iPhone rallentati, l’opzione si potrà disattivare con il prossimo aggiornamento

La crisi di fiducia che si è aperta tra i consumatori Apple e la casa di Cupertino, dopo la scoperta che quest’ultima rallentava intenzionalmente gli iPhone con batteria degradata per preservarne il corretto funzionamento, sembra non essersi ancora chiusa. Devono aver pensato questo ai piani alti di Apple, perché in queste ore, a tentare di calmare gli animi degli utenti iPhone che si sono sentiti presi in giro dall’azienda, è sceso personalmente il numero uno Tim Cook. In un’intervista alla statunitense Abc, oltre ad aver promesso investimenti multimiliardari e migliaia di posti di lavoro negli Stati Uniti, è tornato brevemente sulle prestazioni degli iPhone promettendo che nel prossimo aggiornamento di iOS gli utenti saranno in grado di disattivare manualmente la modifica che comporta i tanto disprezzati rallentamenti coatti.
L’aggiornamento in questione arriverà su iOS in anteprima per gli sviluppatori il mese prossimo per poi giungere su tutti gli altri iPhone, e include tre novità pensate per rendere più trasparente il processo che Apple ha finora messo in atto senza avvisarne gli utenti. La prima novità è una finestra sullo stato di salute della batteria del telefono, consultabile in ogni momento per sapere se la componente ha bisogno di essere sostituita o meno; la seconda è una notifica che avvisa quando la batteria è messa male e il software sta riducendo le prestazioni di iPhone per prevenirne spegnimenti improvvisi; la terza è proprio la possibilità di disattivare le misure precauzionali che rallentano artificialmente il processore, a rischio però di spegnimenti improvvisi.
Le prime due modifiche

Articoli correlati

  • Su iOS 11.3 arrivano le opzioni per gestire la batteria di iPhoneFebruary 7, 2018 Su iOS 11.3 arrivano le opzioni per gestire la batteria di iPhone Sta arrivando in queste ore sugli iPhone degli utenti più avanzati l’ultimo aggiornamento di iOS, quello che porta il sistema operativo alla versione 11.3 Beta 2. Il pacchetto ha un’importanza particolare, perché introduce le anticipate funzionalità di controllo d...
  • iOS 11, 20 trucchi per iPhone per facilitarti la vitaMarch 23, 2018 iOS 11, 20 trucchi per iPhone per facilitarti la vita Quali sono i migliori trucchi iPhone che sono a tua disposizione dopo l’aggiornamento al sistema operativo iOS 11? Ne abbiamo selezionati venti che spaziano dalla produttività allo svago, dalla multimedialità alle utilità della vita di tutti i giorni. Accorgimenti ...
  • Tutti gli smartphone con il “notch” come quello di iPhone XFebruary 13, 2018 Tutti gli smartphone con il “notch” come quello di iPhone X Dopo l’uscita di iPhone X sembra che gli smartphone dotati della stessa, iconica (e criticata) tacca sullo schermo, il cosiddetto notch, siano destinati a invadere il mercato. Il telefono Apple non è stato il primo ad adottare una soluzione del genere su un dispositivo mobile eppure ...
  • Il Face ID di iPhone X? Per copiarlo servono almeno due anniMarch 21, 2018 Il Face ID di iPhone X? Per copiarlo servono almeno due anni Due anni. È questo il vantaggio che Apple avrebbe accumulato sugli avversari nello sviluppare la tecnologia di riconoscimento facciale che ha debuttato a bordo di iPhone X alla fine dell’anno scorso. A parlare non sono le previsioni di seconda mano di analisti specializzati nel tener...
  • Come difendersi dal carattere indiano che blocca iPhoneFebruary 19, 2018 Come difendersi dal carattere indiano che blocca iPhone (Foto: Maurizio Pesce / WIRED)Non era difficile da prevedere: dopo la scoperta del bug capace di bloccare (e in alcuni casi di rendere inservibili) i prodotti Apple, il carattere della lingua Telugu che scatena il malfunzionamento sta venendo sfruttato da premi Nobel in tutto il mondo per giocare...
  • Nuovo bug su iOS, basta un carattere per bloccare l’iPhoneFebruary 15, 2018 Nuovo bug su iOS, basta un carattere per bloccare l’iPhone (Foto: Maurizio Pesce / WIRED)Quella dei bug in grado di mandare in tilt i prodotti Apple tramite semplici messaggi è una storia che si ripete ciclicamente. L’ultimo difetto di progettazione interno a iOS e macOS è emerso pochi giorni fa, e a scatenarne i fastidiosi effetti ba...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *