«Non utilizzate prodotti o servizi di Huawei o Zte: rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale». L’appello è stato lanciato dai vertici di diverse agenzie di intelligence Usa –Cia, Fbi e Nsa tra le altre- che accusano le due società della Repubblica Popolare cinese, entrambe produttrici di smartphone e di dispositivi per le infrastrutture di reti mobili, di poter controllare o esercitare pressioni sulle infrastrutture di telecomunicazioni statunitensi.Scala quindi di qualità la guerra tra i governo statunitense e le maggiori società cinesi produttrici di telefonini e reti mobili, già iniziata poco più di un mese fa, sul tema della cybersecurity. Ma questa volta si sono mossi addirittura i massimi vertici delle agenzie di intelligence nazionali, che in un’udienza al Senate Intelligence Committee statunitense hanno lanciato un appello comune perché i prodotti delle due società cinesi non vengano utilizzati né dagli utenti finali né dalle istituzioni Usa.
Il direttore dell’Fbi Chris Wray si è così espresso: «Siamo molto preoccupati sui rischi che comporta permettere, a società o entità controllate da governi stranieri che non condividono i nostri valori, di guadagnare posizioni di potere all’interno delle nostre reti di telecomunicazione. Questo causa la possibilità di esercitare pressioni o controllare la nostra infrastruttura di telecomunicazione – ha proseguito Wray- e la capacità di modificare o sottrarre intenzionalmente informazioni e di condurre una attività di spionaggio non rilevato». Durante l’udienza, il presidente del Senate Intelligence Committee, il senatore repubblicano Richard Burr, si è detto preoccupato circa i legami tra il governo cinese e le

Articoli correlati

  • Stop alle attività negli Usa, Zte cede al divieto di WashingtonMay 10, 2018 Stop alle attività negli Usa, Zte cede al divieto di Washington (Foto: Miquel Benitez/Getty Images)Zte chiude le “principali attività” negli Stati Uniti. Lo ha comunicato il colosso cinese degli smartphone in una nota depositata alla Borsa di Hong Kong. Una vicenda che si inserisce nella più ampia battaglia dei dazi che il presidente...
  • Dazi, Trump apre a Zte: «Dialogo con la Cina per farla tornare a produrre»May 14, 2018 Dazi, Trump apre a Zte: «Dialogo con la Cina per farla tornare a produrre» L’affaire Zte sempre più al centro delle relazioni diplomatiche tra Stati Uniti e Cina. Il presidente americano Donald Trump corre infatti in soccorso del gigante della telefonia della Repubblica popolare, costretto a sospendere le sue principali attività dopo che il dipartim...
  • Huawei P Smart+, 2+2 fotocamere e tanta intelligenza artificialeJuly 19, 2018 Huawei P Smart+, 2+2 fotocamere e tanta intelligenza artificiale (Foto: Huawei)Da oggi un altro smartphone si unisce alla già nutrita scuderia di prodotti che la cinese Huawei ha sfornato quest’anno: si tratta di Huawei P Smart+, versione potenziata del P Smart con il quale il gruppo aveva aperto il 2018 che rispetto all’originale vanta dive...
  • Zte, intesa con gli Usa: multa da 1 miliardo e sostituzioni ai verticiJune 8, 2018 Zte, intesa con gli Usa: multa da 1 miliardo e sostituzioni ai vertici Zte (Photo by Miquel Benitez/Getty Images)La vicenda Zte sembra essere davvero arrivata ai titoli di coda. L’azienda tech cinese ha acconsentito al pagamento di una multa da 1 miliardo di dollari (più altre pesanti sanzioni), per ottenere la revoca del divieto di approvvigionamento d...
  • ScaleIT chiama i venture capital UsaMay 16, 2018 ScaleIT chiama i venture capital Usa «Finora negli Stati Uniti si è saputo poco o nulla di quello che succedeva nel mercato italiano dell’innovazione ma ora la situazione potrebbero cambiare». A parlare è Lorenzo Franchini, fondatore di ScaleIT, l’evento-piattaforma nato per favorire l’in...
  • Zte riparte dopo la fine del ban degli Stati UnitiJuly 14, 2018 Zte riparte dopo la fine del ban degli Stati Uniti Il 13 luglio il Dipartimento di commercio degli Stati Uniti ha rilasciato una comunicazione ufficiale per rimuovere il ban a Zte. Il colosso cinese delle telecomunicazioni Zte può tornare a fare business con aziende americane, dopo che ha raggiunto tutte le condizioni firmate nell’a...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *