dove trascorrere momenti di relax, shopping e in cui ricercare un’offerta gastronomica di qualità, non lontana da quella che si trova nelle maggiori città mondiali. Ecco perché, in particolar modo per frequent flyer e professionisti in continuo movimento tra paesi, le nuove aperture di brand del food nei luoghi della mobilità rappresentano un cambiamento da salutare e valutare con attenzione. Nuovi punti vendita di brand internazionali approderanno negli scali ferroviari e negli aeroporti globali grazie alle nuove partnership del Gruppo Autogrill, che amplia e rafforza così anche il portafoglio dei marchi che gestisce, anche attraverso la controllata HMSHost e HMSHost International.
Il riferimento va a due brand inglesi, Leon e Pret A Manger, e alla catena newyorkese Shake Shack: filo comune delle partnership e delle future aperture, la possibilità di mettere a disposizione dei viaggiatori marchi forti e apprezzati nei paese di origine, con una proposta molto chiara in termini gastronomici.
Il rafforzamento della proposta fast&healthy passa da una maggiore sinergia con il brand inglese Leon, che approderà con i suoi nuovi monomarca in esclusiva in stazioni e aeroporti nel Regno Unito, in Belgio, Germania, Svizzera, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Olanda, mentre per Emirati Arabi Uniti, Bahrain, Arabia Saudita, Kuwait, Turchia, Francia e Spagna l’esclusiva è solo per gli aeroporti. Il brand, nato nel 2004, è britannico ma

Articoli correlati

  • Ecco l’hamburger impossibile: è vegano, ma sanguina come uno veroApril 21, 2018 Ecco l’hamburger impossibile: è vegano, ma sanguina come uno vero   Con la primavera iniziano i barbecue, e un hamburger al sangue che sfrigola sulla griglia è tante cose. Il profumo, il colore rosa che vira al bruno, l’inconfondibile sentore leggermente metallico della carne semicruda. Rinunciare a esperienze sensoriali, anzi, sensuali del g...
  • Siamo riusciti a mangiare da Jollibee, il fast food filippino aperto a MilanoMarch 26, 2018 Siamo riusciti a mangiare da Jollibee, il fast food filippino aperto a Milano E alla fine l’ape del pollo fritto arrivò in Italia. Domenica 18 marzo a Milano, in piazza Diaz, a pochi passi dal Duomo, è stato inaugurato il primo locale europeo di Jollibee. Il nome potrebbe non essere noto ai più, ma si tratta in soldoni della più importante...
  • McDonald’s lancia in Giappone le nuove patatine fritte al ragùFebruary 27, 2018 McDonald’s lancia in Giappone le nuove patatine fritte al ragù Ketchup, senape o maionese? Niente di tutto questo, meglio un po’ di ragù. La divisione giapponese di McDonald’s ha infatti annunciato l’imminente lancio di una nuovissima specialità, battezzata Kaketemiiyo Cheese Bolognese: una porzione delle più classiche ...
  • Il miele (anche di Manuka) non ti aiuteràFebruary 6, 2018 Il miele (anche di Manuka) non ti aiuterà Il miele di Manuka è un miele monoflorale, cioè prodotto da una solo pianta, la manuka appunto, o più precisamente la leptospermum scoparium, che arriva dall’Australia e dalla Nuova Zelanda. Vale talmente tanto, vista la richiesta, che dall’altra parte del mondo &...
  • Le PMI italiane del settore food iniziano a scoprire la finanza alternativaApril 27, 2018 Le PMI italiane del settore food iniziano a scoprire la finanza alternativa Secondo la piattaforma Lendix Italia, le PMI italiane del food sono tra le più attive nel P2P lending grazie a tempi di risposta certi e pratiche più snelle     Fashion e food sono due tra i principali elementi per cui l’Italia è universalmente nota. Il setto...
  • AgriFood, 481 startup nel mondo di cui il 12% italiane. Il 23 febbraio convegno Food, tech & financeFebruary 20, 2018 AgriFood, 481 startup nel mondo di cui il 12% italiane. Il 23 febbraio convegno Food, tech & finance Sono 481 le startup internazionali Smart AgriFood individuate dall’Osservatorio Smart AgriFood della School of Management del Politecnico di Milano e del Laboratorio RISE dell’Università degli Studi di Brescia, la cui analisi è stata presentata nei giorni scorsi a M...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *