Il Golden Gate Bridge a San FranciscoL’Italia avrà un polo per l’innovazione nella città dell’innovazione per antonomasia, San Francisco. Il futuro indirizzo del Belpaese in California sarà un centro dove grandi aziende, piccole e medie imprese, startup, università ed enti pubblici potranno prendere casa per esportare la tecnologia made in Italy e attirare nello Stivale i progetti imprenditoriali statunitensi. L’investimento porta la firma di Cassa depositi e prestiti (Cdp), la cassaforte di Stato nata per amministrare il risparmio postale. Il gruppo aprirà nella Silicon Valley uno spazio sulla falsariga di quelli inaugurati già da altri Paesi europei, come Francia e Germania.
Cdp ha scelto di allearsi Talent Garden, il gruppo che conta sedici coworking in altrettante città d’Europa e altri quattro ne intende aprire entro fine anno. Insieme le due società costituiranno una joint venture che gestirà il centro italiano per l’innovazione. “L’idea è di creare una connessione tra l’ecosistema di San Francisco e quello dell’Italia”, osserva Davide Dattoli, fondatore di Talent Garden.
Il polo in California sarà la testa da ponte dell’innovazione made in Italy. Come si legge in una nota congiunta, le aziende potranno utilizzarlo “per entrare in contatto con i principali player a livello globale nei vari settori di interesse per il mercato italiano”. E viceversa. Il centro “permetterà di canalizzare verso l’Italia iniziative imprenditoriali nate in Silicon Valley che possono trovare nel nostro Paese”.
L’Italia, d’altronde, deve scontare un ritardo decennale rispetto ad altri paesi europei. “Questa ‘comunità’ nella capitale mondiale del digitale contribuirà a stimolare e facilitare una

Articoli correlati

  • La catena alimentare va su blockchainFebruary 18, 2018 La catena alimentare va su blockchain L’anno scorso solo negli Stati Uniti 325mila persone sono finite in ospedale e 5mila sono morte per aver mangiato cibo contaminato. Le frodi spaziano dagli additivi inappropriati – come la tintura nelle spezie per aumentare il colore o gli ormoni iniettati nei polli per nascondere le ...
  • Talent Garden nella capitale dei big digitali: un coworking a DublinoMarch 7, 2018 Talent Garden nella capitale dei big digitali: un coworking a Dublino Davide Dattoli, ad di Talent Garden, e Brian MacCraith, rettore della Dcu (foto: Talent Garden)Bussola a nord per Talent Garden. Dopo l’accordo per diventare azionista di maggioranza di un gruppo di spazi di coworking in Danimarca, la società italiana di networking e formazione per l...
  • 10 startup italiane che sognano l’AmericaFebruary 23, 2018 10 startup italiane che sognano l’America (Nicola Garelli, Presidente di iStarter/Foto: iStarter)Dai test genomici avanzati a un controllo della pressione arteriosa. Da un motore di ricerca per eventi a sistemi di pagamenti digitali per le banche. Sono questi i progetti di alcune delle dieci startup italiane che lunedì 26 febbraio...
  • H-Farm, ancora rinvii per il campus in Veneto: “Andiamo a Milano”April 20, 2018 H-Farm, ancora rinvii per il campus in Veneto: “Andiamo a Milano” (Foto. H-FARM)H-Campus, l’incubatore di startup e centro di innovazione a Treviso, sta valutando di traslocare a Milano un investimento da 65 milioni di euro per ampliare il polo di formazione. Il motivo? Un nuovo posticipo al via libera al progetto, per effetto dell’ultima decisione ...
  • Venture capital, l’ex team di Intesa Sanpaolo verso il secondo closing del nuovo fondo con sgr indipendenteApril 5, 2018 Venture capital, l’ex team di Intesa Sanpaolo verso il secondo closing del nuovo fondo con sgr indipendente Davide Turco “Il prossimo mese verrà annunciata una nuova management company indipendente, partecipata al 25% da Intesa Sanpaolo, attiva nel venture capital. Inoltre faremo il secondo closing del fondo Atlante Ventures di almeno 130 milioni, ma crediamo di poter arrivare a ...
  • Talent Garden punta al nord Europa e sbarca in DanimarcaFebruary 28, 2018 Talent Garden punta al nord Europa e sbarca in Danimarca Talent Garden, il gruppo di coworking nato a Brescia nel 2011, mette un piede nei paesi del nord Europa. La società guidata da Davide Dattoli ha annunciato di aver acquisito il 51% di Rainmaking Loft, una rete di quattro spazi di coworking a Copenhagen. Attraverso una joint venture con la ...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *