Unicredit cede altri titoli del progetto Fino a Fortress e King Street e scende sotto il 20%

Fonte: Risultati Unicredit al 30 settembre
UniCredit ha annunciato ieri mattina di aver ridotto la sua quota nel progetto Fino al di sotto del 20%  dal precedente 49,9%, così come annunciato a dicembre in occasione dell’incontro annuale del Capital Markets Day con analisti e investitori (si veda altro articolo di BeBeez), entrando così nella fase 2 del progetto di cessione del portafoglio Npl da oltre 17 miliardi di euro annunciato nel dicembre 2016 (si veda qui il comunicato stampa).
Nel dettaglio Unicredit ha ceduto a Fortress Investment Group e a fondi gestiti da King Street Capital Management una quota della sua esposizione in titoli di classe B, C e D emessi dai veicoli di cartolarizzazione Fino 1 Securitization srl e Fino 2 Securitization srl.
Al momento del trasferimento del portafoglio Fino ai veicoli di cartolarizzazione controllati da Pimco e Fortress lo scorso luglio, UniCredit aveva mantenuto una partecipazione appunto del 49,9% nei titoli emessi dagli stessi spv. Rispetto al valore contabile originario del portafoglio, pari a 17,7 miliardi di euro, i veicoli di Fortress (Fino 1 Securitization srl e Fino 2 Securitization srl) corrispondevano a 14,4 miliardi di euro, mentre quello di Pimco (Onif srl) ammontava a 3,3 miliardi di euro.
Lo scorso 7 dicembre, invece, a comprare da Unicredit una parte dei titoli derivanti dalle cartolarizzazioni era stato il gruppo Generali, che aveva acquistato  il 30% dei titoli emessi da Onif, che in origine avevano un  valore lordo di 990 milioni di euro a un prezzo in linea con quello della cessione della fase 1.
Sempre ieri Unicredit ha annunciato anche il completamento del collocamento di 617,5 milioni di euro di titoli garantiti senior emessi dal

Articoli correlati

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *