Autogrill, nuove proposte food per soddisfare i viaggiatori globali

Un tempo stazioni ferroviarie e aeroporti erano luoghi da attraversare in velocità, quasi uno scambio obbligato per raggiungere altre e più piacevoli destinazioni. Ma i tempi sono cambiati ed entrambi sono diventati veri e propri hub dove trascorrere momenti di relax, shopping e in cui ricercare un’offerta gastronomica di qualità, non lontana da quella che si trova nelle maggiori città mondiali. Ecco perché, in particolar modo per frequent flyer e professionisti in continuo movimento tra paesi, le nuove aperture di brand del food nei luoghi della mobilità rappresentano un cambiamento da salutare e valutare con attenzione. Nuovi punti vendita di brand internazionali approderanno negli scali ferroviari e negli aeroporti globali grazie alle nuove partnership del Gruppo Autogrill, che amplia e rafforza così anche il portafoglio dei marchi che gestisce, anche attraverso la controllata HMSHost e HMSHost International.
Il riferimento va a due brand inglesi, Leon e Pret A Manger, e alla catena newyorkese Shake Shack: filo comune delle partnership e delle future aperture, la possibilità di mettere a disposizione dei viaggiatori marchi forti e apprezzati nei paese di origine, con una proposta molto chiara in termini gastronomici.
Il rafforzamento della proposta fast&healthy passa da una maggiore sinergia con il brand inglese Leon, che approderà con i suoi nuovi monomarca in esclusiva in stazioni e aeroporti nel Regno Unito, in Belgio, Germania, Svizzera, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Olanda, mentre per Emirati Arabi Uniti, Bahrain, Arabia Saudita, Kuwait, Turchia, Francia e Spagna l’esclusiva è solo per gli aeroporti. Il brand, nato nel 2004, è britannico ma

Articoli correlati

  • In Europa abbiamo finito il pesceJuly 14, 2018 In Europa abbiamo finito il pesce Giorni caldi per il pesce. E no, non stiamo parlando delle grigliate estive. Ci riferiamo invece ai dati appena resi noti dalla Food and Agriculture Organization (Fao) contenuti all’interno del The State of World Fisheries and Aquaculture (Sofia), il rapporto che fotografa lo stato dei mari...
  • Nastro Azzurro Prime Brew, il primo assaggio del mastro birraioJune 6, 2018 Nastro Azzurro Prime Brew, il primo assaggio del mastro birraio L’arrivo sul mercato di una birra di nuova generazione è sempre un evento, soprattutto per i più attenti ai processi con cui nasce una bionda. Negli ultimi anni, una vera e propria transizione è avvenuta nel campo del beverage: un tempo a una birra si chiedeva una pausa...
  • Un farmaco sperimentale contro la celiachiaMay 22, 2018 Un farmaco sperimentale contro la celiachia Si chiama Amg714 ed è un farmaco sperimentale che potrebbe offrire una nuova speranza per i celiaci. Pazienti che spesso anche adottando una dieta priva di glutine sono esposti a pericolose quantità “nascoste” di questa sostanza, derivanti probabilmente da contamina...
  • Come cancellare ciò che hai detto all’assistente di GoogleAugust 4, 2018 Come cancellare ciò che hai detto all’assistente di Google Come cancellare tutte le registrazioni che l’assistente di Google ha salvato dopo che abbiamo conversato sia con gli speaker Google Home sia anche attraverso lo smartphone con la medesima tecnologia di Google Assistant? Con le ultime regolamentazioni sul rispetto della privacy e con l&rsquo...
  • Lo scutoide, ecco una nuova forma geometricaJuly 31, 2018 Lo scutoide, ecco una nuova forma geometrica (immagine: Università di Siviglia)Si chiama scutoide ed è una forma geometrica completamente nuova. A scoprirla sono stati i ricercatori spagnoli dell’Università di Siviglia che hanno raccontato sulle pagine di Nature Communications come questa particolare forma, appena...
  • Si chiama Norman Bates ed è la prima intelligenza artificiale psicopaticaJune 7, 2018 Si chiama Norman Bates ed è la prima intelligenza artificiale psicopatica Alfred HitchcockI precedenti: la Macchina degli Incubi (2016), l’intelligenza artificiale che applica filtri di terrore alle immagini e Shelley una collaborazione uomo-macchina per la scrittura collettiva di storie dell’orrore. Oggi è il turno della “prima intel...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *