Agenzia del farmaco europea, Milano accusa l’Olanda di aver cambiato la sede scelta

L’assegnazione dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) a cui Milano si era candidata, vedendosi sorpassata al rush finale con un sorteggio che ha premiato l’Olanda e la città di Amsterdam, si arricchisce di un nuovo capitolo.
Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha annunciato di volere ricorrere alla Corte dei conti europea dopo avere chiesto e ottenuto l’accesso agli atti del governo olandese e avere individuato quelle che possono essere definite le prove delle inadempienze di Amsterdam. Secondo il sindaco le sedi da destinare all’Ema proposte dall’Olanda per concorrerne all’assegnazione sono state rimpiazzate da una nuova sede.
Nei documenti consultati, il Tripolis-Burgerweeshuispad 200 e l’Infinity Business Center-Amstelveenseweg 500 non figurano più, sostituiti da una sede inedita che non avrebbe neppure le dimensioni sufficienti per rispondere alle necessità dell’Ema.
Una conseguenza non da poco per l’Italia che era giunta a pari punti con l’Olanda ed è stata battuta dalla dea fortuna. Da qui la decisione di ricorrere alla Corte dei conti europea perché, come detto da Sala, “si configura un danno per i cittadini europei e quindi anche per le nostre tasche”.
Quando lo scorso 20 novembre, a margine del Consiglio degli affari generali Ue, l’Italia non è riuscita ad aggiudicarsi la sede Ema sono sorti alcuni interrogativi. I prerequisiti imposti dall’Europa per potere ambire a ospitare l’Agenzia sono sempre stati condivisi dai paesi partecipanti e la capacità di predisporre di una sede operativa confacente alle necessità era chiara e, in merito a quest’ultimo punto, erano sorti degli interrogativi sull’Olanda. Dubbi confermati quando si ha avuto

Articoli correlati

  • Ema, l’Agenzia del farmaco europea resta ad AmsterdamFebruary 23, 2018 Ema, l’Agenzia del farmaco europea resta ad Amsterdam Le speranze erano poche e ora si sono esaurite. Alla luce dei ritardi nell’allestimento della sede olandese destinata a ospitare l’Agenzia del farmaco europea (Ema), l’Italia ha sperato di potersi aggiudicare in seconda battuta l’ambita rappresentanza. Così non sar&...
  • Dj Fabo, il governo difende la legge. Ora la palla passa alla ConsultaApril 3, 2018 Dj Fabo, il governo difende la legge. Ora la palla passa alla Consulta Lo scorso 14 febbraio la Corte delle Assise di Milano, chiamata a giudicare Marco Cappato per il reato di aiuto al suicidio relativamente alla morte di Dj Fabo ha rimesso gli atti alla Corte costituzionale affinché si pronunci sulla validità costituzionale di tale reato. Il governo ...
  • Chi era Salvatore LigrestiMay 16, 2018 Chi era Salvatore Ligresti Salvatore Ligresti, l’immobiliarista e finanziere morto ieri a 86 anni, ha passato la prima parte della sua vita ad accumulare miliardi attraverso dubbie scalate finanziarie e la seconda a continuare ad accumularli per poi esserne del tutto spossessato dalle condanne giudiziarie. L&rsq...
  • Chi è Giuseppe Conte, “quinto premier non eletto” figlio di due casteMay 21, 2018 Chi è Giuseppe Conte, “quinto premier non eletto” figlio di due caste Una cosa buona, e ci mancherebbe, Giuseppe Conte l’ha fatta qualche tempo fa, quando in veste di presidente della commissione disciplinare ha coordinato l’istruttoria del Consiglio di Stato che ha condotto alla destituzione del consigliere Francesco Bellomo. Si trattava della mestissi...
  • Ipotesi governo con Conte, cosa succede oggiMay 22, 2018 Ipotesi governo con Conte, cosa succede oggi “Sono molto orgoglioso di questo nome perché è la sintesi del Movimento 5 stelle”, così Luigi Di Maio durante l’incontro con i giornalisti, a margine del colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella lunedì 21 maggio. Il nome è...
  • Lo strano caso di Blu, il nome che non va bene per una bambinaMay 23, 2018 Lo strano caso di Blu, il nome che non va bene per una bambina Il problema di Blu, la bimba di un anno e mezzo che la Procura di Milano vuole rinominare d’imperio, starebbe in un articolo, il numero 35, del Dpr 396/2000. Si tratta del “Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’ordinamento dello stato civile”. Frutto, a su...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *