Monitoriamo praticamente tutto: il numero di passi che facciamo, i chilometri di corsa, le vasche in piscina; gli smartwatch ci dicono se è il momento di alzarci dalla sedia perché siamo seduti da troppo tempo, ci chiedono anche di prendere un bel respiro, ogni tanto. L’idea di fondo dei produttori di tecnologia è di offrire tutto questo per “migliorare” la nostra vita quotidiana, renderla più attiva e consapevole, tra una notifica di WhatsApp e una di Facebook. Ebbene, non funziona. Perché nessuno ci dice se è il momento di spegnere le chat, nessuno ci informa su quante volte abbiamo aperto Facebook, Instagram o magari twitter durante il giorno. Basterebbe guardare un numero per impressionarci, forse.
Tony Fadell ha preso una posizione che qualche tempo fa si sarebbe potuta considerare coraggiosa, e forse lo è ancora nel microscopico ma molto globale e ricchissimo gotha dei top manager della Silicon Valley: «Gli adulti soffrono di dipendenza, non solo i bambini!». Era un commento alla notizia della lettera dei due investitori Apple preoccupati dagli effetti negativi dell’uso degli smartphone. È uno spartiacque. Fadell non è l’ultimo arrivato: è un ex Apple, considerato il padre dell’iPod, poi fondatore di Nest, l’azienda che con un termostato intelligente è riuscita a farsi comprare da Google per 3,2 milioni di dollari quattro anni fa. Il mondo della tecnologia si preoccupa di come fare in modo che gli utenti la usino di meno. Un paradosso, ma che ha un senso: ricorda quando le aziende elettriche hanno iniziato, al netto

Articoli correlati

  • Facebook down, Instagram bloccato, cosa è successoNovember 9, 2017 Facebook down, Instagram bloccato, cosa è successo Facebook e Instagram ancora irraggiungibili. È successo mercoledì 8, a cavallo tra le 17 e le 19, quando il social network blu ha iniziato a mostrare agli iscritti l’ormai nota pagina “qualcosa è andato storto” e il feed di Instagram sugli smartphone ha...
  • Facebook vuole che tu pubblichi le storie di Instagram anche su WhatsAppJanuary 4, 2018 Facebook vuole che tu pubblichi le storie di Instagram anche su WhatsApp Il circuito della pubblicazione delle Storie da una piattaforma all’altra del gruppo Facebook sta diventando più intricata del famoso gioco del lupo, la capra e cavoli da portare in salvo dall’altra parte del fiume. Se a settembre, per rimpolpare un po’ le sorti della sez...
  • 10 motivi per cui dovresti avere DIESEL ONOctober 26, 2017 10 motivi per cui dovresti avere DIESEL ON (Foto: DIESEL)Dopo aver fatto il suo ingresso nel campo degli orologi intelligenti con una gamma di prodotti ibridi, Diesel è pronta al lancio di DIESEL ON, la sua prima collezione di orologi 100% smart. Dotati di quadrante touch e sistema operativo Android, gli orologi vantano tutta la fl...
  • Tencent nella Top 5 delle società più capitalizzate. Nel mirino c’è FacebookNovember 27, 2017 Tencent nella Top 5 delle società più capitalizzate. Nel mirino c’è Facebook   chartoftheday_11955_top_8_companies_by_market_cap_n-1   Dopo la notizia dell’acquisto del 12% delle azioni di Snapchat, Tencent torna a far parlare di sé. Lo scorso martedì (21 novembre) il colosso cinese ha fatto il suo ingresso nel ranking delle prime 5 compagni...
  • Occhio all’ennesima truffa su WhatsApp a pagamentoJanuary 17, 2018 Occhio all’ennesima truffa su WhatsApp a pagamento (Photo illustration by Justin Sullivan/Getty Images)Nel dubbio, non aprite quel link. Periodicamente torna sugli schermi (degli smartphone) la minaccia dei servizi gratuiti che diventano a pagamento. Primo su tutti, WhatsApp. Un nuovo tentativo di estorcere soldi agli utenti sta circolando in que...
  • Che fine farà Snapchat? Numeri e scenari dopo l’ingresso di TencentNovember 14, 2017 Che fine farà Snapchat? Numeri e scenari dopo l’ingresso di Tencent È di giovedì (9 novembre) la notizia dell’acquisizione da parte del gigante cinese dei videogame e dei social media, Tencent del 12% delle azioni (pari a 145,8 milioni di dollari) di Snapchat, l’applicazione – rilasciata nel 2011 – che permette di inviare agl...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *