L’ultimo video pubblicato da Boston Dynamics, che mostra un robot SpotMini aprire una porta e lasciar passare cortesemente un altro automa (ne abbiamo scritto qui), ha suscitato reazioni contrastanti. C’è chi non può far altro che ammirare l’evoluzione tecnologica degli automi dell’azienda. E chi è preda dell’inquietudine, immaginando uno scenario distopico in cui le macchine avranno un’autonomia eccessiva rispetto ai desideri degli uomini.

In realtà l’azienda, nata come spin-off del Mit, lavora per costruire macchine che “rompono i confini e lavorano nel mondo reale”. Insomma, i robot sono pensati per aiutare le persone a svolgere compiti, che si tratti di portare pesi in garage o di trasportare materiali per combattere al fronte. Devono sapersi muovere in giardino, ma anche in caso di terremoto.
Ecco una carrellata per immagini dei robot sviluppati negli ultimi anni. Alcuni sono stati realizzati con il supporto della Defense Advanced Research Project Agency (Darpa), l’agenzia del Dipartimento della difesa degli Stati Uniti, che sviluppa tecnologie in ambito militare. Potranno servire per affiancare l’esercito nei teatri di guerra.
The post Ecco l’esercito di robot di Boston Dynamics appeared first on Wired.

Articoli correlati

  • Il quadrupede robot che sa curarsi le ferite da soloJune 4, 2018 Il quadrupede robot che sa curarsi le ferite da solo Un piccolo robot a quattro zampe capace di saltellare come una rana che riesce a ripararsi in piena autonomia, e riprendere a muoversi come nulla fosse, senza bisogno dell’intervento umano. È il risultato del lavoro di un team di ricercatori del Carnegie Mellon University’s Sof...
  • Il robot anfibio che cammina sull’acqua e sulla terrafermaJuly 18, 2018 Il robot anfibio che cammina sull’acqua e sulla terraferma Può schivare gli ostacoli subacquei mantenendosi a pelo d’acqua, nuotare sotto la superficie per nascondersi, camminare normalmente sulla terraferma e persino sul fondale. Il piccolo robot che vedete in questo video, sviluppato da ingegneri dell’Università di Harvard, h...
  • Un robot morbido per la chirurgia del futuroMay 4, 2018 Un robot morbido per la chirurgia del futuro Un mix di sensori ultrasottili, piccoli motori e sistemi di contrazione condizionati dalla temperatura esterna: ecco i segreti racchiusi nel piccolo soft-robot, o robot morbido, che vedete in questo video. Ideato da scienziati dell’Università di Houston, il sistema è capa...
  • L’arnia hi-tech di 3Bee, ecco come la IoT può salvare le api e tutelare l’ambienteMay 22, 2018 L’arnia hi-tech di 3Bee, ecco come la IoT può salvare le api e tutelare l’ambiente “La nostra impresa è nata sia per aiutare gli apicoltori sia per far star meglio le api, ma soprattutto per portare un benessere più generale all’ambiente che ci circonda”. Così Niccolò Calandri e Riccardo Balzaretti raccontano la propria in...
  • Perché alcune rane che camminano anziché saltare?July 9, 2018 Perché alcune rane che camminano anziché saltare? Chi l’ha detto che le rane debbano per forza spostarsi a suon di salti. Un team di ricercatori dell’Università della California Irvine ha analizzato da vicino alcuni esemplari di questi anfibi cercando di comprendere per quale motivo, alcune specie procedono per passi, anzich&e...
  • Torino ha un nuovo Coworking, in Corso Orbassano 386: evviva Cowork Torino 386!June 11, 2018 Torino ha un nuovo Coworking, in Corso Orbassano 386: evviva Cowork Torino 386! . Quando una città importante come Torino si apre all’ecosistema professionale con un nuovo spazio Cowo® – come è il caso oggi di Cowork Torino 386 – l’entusiasmo è spontaneo e immediato. Oggi diamo il benvenuto allo spazio Cowork Torino 386, che p...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *