(Foto: Ian Muttoo/Flickr)Rete di distribuzione elettrica combinata a un sistema intelligente di contatori, a sorgenti rinnovabili, a elettrodomestici intelligenti e a sistemi informatizzati che consentono una gestione sicura ed efficiente dell’energia.
Tra gli obiettivi di una s.g. ci sono la minimizzazione dei sovraccarichi e degli sbalzi di tensione, l’utilizzo più razionale delle risorse e il controllo della produzione dell’energia, la cui generazione non è centralizzata ma distribuita, con nodi periferici anche di piccola taglia.
Le sorgenti rinnovabili, che forniscono una quantità di energia non prevedibile, richiedono evoluti sistemi di intelligenza artificiale per gestire dinamicamente senza perdite eventuali eccessi di energia, con una regolazione in tempo reale. Introdurre una s.g. non significa solo aggiornare le infrastrutture, ma richiede di ripensare tutto il servizio elettrico.
Nel 2006 l’Italia è stata la prima Nazione al mondo ad avere una s.g. su tutto il proprio territorio. Tra gli ulteriori vantaggi di una s.g. ci sono il riconoscimento precoce e la resistenza agli attacchi fisici, l’attivazione di mercati dell’energia con ottimizzazione dei guadagni e la cosiddetta democratizzazione energetica.
Dal 15 al 18 marzo, Milano è #MilanoDigitalWeek: quattro giorni di eventi dedicati alla cultura dell’innovazione. I temi? Scoprili con il Dizionario Digitale, raccolta di parole chiave raccontate da Wired Italia.
The post Smart Grid appeared first on Wired.

Articoli correlati

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *